Il Trovatore

Partitura 24

Las Cuerdas De Lorca, flamenco & poesia

Nel 2011, Spiros Maresca e Maria Filograsso, in un caffè del centro storico di Barletta, si sorprendono a parlare di duende, flamenco, Federico Garcia Lorca, Andalusia. Da quel momento, nasce l'idea di realizzare insieme una pièce poetico-musicale in cui la chitarra flamenca avrebbe accompagnato i versi di Lorca. Rimandano però l'idea al successivo incontro. Spiros: "Vado in Spagna, torno e ne riparliamo, promesso!".

Spiros dopo qualche tempo si reca nella capitale dell'Andalusia e del flamenco: Siviglia. Inizia così un percorso approfondito di studio della chitarra flamenca e dell'essenza del "cante". Durante questo viaggio, da cui ha tratto tecnica e compenetrazione del sentimento flamenco, incontra Maria Fe de la Piedra, cantante, all'interno della Fundación Cristina Heeren de Arte Flamenco. Con Maria Fe, in accademia, si instaura subito un rapporto di grande amizia e di intesa artistica.

Infatti, nel luglio del 2012, un anno dopo, Spiros torna in Italia e nello stesso caffè: "E' ancora il tuo poeta preferito Federico García Lorca?", a Maria, la quale intende subito la possibilità di lavorare sul quel progetto pensato un anno prima. Spiros le parla di Maria Fe, ed insieme decidono di contattarla. Nell'agosto dello stesso anno il trio si riunisce in un progetto comune: Las Cuerdas de Lorca.

Dopo giorni di intenso lavoro, il progetto "Las Cuerdas de Lorca" viene presentato per la prima volta, e da allora in poi il loro cammino tra versi e musica è in continua evoluzione.

Perché avete scelto "Las curdas de Lorca"?
Spiros
:«Le corde sono l'elemento comune che ci lega: le corde vocali e le corde della chitarra.Ci siamo uniti in un progetto comune per rendere omaggio a Federico Garcia Lorca».

Quali motivazioni vi accomunano?
Spiros
:« Mi sono incontrato con Maria Filograsso nel 2011, discutendo del poeta Federico Garcia Lorca. In seguito, sono andato a Siviglia e ho conosciuto Maria Fe nell'Accademia di Flamenco.Tornato a Barletta, ho sviluppato il progetto con Maria Filograsso. Ad agosto Maria Fe è arrivata a Barletta».

Maria Fe, com'è stata la tua esperienza musicale in Puglia?
« E' stata una bellissima esperienza, inoltre ci siamo potuti esibire anche nelle scuole».

Perché avete scelto rispettivamente la chitarra, il flamenco, la poesia per esprimervi?
Maria
:«E' imprescindibile parlare di flamenco e Lorca, che ha scritto poesie per il flamenco, ed è stato il poeta assoluto che ha parlato meglio dl sentimento, il "duende" che lega la storia della musica. Questo si evince dai suoi versi. Per me, è stato un innamoramento».
Spiros:«Suono la chitarra fin da bambino. Nel corso degli anni ho scelto lo stile flamenco. Se deve essere la tua vita, la chitarra ha bisogno di cure, non si può studiare in maniera superficiale. La chitarra è la mia sposa».
Maria Fe:« Anni fa, ho iniziato a cantare in Perù, presso l'Accademia di ballo flamenco. In seguito, ho deciso di trasferirmi a Siviglia, per perfezionare il mio stile. A Siviglia, ho conosciuto Spiros».

Quanto conta la dimensione "live"?
Maria
:«Per noi tre, è molto importante, dato che proponiamo una performance tradizionale del flamenco, con versi poetici che prendono vita, in maniera teatrale e musicale. Ci sono momenti in cui portiamo lo spettatore verso un'immagine lontana, che rappresenta il poeta e il sentimento gitano. Vorremo trasmettere il sentimento del duende al pubblico».
Spiros:«Il flamenco ha bisogno del pubblico, e suonarlo al di fuori dell'Andalusia, vuol dire ricevere reazioni diverse da un pubblico eterogeneo. Qui, il pubblico non ha conoscenza della tradizione andalusa , ma non è importante».

Quale pubblico vi piace vedere durante un vostro concerto?
Maria Fe
:« E' relativo,ogni pubblico ci sorprende. In scena, ciò che succede è irripetibile».
Spiros:«Il pubblico non è uniforme. In questi giorni, abbiamo avuto sorprese inaspettate, con gli alunni del liceo scientifico di Barletta».
Maria:«Catturare l'attenzione del pubblico è la nostra sfida».

