Pop Corn

Dal fumetto al cinema, un amaro Dylan Dog

Deludente il film tratto dal capolavoro di Tiziano Sclavi

«Non sono io a trovare i mostri. Direi che a volte sono loro a trovare me.
Forse per loro il mostro sono io...»

Così recitava Dylan Dog in "Dylan Dog & Martin Mystère. Ultima fermata: l'incubo!" nel lontano ottobre 1990. Nel 2011 invece, l'eroe a fumetti creato a Tiziano Sclavi diventa il protagonista di un film hollywoodiano. Nella maggior parte dei casi le riduzioni cinematografiche di libri e fumetti finiscono col deludere le aspettative dei lettori, e la versione su grande schermo dell'investigatore dell'occulto più conosciuto della storia sicuramente non emozionerà i fan della serie, né coinvolgerà gli appassionati del genere. Anzi.

I Dylandogghiani, dal neofita al più esperto conoscitore, storceranno amaramente il naso di fronte a questa operazione puramente hollywoodiana, che strizza l'occhio ai fanatici di Twilight e ai nostalgici di Buffy l'ammazzavampiri. A dare corpo al solitario investigatore in camicia rossa un fin troppo palestrato Brandon Routh, che i più conosceranno come ultimo interprete cinematografico di Superman: un affascinante macho che già tradisce il viso misterioso e scavato del Dylan a fumetti. La trama, ambientata a New Orleans (sic!), è una mal riuscita macedonia di vampiri, licantropi e zombie, ancor più mortificati da effetti speciali che risalgono al decennio scorso.

Nonostante la più che vasta disponibilità di storie e intrecci avvincenti che il fumetto della Sergio Bonelli Editore ha - negli anni - riempito l'immaginario di milioni di lettori, gli sceneggiatori hanno preferito elaborare un soggetto ex novo per il film, incappando tuttavia in pesanti incongruenze con la caratterizzazione originale del personaggio, e creando un prodotto sicuramente rivolto ad un pubblico adolescenziale, visto che degli aspetti più adulti e cinicamente psicologici del fumetto di Sclavi non ne è rimasto neppure un residuo.
Social Video1 minutoDylan Dog - Trailer Italianorolan1113
  • Cinema
Altri contenuti a tema
Torna la Rassegna “Castello Cinema” a Barletta, oggi la presentazione Torna la Rassegna “Castello Cinema” a Barletta, oggi la presentazione Film sotto le stelle dal 27 luglio fino al 25 agosto
Anche Barletta piange la morte del regista Franco Zeffirelli Anche Barletta piange la morte del regista Franco Zeffirelli L'intervento del giornalista Nino Vinella
A Barletta il cinema è "Autism Friendly" A Barletta il cinema è "Autism Friendly" Il progetto della Cooperativa Sociale S.I.V.O.L.A. porta i ragazzi autistici al cinema
Il cinema per dialogare coi giovani, il progetto "Prova a prendermi" anche a Barletta Il cinema per dialogare coi giovani, il progetto "Prova a prendermi" anche a Barletta A novembre una serie di incontri: ecco il programma
Ultimo weekend D'autore D'Estate AFC a Spinazzola Ultimo weekend D'autore D'Estate AFC a Spinazzola Tanti gli ospiti: il grande Marco Spoletini per Dogman, Luigi Pane, regista de "L'Avenir"
Luca Bellino e Silvia Luzi presentano "Il Cratere" a Spinazzola Luca Bellino e Silvia Luzi presentano "Il Cratere" a Spinazzola “Il Cratere”, considerato tra le opere più belle passate alla Mostra del Cinema di Venezia 74
Donatella Altieri, produttrice tra le più attive del sud Italia ha preso a cuore il nostro territorio Donatella Altieri, produttrice tra le più attive del sud Italia ha preso a cuore il nostro territorio Appuntamento con lei al cinema di Spinazzola
Chiara Balestrazzi e la sceneggiatura al Cine –Teatro Buccomino di Spinazzola Chiara Balestrazzi e la sceneggiatura al Cine –Teatro Buccomino di Spinazzola La sceneggiatrice si racconta
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.