Silent Disco
Silent Disco
La città

​Silent party: Cascella chiama, Barletta risponde?

Il sindaco su Facebook sostiene il fenomeno approdato da pochi mesi in Italia

Elezioni Regionali 2020
«Ci sarà qualche intraprendente gestore, sensibile alle esigenze degli abitanti del centro storico, che voglia coltivare l'originale fenomeno anche da noi?» La domanda arriva, come si conviene nell'epoca del 2.0, direttamente su Facebook, e a porla, o meglio a postarla, è il primo cittadino di Barletta Pasquale Cascella, che vi aggiunge lo scatto di una pagina di giornale dove si racconta dell'esperienza intrapresa in un locale di Conversano, provincia di Bari. La "sfida" a cui il sindaco fa menzione è quella della silent disco, ovvero una pista da ballo silenziosa: con l'ausilio di cuffie illuminate tanti giovani si possono scatenare sulle piste da ballo senza che la musica invada le piazze e le strade oltre orari entro i limiti della tolleranza. Anche chi non partecipa direttamente al silent può godersi uno spettacolo nello spettacolo: c'è infatti una base bassissima anche per chi non è dotato di cuffie o per chi decide di togliersele ed è davvero suggestivo vedere centinaia di cuffie illuminarsi al buio in colori diversi.

Una risposta alla movida rumorosa, che ha già preso piede in altri centri pugliesi come Conversano e alcune piazze salentine, per citarne alcune, che rappresenterebbe una possibilità di protrarre la serata a suon di musica fino a tarda notte, andando oltre il limite temporale (oggi fissato alle 3 per bar e esercizi pubblici). Un'idea efficace quanto estemporanea, che non va confusa con le politiche a tutela del cittadino e anche-perché no-del suo svago, o a provvedimenti che possano agevolare la rivitalizzazione di una litoranea ancora poco "exploitata" quanto a ricettività e nightlife. Silent party: Cascella chiama, Barletta risponde?
(Twitter: @GuerraLuca88)
  • Pasquale Cascella
  • Discoteca
Altri contenuti a tema
Coronavirus, «È importante rinviare feste e serate per la nostra salute» Coronavirus, «È importante rinviare feste e serate per la nostra salute» Il messaggio inviato da un nostro giovane lettore di Barletta
Per ora nessuna speranza per il sottovia di via Vitrani a Barletta Per ora nessuna speranza per il sottovia di via Vitrani a Barletta Il varco, che collega via Vittorio Veneto e via Vitrani, è considerato un'area a media pericolosità idraulica
2 Dall'ex sindaco di Barletta Pasquale Cascella gli auguri per Mino Cannito Dall'ex sindaco di Barletta Pasquale Cascella gli auguri per Mino Cannito «Ricercare sempre di far valere l'interesse generale della città»
Timac di Barletta, Pasquale Cascella: «Bonifica e sostegno ai lavoratori» Timac di Barletta, Pasquale Cascella: «Bonifica e sostegno ai lavoratori» «Al risanamento insieme all'occupazione non si può rinunciare»
2 Il sindaco Cascella saluta la cittadinanza in una lunga lettera Il sindaco Cascella saluta la cittadinanza in una lunga lettera «Avevamo una missione in cui credere. Ci abbiamo provato senza mai cedere alla propaganda o temere l'impopolarità»
Cascella va via, il Comune di Barletta è ufficialmente commissariato Cascella va via, il Comune di Barletta è ufficialmente commissariato Il commissario prefettizio sarà l'attuale viceprefetto vicario Gaetano Tufariello
1 Da giugno 2013 a oggi: la relazione di fine mandato del sindaco Cascella Da giugno 2013 a oggi: la relazione di fine mandato del sindaco Cascella «Questo atto traccia le scelte compiute e il lascito ai prossimi amministratori»
1 La processione della Madonna dello Sterpeto non passa dalla Timac La processione della Madonna dello Sterpeto non passa dalla Timac La tradizionale tappa non si è svolta a causa della revoca della facoltà d'uso degli impianti
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.