Pop Corn

Gone Girl: l'amore psicotico nell'ultimo cult di David Fincher

Un americano rovesciamento della sottomissione femminile

«Perché ci siamo desiderati, amati, combattuti, fino al punto di volerci uccidere?- Semplice Nick, perché ci siamo sposati». La risposta è banale, ma la messa in scena che la sottende non lo è affatto. La drammaticità dell'ultimo cult di David Fincher si colloca in un sentimentalismo tutto americano, in cui il valore del giudizio conta più dell'azione della correttezza. L'intreccio, basato sul romanzo di Gillian Flynn "L'amore bugiardo", pur non avendo punti di rottura, ha virgole di eccedenza; un film che si concede tutte le libertà rappresentative della fiction, abbinandole-con gialla abilità- alle aspettative raziocinanti dello spettatore.

Lui perde il lavoro, lei si conquista il diritto di rimproverarlo; lei perde il fascino di donna accomodante, lui si prende il diritto di tradirla. Perdita e presa pesano sull'equilibrio estetico di una coppia di amanti, che-a causa della recessione- si ritrova ad essere per un terzo il marito fannullone e farfallone e per la restante parte una donna benestante e non più attraente. Ed è questa parte a formare l'intero di una pellicola che gira senza occasione di discontinuità. D'un tratto, una scomparsa misteriosa, sottesa da una semina di indizi lasciati dall'apparente vittima, dedicati all'apparente colpevole e destinati alla polizia investigativa. Il calcolatore della mente femminile non ha trascurato nulla: un simulato rapimento, un prelievo di sangue spruzzato per terra e malamente pulito (esattamente come rimedierebbe un uomo), la finta amicizia con la vicina, dalla quale estrarre un campione di urina per farsi diagnosticare una gravidanza, un diario segreto su cui scrivere i finti maltrattamenti subiti, la finta sensazione di paura, di pericolo. Il tutto per infangare Nick (Ben Affleck), un uomo forse avvilito dalla capacità economica della bellissima moglie Amy (Rosamund Pike), al punto da far credere sufficientemente plausibile la sua colpevolezza. Ed ecco che l'America femminista si scatena contro l'uomo-orco: l'attenzione mediatica è a livelli altissimi, la casa di Nick è costantemente circondata dai giornalisti che a questa storia hanno solo un accesso superficiale. Ma la storia è talmente fitta da essere impenetrabile persino per la detective Boney, l'unica a credere all'innocenza di Nick.

Ma non è la polizia a dare la svolta alle indagini: la psicosi di Amy la riporta a casa, solo dopo essersi creata l'alibi del rapimento e dello stupro sodomizzato per mano della sua vecchia fiamma Desi (il sagace Neil Patrick Harris di "How I met your mother"), sgozzato durante il rapporto sessuale. Tuttavia, non è un ritorno all'Io: istinto distruttivo e propensione alla buona facciata sociale non contemplano alcun equilibrio. Ancora una volta, l'America crede alla muliebre calcolatrice: comincia una farsa matrimoniale tra Nick, costretto ad accogliere la malvagia bellezza sotto il tetto coniugale, e Amy, ormai entrata nel ruolo bisbetico della moglie maltratta ma riscattata, che continua a tenere sotto scacco la persona che non è riuscita a distruggere. Una fuga d'odio che diverge verso la sensibilità transatlantica, per un rovesciamento dello stereotipo occidentale, forsanche universale sul sesso debole. La risposta sul matrimonio, che accompagna l'epilogo alla Basic Instinct, semplifica la complessità del groviglio passionale, a conferma che l'azione della perfidia detta il valore dell'unione eterna.
  • Tentato omicidio
  • Mass-media
  • Matrimonio
Altri contenuti a tema
1 Barletta capitale del wedding pugliese con Wedding Love Emotion Day Barletta capitale del wedding pugliese con Wedding Love Emotion Day Le emozioni infinite di un giorno speciale: tutti i professionisti per i futuri sposi
Atelier di alta moda sposa, a Trani nasce “Bucaneve” Atelier di alta moda sposa, a Trani nasce “Bucaneve” Il 13 dicembre sfilata al teatro Impero
Tentato omicidio, quattro anni di condanna per il pasticcere di Barletta Tentato omicidio, quattro anni di condanna per il pasticcere di Barletta Il caso risale allo scorso febbraio: un agricoltore fu sparato alle spalle nelle campagne di Trinitapoli
Agguato a Pasquale Ventura, pene ridotte per i tre condannati Agguato a Pasquale Ventura, pene ridotte per i tre condannati Il reato contestato ora sarebbe di tentate lesioni aggravate, e non più tentato omicidio
5 Litigano per vecchi rancori e si sfiora la tragedia alla stazione di Barletta Litigano per vecchi rancori e si sfiora la tragedia alla stazione di Barletta Arrestato un 47enne barlettano con l'accusa di tentato omicidio
6 Riti civili sulle spiagge di Barletta Riti civili sulle spiagge di Barletta I quattro gli stabilimenti balneari risultati idonei
6 A Barletta sarà possibile sposarsi in riva al mare A Barletta sarà possibile sposarsi in riva al mare I riti civili potranno essere celebrati negli spazi di stabilimenti balneari
In carcere il 51enne barlettano reo di tentato omicidio nell'agro di Trinitapoli In carcere il 51enne barlettano reo di tentato omicidio nell'agro di Trinitapoli L'uomo era agli arresti domiciliari dopo aver collaborato con le forze di polizia
© 2001-2018 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.