Pop Corn

“Draquila”, la Guzzanti sfida il potere

Gli orrori del terremoto e gli scandali dei potenti

6 aprile 2009. Ore 3:32. Una scossa sismica di intensità pari a 5,9 della scala Richter devasta L'Aquila.

A più di un anno di distanza arriva nelle sale Draquila, ultimo documentario firmato Sabina Guzzanti. Riviviamo il dramma di quel giorno, rivediamo le rovine del centro storico e la rabbia degli abitanti. Ma nel film della Guzzanti c'è di più: navigando a ritroso nel tempo, la regista indaga sulla situazione politica e sociale che viveva l'Italia in quel momento. Ed emerge un fantasma che sembra incombere sulle crepe di una società in caduta libera: Silvio Berlusconi.

Draquila è un film inchiesta sugli scandali che nell'ultimo periodo hanno coinvolto il governo Berlusconi, scandali che più volte hanno messo in ridicolo i nostri leader agli occhi della stampa e dei governi internazionali. Avvalendosi di una grafica burlesca e di una graffiante voce fuori campo, la Guzzanti mette alla berlina il premier, mostrando il lato più frivolo dietro i giochi di potere.

Mentre il capoluogo abruzzese veniva abbattuto dal terremoto, i media raccontavano la tragedia in diretta televisiva, le immagini sono ancora vive nella memoria di tutti. E la Guzzanti cerca di scoprire tutte quelle piccole realtà umane che si nascondono dietro il disastro. Vediamo l'anziano professor Colapietra, che ha deciso di non abbandonare la sua casa in pieno centro storico, è gelosamente circondato dai suoi libri impolverati. Vediamo le poche fortunate famiglie che, in tempo record, hanno ricevuto le case approntate dal governo. Vediamo gli anziani spediti negli hotel lungo la costa, lontani dai loro cari. Sono tante le storie che L'Aquila può raccontare, e molte parlano di rabbia, di frustrazione, di ingiustizia.

La verve coinvolgente della Guzzanti sa coordinare con efficacia momenti di triste disperazione e di ironica critica politica, non mancando di colpire anche un'inerte opposizione, incapace di agire. Suo bersaglio principale è la Protezione Civile, e le vicende che con alterne sorti hanno riguardato il suo responsabile, Guido Bertolaso.

Dal punto di vista cinematografico è sicuramente un prodotto ben confezionato, che rivivendo la stretta attualità fornisce una rilettura personale dell'autrice attraverso un montaggio serrato e dialoghi sinceri, appassionanti. Meritando a pieno titolo l'appellativo di "Michael Moore italiana", la Guzzanti si conferma regista controversa. O la si ama, o la si odia.


In programmazione al Cinema Opera.
Social Video2 minutiDraquila - Il TrailerParolaDiBonobo
  • Cinema
  • Cinema Opera
Altri contenuti a tema
A "Medea" di Giuseppe Arcieri il premio Sorriso per la Disabilità A "Medea" di Giuseppe Arcieri il premio Sorriso per la Disabilità Il riconoscimento nell'ambito del Festival Internazionale della Cinematografia Sociale "Tulipani di Seta Nera"
"Medea" di Giuseppe Arcieri in concorso per il premio Rai Cinema Channel "Medea" di Giuseppe Arcieri in concorso per il premio Rai Cinema Channel Il Festival di Tulipani di Seta Nera è entusiasta di accogliere il corto del giovane barlettano
3 Virginia Raffaele a Barletta per presentare il film  “Un mondo a parte” Virginia Raffaele a Barletta per presentare il film “Un mondo a parte” Sarà al cinema Paolillo per incontrare il pubblico domenica 7 aprile
Giuseppe Arcieri e Michele Piazzolla portano Barletta al Ca'Foscari Short Film Festival Giuseppe Arcieri e Michele Piazzolla portano Barletta al Ca'Foscari Short Film Festival Consegnato il gagliardetto del nostro Comune all'assessore al patrimonio e promozione della città di Venezia
Successo a Venezia per la presentazione del libro del barlettano Giuseppe Arcieri Successo a Venezia per la presentazione del libro del barlettano Giuseppe Arcieri Nell'occasione è stato mostrato anche il cortometraggio "Medea"
Il barlettano Giuseppe Arcieri presenta a Venezia il libro su Sergio Leone Il barlettano Giuseppe Arcieri presenta a Venezia il libro su Sergio Leone La presentazione si terrà domani. Seguirà la proiezione del corto pluripremiato "Medea"
Rome Film Awards, vittoria per "Lontane ma vicine" di Massimiliano Tedeschi Rome Film Awards, vittoria per "Lontane ma vicine" di Massimiliano Tedeschi L'opera cinematografica affronta il tema dell'immigrazione
Tra cinema e cultura: successo per "A spasso con il South Italy" a Barletta Tra cinema e cultura: successo per "A spasso con il South Italy" a Barletta Tra gli ospiti della serata Giuseppe Arcieri, Francesco Arrivo, Mathias Rat e Rossella Gabriele
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.