Pop Corn

"Ave Cesare" e l’amara riflessione dei fratelli Coen

La profondità brillante in una commedia quasi spensierata

Una storia scanzonata e travolgente, apparentemente frivola ma pregna di significati si svolge nell'Hollywood delle grandi pellicole. La storia prende avvio da quando il futuro bussa alle porte proprio mentre la Capital Picture, grande studio cinematografico, si sta preparando a lanciare il suo miglior film di sempre: "Ave Cesare". Il nuovo capolavoro dei fratelli Coen insiste "sull'a-moralità" deviata ma iterata, su concetti filosofici e politicheggianti, su sparse ma auliche citazioni, su significati nascosti e profondi.

Co-protagonisti della vicenda sono Eddie Mannix, un fixer, ovvero colui che nella Capital Picture si occupa di nascondere ogni tipo di scandalo possa interessare lo studio, ed il più celebre attore del momento, il protagonista di un film sulla vita di Gesù che lo studio sta girando (Ave Cesare): Baird Whitlock interpretato da George Clooney. L'attore viene rapito da un gruppo di ferventi comunisti che inseriti in una brillante commedia dall'abilità straordinaria dei fratelli Coen, riusciranno (forse) ad ottenere ciò che sperano, attuando un pesante ricatto.

Ironia del passato, citazioni, rivisitazioni e cattoliche persuasioni, offrono un sorriso e un'amara consapevolezza, dove la verità viene svelata dall'incredula mistificazione. La fabbrica della finzione viene svelata a poco a poco nella pellicola donando un sorriso e non troppo leggeri pensieri. Una commedia che merita di essere vista, non tanto per le colorate e allegre immagini che caratterizzano tutta la durata della proiezione, quanto per quel dubbio e quel pensiero che non smettono di ronzare nella mente dello spettatore.
  • Cinema
  • film
Altri contenuti a tema
Il cinema per dialogare coi giovani, il progetto "Prova a prendermi" anche a Barletta Il cinema per dialogare coi giovani, il progetto "Prova a prendermi" anche a Barletta A novembre una serie di incontri: ecco il programma
Ultimo weekend D'autore D'Estate AFC a Spinazzola Ultimo weekend D'autore D'Estate AFC a Spinazzola Tanti gli ospiti: il grande Marco Spoletini per Dogman, Luigi Pane, regista de "L'Avenir"
Luca Bellino e Silvia Luzi presentano "Il Cratere" a Spinazzola Luca Bellino e Silvia Luzi presentano "Il Cratere" a Spinazzola “Il Cratere”, considerato tra le opere più belle passate alla Mostra del Cinema di Venezia 74
Donatella Altieri, produttrice tra le più attive del sud Italia ha preso a cuore il nostro territorio Donatella Altieri, produttrice tra le più attive del sud Italia ha preso a cuore il nostro territorio Appuntamento con lei al cinema di Spinazzola
Chiara Balestrazzi e la sceneggiatura al Cine –Teatro Buccomino di Spinazzola Chiara Balestrazzi e la sceneggiatura al Cine –Teatro Buccomino di Spinazzola La sceneggiatrice si racconta
Matteo Garrone a Spinazzola per incontrare il pubblico Matteo Garrone a Spinazzola per incontrare il pubblico Lunedì 10 settembre presso il Cine-Teatro Supercinema Buccomino
A Spinazzola si promuove il cinema d'autore con le associazioni dell'alta Murgia A Spinazzola si promuove il cinema d'autore con le associazioni dell'alta Murgia Incontro promosso dall'assessore De Marinis e dalla vice sindaca Silvestri
Via alla seconda parte della rassegna di Cinema D’Autore D’Estate AFC a Spinazzola Via alla seconda parte della rassegna di Cinema D’Autore D’Estate AFC a Spinazzola "The White Side of the Screen" dal 30 agosto
© 2001-2018 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.