Infermiera
Infermiera
Servizi sociali

Sanità, la Regione Puglia è penultima in Italia

Commenti di Emiliano e Schittulli sulla classifica stilata dal Ministero

La sanità pugliese è una delle peggiori in Italia. A dirlo è la classifica dei Lea (livelli essenziali di assistenza) 2013 stilata presso il ministero della Salute: la Puglia si piazza al penultimo posto nella graduatoria nazionale, ottenendo 134 sui 225 punti al massimo ottenibili. Peggio di lei solo Campania e Calabria, mentre a conquistare la vetta della classifica è la Toscana, seguita da Emilia Romagna e Piemonte. La rilevazione dei dati riguarda 31 indicatori che descrivono le prestazioni che tutte le Regioni devono garantire ai cittadini, analizzando le modalità con cui vengono erogate. Tra le prestazioni prese in considerazione ai fini della graduatoria figurano anche: assistenza agli anziani; screening di mammella, colon retto e cervice uterina; risonanza magnetica; ricoveri ospedalieri e attività di prevenzione.

Sono subito giunti i commenti "a caldo" di Schittulli ed Emiliano. Il candidato governatore di centro-destra ha sottolineato la contraddizione della nostra Regione: «Da anni i pugliesi hanno una delle sanità peggiori d'Italia, ma una delle più costose. Sono stati dieci anni di disastri». Di diversa idea è il candidato governatore di centro-sinistra, Michele Emiliano: «Se verrò eletto, mi assumo la responsabilità di milioni di pugliesi, ma non farò tutto da solo». Intervento anche dellassessore alla Sanità, Donato Pentassuglia, secondo cui la classifica sarebbe elaborata sulla base di "dati provvisori" in via di completamento attraverso l'istruttoria congiunta Regione/Ministero; la tabella, secondo l'assessore, è stata «forse diffusa per motivi elettorali, riguarda soltanto adempimenti formali e non la qualità dei servizi offerti». Il Ministero della salute, con una nota, tiene a precisare che «si rileva che tutte le rilevazioni relative alle Regioni in piano di rientro sono da considerare provvisorie in quanto le stesse Regioni hanno tempo fino al 10 marzo per presentare integrazioni documentali».

[Maria Scoccimarro, redazione TraniViva]
  • Regione Puglia
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Covid in Puglia, numeri stabili nelle ultime ore Covid in Puglia, numeri stabili nelle ultime ore Registrati 541 casi positivi
Covid, poco più di 400 i positivi ricoverati negli ospedali pugliesi Covid, poco più di 400 i positivi ricoverati negli ospedali pugliesi Secondo giorno consecutivo senza decessi registrati
Calano ancora gli attualmente positivi al Covid in Puglia Calano ancora gli attualmente positivi al Covid in Puglia Nessun decesso registrato nelle ultime ore. Tasso di positività sugli ultimi test al 17.5%
Nasce l'Associazione Diabetici Bat, a tutela dei pazienti insulino-dipendenti Nasce l'Associazione Diabetici Bat, a tutela dei pazienti insulino-dipendenti L'iniziativa per ottenere una maggiore attenzione nelle cure
La Regione Puglia lancia il corso online per stimolare l’innovazione e i processi di policy making La Regione Puglia lancia il corso online per stimolare l’innovazione e i processi di policy making Il corso sarà interamente in inglese, gratuito e in linea con i principi dell’open education
Pass laureati 2022 per la frequenza di master post laurea Pass laureati 2022 per la frequenza di master post laurea La prima finestra del bando ha registrato oltre 1500 istanze di candidatura
Covid in Puglia, ricoverati stabili intorno a quota 500 Covid in Puglia, ricoverati stabili intorno a quota 500 Circa 55 mila gli attualmente positivi
Covid in Puglia, netto calo degli attualmente positivi Covid in Puglia, netto calo degli attualmente positivi Dato dei ricoverati in aumento
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.