Pop Corn

La voce di Lei, l’ossessione, la rivelazione

La tragicomica lungimiranza del genio di Spike Jonze

Perdizione e ritrovamento, epifania e paralisi sono gli assi su cui si interseca il poeta Theodore (Joaquin Phoenix), bravissimo a trascrivere l'amore degli altri, inetto a comprendere il suo. Reduce dalla separazione con sua moglie Catherine, fatica a firmare le carte del divorzio; affiliato utente del cyber casual sex, diletta la sua vita notturna con una libidine magnetica che non ha nulla a che vedere con il denudarsi e il baciarsi. Tutto naviga nella poltiglia liquefatta della vita virtuale in cui Theodore riesce a nuotare finché non aliena quel che resta delle sue capacità umane a una voce (la seducente Micaela Ramazzotti nella versione italiana); la sceglie femmina, la vuole calcolatrice, la vede donna. Lui le chiede come si chiama e Lei, sfogliando in due decimi di secondi 1800 pagine di nomi, sceglie Samantha.

Un climax ascendente che culminerà in una rapida discesa verso la realtà, proprio nel momento in cui la si voleva fuori dalla vita quotidiana. Unico ancoraggio fisico rimane l'amica Amy (Amy Adams), la quale condividerà con Theodore l'amore per un OS1, ultima invenzione del progetto "depotenziamento umano". Attrazione quanto mai fatale quella nutrita per un computer; una liaison dangereuse che, seppur lontana dai rischi della corrispondenza epistolare, trova il suo pericolo nella bolla solipsistica in cui si chiuderà l'in gamba autore di lettere d'amore. Un auricolare ed ecco la bellezza: la telecamera di un device nel taschino della camicia ed ecco l'esplorazione. E' ancora una volta la meraviglia aristotelica a inquadrare la sceneggiatura nella sorpresa di cui l'uomo sa essere ancora capace nel XXI secolo. Abbiamo visto ormai tutto? No, il progresso avrà sempre un infinito margine di regressione verso la delega digitale e il pauperismo cerebrale. Samantha legge le mail, Samantha risponde e scrive, Samantha consiglia, Samantha si meraviglia, desidera, si eccita, s'innamora, piange, s'ingelosisce, capisce, tradisce, abbandona. Samantha non è un computer, e neanche una donna; Lei è macchina senza corpo, soffoca senza che abbia le mani per strangolare. E'donna. E basta la parola per esserlo, la voce per esprimersi e l'occhio per capire che può dominare la realtà esterna senza neanche farne parte.

Lo spazio vitale di Theodore diventa quello di Lei: di empirismo ed empatia vive il sistema operativo. Le informazioni in esso contenuto sono mutuate dai sensi, dall'esperienza, dall'intuito. Niente di programmato, se non il metodo di smistamento della posta elettronica e la reading speed. Per il resto, Samantha sa ascoltare, sa percepire: l'intelligenza artificiale diventa emotiva e l'iperconnessione di Theodore si fa comunicazione vitale. Una trappola legata a doppio filo, dalla quale Lei si sbroglierà dopo aver esperito la capacità di volere, di soffrire e di godere.

La pellicola è dispiegamento rivelatore della "possibilità": dopo essersi innamorato di Samantha, Theodore firma il divorzio con l'ormai ex moglie, la sua realtà si fa aumentata e la sua potenza neutralizzata. Alla rivelazione seguono la paralisi e la presa di coscienza di aver scambiato la possibilità di sbagliare per un po'di sicurezza. Ma l'errore c'è ed è quello di essersi (af)fidato di un computer, di averlo umanizzato, potenziato e predisposto all'inganno. Theodore rimane solo con Amy, in compagnia dell'umana mutilazione della perfezione e Los Angeles è una lucciola nell'oscurità di una notte indefinita. L'always on di Lui si spegne; ha inizio la disintossicazione.
  • tecnologia
Altri contenuti a tema
1 Banda ultralarga, Puglia prima in Italia: «Puntiamo a coprire tutti i comuni pugliesi» Banda ultralarga, Puglia prima in Italia: «Puntiamo a coprire tutti i comuni pugliesi» L'assessore regionale Mazzarano: «Intervenire nelle zone nere con nuove infrastrutture»
Gianluca e l’app per ordinare i "paninos italianos" sulla spiaggia di Rio Gianluca e l’app per ordinare i "paninos italianos" sulla spiaggia di Rio Da Barletta al Brasile al ritmo dell'italian food
Facebookdown, Lifeup Facebookdown, Lifeup La rivolta degli specchi contro Fb lo spacciatore
Alan Turing: un genio per la Grande storia del futuro Alan Turing: un genio per la Grande storia del futuro Enigma, guerra e passione in “The Imitation Game”
La Bat raccontata da ExBt: immagini di una provincia mai nata La Bat raccontata da ExBt: immagini di una provincia mai nata Tre barlettani tra i sei fotografi autori di una mostra on-line
"Sfronzols" e Barletta conquistano lo Smau Mob App 2014 "Sfronzols" e Barletta conquistano lo Smau Mob App 2014 Dalle menti di due giovanissimi barlettani un'applicazione vincente
Risorse eidetiche per una Bat che si muove Risorse eidetiche per una Bat che si muove Inaugurato oggi l’Hub al GOS di Barletta
A Barletta si regalano furti A Barletta si regalano furti Pericolo (o bufala) per i gadgets che si rivelano spie GPS
© 2001-2018 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.