Sapori & Saperi

Zucchine alla poverella, un contorno che fa sempre centro

Semplicità e freschezza le parole d’ordine di questo piatto

Non si può essere pugliesi se non si sa l'esistenza delle zucchine alla poverella. Essendo un contorno tanto da bruschetta, quanto da portata centrale, si presenta bene in tavola per ogni occasione, dalla più familiare alla più solenne. La freschezza delle zucchine è essenziale: si tratta infatti di un piatto tipicamente estivo, che coglie le zucchine all'apice del loro tempo, vale a dire nella stagione che va da maggio a settembre. Altro ingrediente base è l'olio, quello denso e piccantino delle nostre terre, quella spremuta prematura che ci rende famosi in tutto il mondo. Basta così? Sì, basta così, perché il nome di questo piatto la dice lunga sulla semplicità e autenticità della cucina barlettana. Qui vi proponiamo una ricetta light, più leggera rispetto alle cucuzzid delle nostre nonne impregnate di olio e non molto salutari. Procuratevi una bella padella antiaderente, la nostra sartescn, e via con la preparazione.
Ingredienti per 6 persone:
  • 8 zucchine medie
  • Peperoncino fresco
  • Sale, olio evo, acqua q.b.
Lavare le zucchine, privarle delle estremità e tagliarle a fettine circolari o a semiluna. Riempite il fondo della padella con un po' d'acqua e olio e versateci dentro tutte le zucchine tagliate. Non allarmatevi se vi sembrano troppe, tendono a cacciare acqua e a ridurre il loro volume. Coprite con un coperchio e fate cuocere a fuoco dolce per 10 minuti. Passato questo tempo, le zucchine si saranno liberate dell'acqua di vegetazione. A questo punto salate e mettete il peperoncino spezzettato; girate con un cucchiaio di legno e fate cuocere a fuoco alto, senza coperchio per altri 10 minuti, mescolando di tanto in tanto per evitare che si attacchino al fondo della padella. Una volta appassite e oscurate, toglietele dal fuoco e lasciatele intiepidire per 2-3 minuti. Versate a filo l'olio crudo, finché non saranno totalmente inumidite e brillanti. Le zucchine a' puvridd saranno ben servite in una pirofila di terracotta dalla forma ellittica.

Un piatto semplice, veloce, economico e ricco di vitamine, che soddisfa il palato senza appesantire lo stomaco; da presentare a centro tavola come contorno, adagiate su delle bruschette o aggiunte a un risotto ai frutti di mare per insaporirlo. Le proprietà nutritive delle zucchine e i benefici dell'olio extra vergine d'oliva sono noti a tutti, ma la possibilità di cucinare bene con così pochi ingredienti forse non era altrettanto celebre.
  • Sapori pugliesi
Sapori & Saperi

Sapori & Saperi

La ricette tipiche della cucina barlettana

Indice rubrica
Altri contenuti a tema
A scuola con gusto. Expo arriva a Barletta con Giovanni Rana A scuola con gusto. Expo arriva a Barletta con Giovanni Rana "Buon appetito Mondo" educa i più piccoli alla sana alimentazione
Calzone di sponsali Calzone di sponsali Il sapore della Barletta salata
Torta al vino Torta al vino Dalla cantina al forno
La “crostarda” di uva La “crostarda” di uva Una frolla che fa faville
“Antiche ricette”, eterno sapere: le voci di chi promuove la nostra terra “Antiche ricette”, eterno sapere: le voci di chi promuove la nostra terra «Il Bio è un brand, necessaria una carta dei vini di Puglia»
Mostarda: a Barletta tutto un altro sapore Mostarda: a Barletta tutto un altro sapore Una vendemmia in confettura
Estate autunnale? Sapori&Saperi torna sulle tavole barlettane Estate autunnale? Sapori&Saperi torna sulle tavole barlettane Nuove puntate e nuove ricette per la rubrica di BarlettaViva
Riso, patate e cozze: il tegame che mette tutti d’accordo Riso, patate e cozze: il tegame che mette tutti d’accordo D’estate non si può non mangiare la famosa “tiella”
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.