Il Trovatore

Partitura 39

Dj Sue: «Creo la mia musica, le apparenze non mi interessano»

Dj Sue è produttrice musicale, stilista sonora capace di indirizzare un flusso creativo, che parte dalle sue passioni, attraversa le sue mani e si conclude sul giradischi, luogo delle sue ricerche. Dj Sue è Susanna Capacchione, ha 24 anni e vive a Barletta. Le produzioni musicali di dj Sue, sono ascoltabili cliccando su questo link.

Perché sei diventata dj?
«L'interesse è nato fin dalla adolescenza, parallelamente all'interesse per la produzione musicale, creando musica elettronica e durante i miei dj-set suono techno, funk, trip-hop, non ponendomi limiti musicali».

Da dove nasce la tua passione per la musica?
«Con mio padre. Fin da bambina, strimpellavamo assieme, creando musica col software Cubase».

Usi giradischi e vinili, oppure utilizzi pc e software?
«Utilizzo solo giradischi e vinili, invece col software anche una capra potrebbe imparare. Un dj serio dovrebbe utilizzare vinili e giradischi».

Il primo disco vinile che hai acquistato per il tuo lavoro?
«Il primo vinile l'ho acquistato a Berlino, era una raccolta della etichetta Prologue. A Berlino ho comprato questo ed altri dischi presso '"Hardwax", un famoso negozio di dischi».
Dj Sue
Quali sono stati i tuoi inizi da dj?
«All'inizio, mi esercitavo utilizzando la strumentazione di un mio caro amico, Damiano Lamonaca. Provavo presso una delle tante "lamiere", prefabbricati adibiti a sala prove per gruppi locali. Il mio primo dj-set si è svolto presso il GOS (Giovani Open Space), dove ho seguito un corso di produzione musicale, conclusosi col progetto "REC", in cui dj locali hanno suonato e registrato il proprio dj-set».

Cos'è la musica per te?
«Creare e suonare musica è il mio modo di esprimermi. Questo è il mio sogno, ma non voglio diventare famosa. Spero che un giorno, la mia musica venga pubblicata».

Aspetti positivi e negativi del tuo lavoro?
«Mi diverto, ma il lato negativo insorge quando vengo ingaggiata e utilizzata da gente che mi chiede canzoni su richiesta, che detesto. Non sono un juke-box umano, io suono la mia musica. Essere una ragazza, in questo ambito musicale, può essere un'arma a doppio taglio».

Cosa intendi?
«La realtà di Barletta è fatta di omologazione e apparenza, anche nel campo musicale. Vivere e suonare fuori da questa realtà - come faccio io - può causare isolamento, ma continuo a proporre musica diversa».

Come vedono le ragazze una dj del loro stesso sesso?
«Tante ragazze apprezzano che mi sia messa in gioco in un campo lavorativo "maschile"; altre mi apprezzano meno, ma... pazienza!».

Progetti musicali?
«Continuo a produrre e suonare, risparmiando denaro per acquistare strumentazioni per la produzione musicale: drum -machine e synth. Questa strumentazione mi permetterà di evolvere nel campo della produzione. Il futuro musicale è incerto, il settore è inflazionato, c'è tanta concorrenza, ma le persone di valore emergono lo stesso».
  • Il Trovatore
  • Musica
  • Intervista
  • Giovani Open Space
  • Tommaso Francavilla
  • Dj Sue
  • Susanna Capacchione
  • musica elettronica
Il Trovatore

Il Trovatore

Musica e dintorni, l'armonia di Barletta

Indice rubrica
Partitura 40 26 dicembre 2015 Partitura 40
Partitura 38 3 maggio 2015 Partitura 38
Partitura 37 4 novembre 2014 Partitura 37
Partitura 36 28 agosto 2014 Partitura 36
Partitura 35 6 giugno 2014 Partitura 35
Partitura 34 1 marzo 2014 Partitura 34
Partitura 33 15 gennaio 2014 Partitura 33
Partitura 32 4 dicembre 2013 Partitura 32
Altri contenuti a tema
«Volevo dar voce al mio io interiore con parole tutte mie» «Volevo dar voce al mio io interiore con parole tutte mie» Fabiana Finzi, 20enne barlettana, debutta con la sua prima canzone “Senza tempo”
Il barlettano Vincenzo Daloiso vince il “Campionato Italiano di Pasticceria Seniores” - INTERVISTA Il barlettano Vincenzo Daloiso vince il “Campionato Italiano di Pasticceria Seniores” - INTERVISTA «Viaggerò molto alle ricerca di nuove esperienze e soprattutto nuove idee»
Cittadella della Musica Concentrazionaria: l'approvazione dalla Giunta Cittadella della Musica Concentrazionaria: l'approvazione dalla Giunta Il progetto si terrà presso l'ex distilleria di Barletta
Barletta-Amburgo e ritorno inseguendo il violoncello Barletta-Amburgo e ritorno inseguendo il violoncello L’esperienza del giovane violoncellista barlettano Gabriele Marzella alla celebre Elbphilarmonie di Amburgo
Il coro "Il Gabbiano" in concerto il 6 e 8 gennaio Il coro "Il Gabbiano" in concerto il 6 e 8 gennaio L'ingresso sarà gratuito e si terranno uno, presso la Chiesa del SS.mo Crocifisso e l'altro, presso la Chiesa di S. Agostino
A Natale e Capodanno emissioni sonore fino alle ore 3 A Natale e Capodanno emissioni sonore fino alle ore 3 Ordinanza del sindaco Cannito
Operazione Soret, raggiunto l'obiettivo: recuperata l'intera sinfonia "Rêve de France" Operazione Soret, raggiunto l'obiettivo: recuperata l'intera sinfonia "Rêve de France" Nei prossimi mesi si stenderà in partitura il materiale fonografico
Ospite a Barletta la pianista Giuseppina Torre: «La musica è la mia isola felice» Ospite a Barletta la pianista Giuseppina Torre: «La musica è la mia isola felice» Incontrerà gli studenti il 25 e 26 novembre, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.