Il Trovatore

Partitura 37

Le radici dei Quacerbo

Folk, musica mediterranea, dialetto barlettano. Questi gli ingredienti musicali dei Quacerbo, trio musicale acustico che ha pubblicato il disco "A Fateik", nove storie musicate e cantate in dialetto, con uno sguardo al Mediterraneo. Vado a trovare i Quacerbo in campagna, nel loro trullo, adibito a sala prove, per fare due chiacchiere e ascoltare, seduti in giardino, qualche traccia del loro lavoro discografico.

Formazione:
Luigi Gianfrancesco – chitarre e voce
Nicola Lemma – chitarre
Nico Defazio - percussioni


Perché avete scelto il nome "Quacerbo"?
Luigi:«Il nome deriva dal "coacervo" di persone che si riuniscono in piazza, per discutere di tematiche sociali, le stesse tematiche che affrontiamo nei testi delle nostre canzoni, avvalendoci della ironia e delle storie di vita barlettana».

Quando è nato il gruppo?
Luigi:«il gruppo è nato 3 anni fa, dopo una esperienza di "blues barlettano". Ho incontrato Nicola Lemma, a cui si è aggiunto Nicola Defazio».

Come definireste la vostra musica?
Nicola:«Folk, con venature di cantautorato. Ad esempio, nel brano "Vangtid", esprimiamo un parere sottile sulla nostra classe politica, che definiamo "uomini di legno"».
Luigi:«Nascono da racconti di vita e tematiche sociali. Nel brano "Caterein", si narra la solitudine e l'abbandono di Caterina, una barlettana che soffre per la lontananza del marito, emigrato in America, oppure nel brano "Pataned", dove si narra di un alcolista, che vince una scommessa, ma perde il biglietto vincente ».

Nel brano "Omag- Gino", chi è citato?
Nico:«Il brano è un omaggio al grande Gino Pastore, che ha collaborato al brano».

Cosa vi piace della dimensione "live"?
Nico:«Ci piace la dimensione acustica, che il pubblico apprezza».
Luigi:«Non è facile suonare in altri paesi, a causa del dialetto. Sarebbe più semplice scrivere canzoni in italiano, ma noi vogliamo portare avanti la tradizione musicale barlettana, che è prestigiosa».

Quale sarà il vostro futuro musicale?
Nico:«Abbiamo avuto richieste da parte delle comunità barlettane sparse in Italia e all'estero. Siamo proiettati verso quei concittadini emigrati».

C'è un aneddoto legato al gruppo, che vi spinge a continuare?
Luigi:«C'è stato un momento in cui, sfiduciati dallo scarso riscontro di pubblico, stavamo per mollare il progetto Quacerbo. Un giorno, sulla nostra pagina face book, riceviamo un messaggio di incoraggiamento da parte di un concittadino barlettano, che vive da 40 anni lontano da Barletta e che per motivi di salute non può tornare. Ebbene, questo concittadino aveva ricevuto in regalo dai suoi parenti il nostro disco, e ci ringraziava di poter ascoltare un "pezzo di Barletta". Un uomo senza radici, è un albero tra piantato da un'altra parte».
  • Il Trovatore
  • Musica
  • Barlettanità
  • Intervista
  • Dialetto barlettano
  • Quacerbo
  • Tommaso Francavilla
Il Trovatore

Il Trovatore

Musica e dintorni, l'armonia di Barletta

Indice rubrica
Partitura 40 26 dicembre 2015 Partitura 40
Partitura 39 4 agosto 2015 Partitura 39
Partitura 38 3 maggio 2015 Partitura 38
Partitura 36 28 agosto 2014 Partitura 36
Partitura 35 6 giugno 2014 Partitura 35
Partitura 34 1 marzo 2014 Partitura 34
Partitura 33 15 gennaio 2014 Partitura 33
Partitura 32 4 dicembre 2013 Partitura 32
Altri contenuti a tema
Ospite a Barletta la pianista Giuseppina Torre: «La musica è la mia isola felice» Ospite a Barletta la pianista Giuseppina Torre: «La musica è la mia isola felice» Incontrerà gli studenti il 25 e 26 novembre, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne
"Aspirante nutrizionista" ma già influencer, l'esperienza della barlettana Floriana Bellino "Aspirante nutrizionista" ma già influencer, l'esperienza della barlettana Floriana Bellino Classe 1999, su Instagram sta spopolando con la sua pagina a tema educazione nutrizionale
Il dj barlettano Alessandro Crudele sarà presente all'Amsterdam Dance Event Il dj barlettano Alessandro Crudele sarà presente all'Amsterdam Dance Event «L'esibizione del 25enne barlettano è prevista il giorno 22 Ottobre in una location suggestiva, ideata da degli artisti iraniani»
18 Illuminazione in via Libertà, «stiamo affrontando il problema, è risolvibile» Illuminazione in via Libertà, «stiamo affrontando il problema, è risolvibile» Dopo la segnalazione su BarlettaViva, interviene il presidente della commissione Lavori Pubblici Flavio Basile
"The best of Tina Turner", a grande richiesta lo spettacolo con Luciana Negroponte e la Jazz Studio Orchestra "The best of Tina Turner", a grande richiesta lo spettacolo con Luciana Negroponte e la Jazz Studio Orchestra Appuntamento al prossimo 30 settembre a Trani
Sabato al DF Theatre sarà Deejay Time con Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso Sabato al DF Theatre sarà Deejay Time con Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso Grandi protagonisti dello show nel celebre locale biscegliese
L'orchestra va in scena per la festa del Santo legno della Croce L'orchestra va in scena per la festa del Santo legno della Croce L'intera cittadinanza è invitata a partecipare il giorno 14 settembre alla Santa messa alle ore 19.00 ed alla solenne processione alle ore 20.00
Laboratorio Urbano GOS: i quattro appuntamenti all’insegna della musica Laboratorio Urbano GOS: i quattro appuntamenti all’insegna della musica Ad aprire la rassegna “Band in Concerto” sabato  3 settembre
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.