Pop Corn

Benvenuti in un Nord dalla grigia allegria

Non convince il sequel con Claudio Bisio e Alessandro Siani

Squadra che vince non si cambia. E con "Benvenuti al Nord" i presupposti per confezionare una nuova frizzante commedia basata sui luoghi comuni fra Nord e Sud Italia ce n'erano in abbondanza, visto il successo del primo episodio. Stessa regia (Luca Miniero), stessi attori (Claudio Bisio e Alessandro Siani come protagonisti), ma a regioni invertite. Questa volta la protagonista è la nordica Milano, con tutti i suoi pregiudizi comuni ad un qualsiasi meridionale, ma l'allegria che tanto aveva coinvolto nel primo film sicuramente appare grigia, un po' come il capoluogo lombardo in cui è ambientata la pellicola.

Delude il sequel di "Benvenuti al Sud", film sorpresa del 2010, che nonostante tutto ha debuttato mercoledì in sala registrando già alti incassi, forte dell'onda lunga del successo del precedente film. Umorismo trasandato, quasi fastidioso, quello con cui la pellicola di Miniero racconta una Milano spocchiosa e frenetica, quasi mostrando celato assenso ai pregiudizi dei ben più genuini napoletani che si affacciano al Nord come novelli Totò e Peppino. Stavolta infatti, è il postino campano Mattia (Alessandro Siani) che – in un momento di crisi con l'amatissima moglie Maria (Valentina Lodovini) – sarà costretto a trasferirsi al Nord, cercando sostegno nell'ex direttore Alberto (Claudio Bisio) da poco trasferitosi a Milano con la famiglia dopo le insistenze della moglie Silvia (Angela Finocchiaro) ma già stanco dello smog milanese e dei sempre più indiavolati ritmi lavorativi.

Se la prima pellicola, adattamento del fortunatissimo film francese "Giù al Nord", era solida di una sceneggiatura già testata sul mercato francese, il sequel manca di compattezza comica abbottonando insieme una sostanziale ripetitività e la netta assenza di un filo conduttore convincente. "Benvenuti al Sud" godeva della spiensieratezza quasi ingenua più tipica della meridionalissima Castellabate, di quella leggera mentalità in cui i sentimenti vincono sempre sulle regole. All'opposto, "Benvenuti al Nord" è l'esaltazione grigia delle abitudini milanesi più ferree, dell'efficienza e della velocità, del senso del lavoro come unico obiettivo della propria quotidianetà. E ovviamente, all'estiva gioia del primo film, si contrappone una grigia allegria che strappa solo qualche risata stiracchiata.
Social Video2 minutiBenvenuti al Nord - TrailerAleTube97
  • Cinema
Altri contenuti a tema
Tra proiezioni e incontri d'autore, arriva "A spasso con il corto" Tra proiezioni e incontri d'autore, arriva "A spasso con il corto" Gli appuntamenti si terranno il 27 novembre, il 17 dicembre e il 13 gennaio
Il via ai casting di "La porta della vita" con Fratres Barletta Il via ai casting di "La porta della vita" con Fratres Barletta Il cortometraggio sarà realizzato dal regista barlettano Arcieri e Piazzolla alla sceneggiatura
11 L’attore barlettano Michele Ragno in una nuova serie Disney L’attore barlettano Michele Ragno in una nuova serie Disney Il prodotto cinematografico si chiama “I leoni di Sicilia”
Il nuovo documentario del regista barlettano Arcieri con Maria Picardi Coliac Il nuovo documentario del regista barlettano Arcieri con Maria Picardi Coliac «Ci auguriamo di mostrare il documentario nelle sale cinematografiche della nostra città»
La proposta di civica benemerenza di Barletta per Bud Spencer La proposta di civica benemerenza di Barletta per Bud Spencer L'attore interpretò Ettore Fieramosca nel film "Il soldato di ventura"
Riccardo Scamarcio ospite nel Cinema UCI del Puglia Village Riccardo Scamarcio ospite nel Cinema UCI del Puglia Village L’attore pugliese sarà presente in sala insieme al regista e al resto del cast per l’uscita del film “Quasi Orfano”
Premio Oscar per il regista Massimiliano Tedeschi al Ciak Film Festival Premio Oscar per il regista Massimiliano Tedeschi al Ciak Film Festival Due sue lavori girati nel 2021, la serie web "Netc@fe" e il docu-film "Camei Pugliesi: Barletta", premiati a Fiuggi
"Ti mangio il cuore", Elodie porta a Venezia anche un po' di Barletta "Ti mangio il cuore", Elodie porta a Venezia anche un po' di Barletta Alcune scene del film furono girate in città lo scorso dicembre
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.