Vi sentite apprezzati a Barletta?
Maria
:«Barletta è come una mamma, a volte severa, altre volte accogliente. Una parte di pubblico ci segue, altri sono più "provinciali". Ma col tempo, l'identità artistica si apprezza,indipendentemente dal luogo. Ci sono difficoltà, ma anche tante persone che ci seguono».

Quale sarà il vostro futuro musicale?
Spiros
:«Vorremmo portare questo progetto in altre regioni, in primavera e in estate. Continueremo così, come piace a noi».
6 fotoLas Cuerdas De Lorca
Las Cuerdas De LorcaLas Cuerdas De LorcaLas Cuerdas De LorcaLas Cuerdas De LorcaLas Cuerdas De LorcaLas Cuerdas De Lorca
Social Video2 minutiLas Cuerdas de Lorcathespirosful
Per info e date dei concerti: http://www.lascuerdasdelorca.com/chi-siamo/

Federico del Sagrado Corazón de Jesús García Lorca, (Fuente Vaqueros, 5 giugno 1898 – Víznar, 19 agosto 1936), è stato un poeta e drammaturgo spagnolo appartenente alla cosiddetta generazione del '27, un gruppo di scrittori che affrontò le Avanguardie europee con risultati eccellenti, tanto che la prima metà del Novecento viene definita la Edad de Plata della letteratura spagnola. Apertamente a favore delle forze repubblicane e dichiaratamente omosessuale, scoppiata la Guerra civile spagnola viene per questo ucciso da ignoti, probabilmente legati al movimento nazionalista.

Il flamenco è il nome di uno stile musicale, di una tecnica di pittura ed una danza tipica dell'Andalusia. Fortemente influenzato dal popolo nomade, il flamenco affonda le sue radici nella cultura musicale dei Mori e degli Ebrei. Oggi il flamenco fa parte della cultura e della tradizione musicale spagnola. Dalla seconda parte dell'Ottocento il flamenco ha inoltre attraversato i confini nazionali venendo rappresentato in tutto il mondo.
  • Il Trovatore
  • Musica
  • Intervista
  • Flamenco
  • Las Cuerdas De Lorca
  • Tommaso Francavilla
Il Trovatore

Il Trovatore

Musica e dintorni, l'armonia di Barletta

Indice rubrica
Partitura 40 26 dicembre 2015 Partitura 40
Partitura 39 4 agosto 2015 Partitura 39
Partitura 38 3 maggio 2015 Partitura 38
Partitura 37 4 novembre 2014 Partitura 37
Partitura 36 28 agosto 2014 Partitura 36
Partitura 35 6 giugno 2014 Partitura 35
Partitura 34 1 marzo 2014 Partitura 34
Partitura 33 15 gennaio 2014 Partitura 33
Altri contenuti a tema
Il barlettano Vincenzo Daloiso vince il “Campionato Italiano di Pasticceria Seniores” - INTERVISTA Il barlettano Vincenzo Daloiso vince il “Campionato Italiano di Pasticceria Seniores” - INTERVISTA «Viaggerò molto alle ricerca di nuove esperienze e soprattutto nuove idee»
Cittadella della Musica Concentrazionaria: l'approvazione dalla Giunta Cittadella della Musica Concentrazionaria: l'approvazione dalla Giunta Il progetto si terrà presso l'ex distilleria di Barletta
Barletta-Amburgo e ritorno inseguendo il violoncello Barletta-Amburgo e ritorno inseguendo il violoncello L’esperienza del giovane violoncellista barlettano Gabriele Marzella alla celebre Elbphilarmonie di Amburgo
Il coro "Il Gabbiano" in concerto il 6 e 8 gennaio Il coro "Il Gabbiano" in concerto il 6 e 8 gennaio L'ingresso sarà gratuito e si terranno uno, presso la Chiesa del SS.mo Crocifisso e l'altro, presso la Chiesa di S. Agostino
A Natale e Capodanno emissioni sonore fino alle ore 3 A Natale e Capodanno emissioni sonore fino alle ore 3 Ordinanza del sindaco Cannito
Operazione Soret, raggiunto l'obiettivo: recuperata l'intera sinfonia "Rêve de France" Operazione Soret, raggiunto l'obiettivo: recuperata l'intera sinfonia "Rêve de France" Nei prossimi mesi si stenderà in partitura il materiale fonografico
Ospite a Barletta la pianista Giuseppina Torre: «La musica è la mia isola felice» Ospite a Barletta la pianista Giuseppina Torre: «La musica è la mia isola felice» Incontrerà gli studenti il 25 e 26 novembre, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne
"Aspirante nutrizionista" ma già influencer, l'esperienza della barlettana Floriana Bellino "Aspirante nutrizionista" ma già influencer, l'esperienza della barlettana Floriana Bellino Classe 1999, su Instagram sta spopolando con la sua pagina a tema educazione nutrizionale
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.