Pop Corn

Il cyberpunk dal cuore di bit

28 anni dopo torna il mondo virtuale di ‘Tron’

1982. La nuova frontiera del cinema si sposa con le prime avanzate tecnologie dei videogame: nasce "Tron", la pellicola di culto di qualsiasi smanettone di PC e sale gioco. Kevin Flynn, prototipo del videogiocatore da record, riesce ad addentrarsi nel mondo virtuale del Master Control Program e a salvare la Encom, la potente società di informatica che minacciava gli archivi dati più segreti di tutto il pianeta.

Sette anni dopo Flynn, che non ha mai smesso di lavorare segretamente alla "Rete", sparisce misteriosamente senza lasciare traccia. Gli anni passano e dopo essere vissuto all'ombra del mito di "Tron" il giovane figlio Sam, addentrandosi tra gli schermi impolverati della sala giochi del padre, riesce a scoprire la via d'accesso per la Rete. In quella realtà virtuale, che credeva essere solo un mondo immaginario, Sam scoprirà la triste realtà: il padre è ancora vivo, ma è tenuto prigioniero dal suo programma migliore, CLU, creato da Flynn a sua immagine e somiglianza per generare il programma perfetto. Ossessionato da questo ideale di perfezione, CLU sta reclutando un esercito minacciando non solo la realtà virtuale, ma anche il mondo umano.



Sogno di tutti gli appassionati di videogiochi e di cinema fantascientifico, Tron Legacy ripropone le fantasie cyberpunk del cult del 1982 supportato dalle più nuove tecnologie di grafica, a partire dalla ricostruzione 3D del mondo virtuale, un mondo di luci fosforescenti, esplosioni di colori, gare di velocità in alta definizione in cui ogni elemento diviene metaforico viaggio nella storia dell'informatica.

Un caleidoscopio di filologia informatica e avanguardia tecnologica, di allegorie da videogamer e filosofia zen: "Tron Legacy" è il paradiso virtuale in cui i programmatori possono guardare in faccia i programmi da loro progettatati, dove i creativi si affrontano in vere arene informatiche, dove i computer hanno un'anima e i miracoli possono accadere. Se nel primo Tron la domanda ontologica di fondo era: "E se gli uomini potessero penetrare nella realtà virtuale?", nel secondo capitolo della saga fantascientifica l'interrogativo diviene: "E se i programmi prendessero corpo e entrassero nel mondo reale?". Nel mondo immaginifico di "Tron" il miracolo avviene: sono le ISO, programmi dotati di DNA digitale che la Rete ha partorito dal nulla, delle imperfezioni quasi umane che l'utopia di CLU cercherà di sterminare tramite una crudele epurazione.

L'informatica con un cuore umano: è questa la morale di "Tron Legacy", pellicola di eleganza tecnologica che non supera in emozioni il vecchio capolavoro del 1982, ma che potrà entusiasmare le nuove generazioni di appassionati di fantascienza e videogame.
Social Video2 minutiTron Legacy - Trailer HDWaltDisneyStudiosIT
Altri video:
Tron
Tron 1982 - Trailer2 minutiFrankSchenk6
  • Cinema
  • informatica
Altri contenuti a tema
A "Medea" di Giuseppe Arcieri il premio Sorriso per la Disabilità A "Medea" di Giuseppe Arcieri il premio Sorriso per la Disabilità Il riconoscimento nell'ambito del Festival Internazionale della Cinematografia Sociale "Tulipani di Seta Nera"
"Medea" di Giuseppe Arcieri in concorso per il premio Rai Cinema Channel "Medea" di Giuseppe Arcieri in concorso per il premio Rai Cinema Channel Il Festival di Tulipani di Seta Nera è entusiasta di accogliere il corto del giovane barlettano
3 Virginia Raffaele a Barletta per presentare il film  “Un mondo a parte” Virginia Raffaele a Barletta per presentare il film “Un mondo a parte” Sarà al cinema Paolillo per incontrare il pubblico domenica 7 aprile
Giuseppe Arcieri e Michele Piazzolla portano Barletta al Ca'Foscari Short Film Festival Giuseppe Arcieri e Michele Piazzolla portano Barletta al Ca'Foscari Short Film Festival Consegnato il gagliardetto del nostro Comune all'assessore al patrimonio e promozione della città di Venezia
Successo a Venezia per la presentazione del libro del barlettano Giuseppe Arcieri Successo a Venezia per la presentazione del libro del barlettano Giuseppe Arcieri Nell'occasione è stato mostrato anche il cortometraggio "Medea"
Il barlettano Giuseppe Arcieri presenta a Venezia il libro su Sergio Leone Il barlettano Giuseppe Arcieri presenta a Venezia il libro su Sergio Leone La presentazione si terrà domani. Seguirà la proiezione del corto pluripremiato "Medea"
Rome Film Awards, vittoria per "Lontane ma vicine" di Massimiliano Tedeschi Rome Film Awards, vittoria per "Lontane ma vicine" di Massimiliano Tedeschi L'opera cinematografica affronta il tema dell'immigrazione
Reati informatici, conoscere per prevenire e contrastare Reati informatici, conoscere per prevenire e contrastare Questa mattina al Polivalente di Barletta un convegno destinato a forze dell’ordine e studenti
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.