Pop Corn

"Ave Cesare" e l’amara riflessione dei fratelli Coen

La profondità brillante in una commedia quasi spensierata

Una storia scanzonata e travolgente, apparentemente frivola ma pregna di significati si svolge nell'Hollywood delle grandi pellicole. La storia prende avvio da quando il futuro bussa alle porte proprio mentre la Capital Picture, grande studio cinematografico, si sta preparando a lanciare il suo miglior film di sempre: "Ave Cesare". Il nuovo capolavoro dei fratelli Coen insiste "sull'a-moralità" deviata ma iterata, su concetti filosofici e politicheggianti, su sparse ma auliche citazioni, su significati nascosti e profondi.

Co-protagonisti della vicenda sono Eddie Mannix, un fixer, ovvero colui che nella Capital Picture si occupa di nascondere ogni tipo di scandalo possa interessare lo studio, ed il più celebre attore del momento, il protagonista di un film sulla vita di Gesù che lo studio sta girando (Ave Cesare): Baird Whitlock interpretato da George Clooney. L'attore viene rapito da un gruppo di ferventi comunisti che inseriti in una brillante commedia dall'abilità straordinaria dei fratelli Coen, riusciranno (forse) ad ottenere ciò che sperano, attuando un pesante ricatto.

Ironia del passato, citazioni, rivisitazioni e cattoliche persuasioni, offrono un sorriso e un'amara consapevolezza, dove la verità viene svelata dall'incredula mistificazione. La fabbrica della finzione viene svelata a poco a poco nella pellicola donando un sorriso e non troppo leggeri pensieri. Una commedia che merita di essere vista, non tanto per le colorate e allegre immagini che caratterizzano tutta la durata della proiezione, quanto per quel dubbio e quel pensiero che non smettono di ronzare nella mente dello spettatore.
  • Cinema
  • film
Altri contenuti a tema
Barletta e il cinema all'aperto: quando lo spettacolo resiste Barletta e il cinema all'aperto: quando lo spettacolo resiste Le sale cinematografiche restano chiuse, ma per l'estate sono state realizzate due iniziative all'aria aperta
"Rebecca, la prima moglie": il romanzo che Hitchcock catturò sullo schermo "Rebecca, la prima moglie": il romanzo che Hitchcock catturò sullo schermo Un intreccio di intrighi e passioni che si susseguiranno fino alla sconvolgente rivelazione finale
"La Finestra sul comò": le vostre recensioni condivise su BarlettaViva "La Finestra sul comò": le vostre recensioni condivise su BarlettaViva Un modo per scegliere la prossima stagione Netflix da guardare o il prossimo libro da ordinare
Nuovo film a Barletta con Fabio Troiano: c'è anche Cristian Pierro Nuovo film a Barletta con Fabio Troiano: c'è anche Cristian Pierro Il professionista barlettano sarà responsabile per il coordinamento Marketing e Risorse
Torna la Rassegna “Castello Cinema” a Barletta, oggi la presentazione Torna la Rassegna “Castello Cinema” a Barletta, oggi la presentazione Film sotto le stelle dal 27 luglio fino al 25 agosto
Anche Barletta piange la morte del regista Franco Zeffirelli Anche Barletta piange la morte del regista Franco Zeffirelli L'intervento del giornalista Nino Vinella
A Barletta il cinema è "Autism Friendly" A Barletta il cinema è "Autism Friendly" Il progetto della Cooperativa Sociale S.I.V.O.L.A. porta i ragazzi autistici al cinema
Il cinema per dialogare coi giovani, il progetto "Prova a prendermi" anche a Barletta Il cinema per dialogare coi giovani, il progetto "Prova a prendermi" anche a Barletta A novembre una serie di incontri: ecco il programma
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.