Consiglio Comunale
Consiglio Comunale
Politica

Il consiglio trova il suo presidente: il cielo torna sereno a Barletta

Il neo Presidente del consiglio Sabino Dicataldo: «Destinerò metà del mio compenso a un ente benefico»

Presidente fu. Il consiglio comunale che si è svolto ieri pomeriggio ha dato testimonianza dell'accordo raggiunto tra i banchi della maggioranza con l'elezione di Sabino Dicataldo. Di seguito i punti all'ordine del giorno e il nostro resoconto a cura di Ida Vinella e Antonella Filannino:
  1. Elezione del Presidente del Consiglio comunale (art. n.39 del D. L.vo 267/2000 – art. 8 del vigente Statuto comunale);
  2. Elezione dei due Vice Presidenti del Consiglio comunale (art. 9 del vigente Statuto comunale);
  3. Giuramento del Sindaco (art. n.50, comma 11°, D. L.vo 267/2000 ed art. 7 Statuto comunale);
  4. Approvazione bilancio consolidato esercizio 2017.
La seduta si è aperta alle ore 17:04 con 32 consiglieri presenti e un solo assente (Di Paola). A presiedere l'assise è stata la consigliera anziana Maria Angela Carone del Movimento 5 Stelle, su indicazione della prefettura, nonostante il suo dissenso.

Domande di attualità

La discussione si è aperta con due domande di attualità, nonostante la richiesta avanzata dal consigliere Carmine Doronzo, vista l'urgenza dei punti all'ordine del giorno. Il rinvio, votato favorevolmente da soli 13 consiglieri, non è stato concesso.

La prima domanda di attualità, esposta da Ruggiero Mennea del PD, ha riguardato il canale H e l'imminente realizzazione di una vasca per le acque meteoriche nel plesso della scuola Modugno. Mennea ha ribadito la necessità di trovare un'altra ubicazione per prevenire eventuali problemi per gli studenti. «Si tratta di una soluzione tecnica da me in parte avversata» ha risposto il sindaco Cannito, che ha sottolineato come si tratti dell'alternativa più economica rispetto all'ubicazione proposta in via Violante, e che l'amministrazione ha dovuto attivarsi a soli 8 giorni dall'insediamento, portando avanti quindi una decisione presa dalla precedente amministrazione. Si è aggiunta anche la risposta del dirigente Donato Lamacchia: «Scelta cautelare e ben valutata in termini ambientali e funzionali».

Il consigliere Michele Grimaldi è intervenuto con la seconda domanda di attualità relativa al caos che si è generato nei giorni scorsi per i lavori svolti in via Monfalcone, senza giusto preavviso per i cittadini. Il sindaco Cannito ha risposto sostenendo la polemica: «Il problema è che non abbiamo un regolamento del sottosuolo». Il riferimento è al recente stop al cantiere di via Milano a causa del ritrovamento di alcuni tubi Enel non mappati nel corso degli scavi. «Attiveremo una class action con i cittadini» ha detto Cannito e rievocando con amarezza la tragedia di via Milano nella quale perse la vita un operaio dell'Italgas. Poi ha annunciato: «A giorni chiuderemo il passaggio a livello di via Andria». Si prevendono tanti disagi per i cittadini, ma per il sindaco occorre insistere per concretizzare subito questi lavori. «Vogliamo attivare un servizio bus per trasportare studenti e cittadini da una parte all'altra del cantiere».

Primo punto all'odg: "Elezione del Presidente del Consiglio comunale"

La discussione si è conclusa e si è passati finalmente al primo punto all'odg alle ore 18 in punto. Argomento ormai ampiamente dibattuto: elezione del presidente del consiglio comunale. Si tratta del terzo scrutinio: per l'elezione dunque erano richiesti almeno 17 voti favorevoli. La votazione si è conclusa con l'elezione di Sabino Dicataldo, consigliere comunale della Buona Politica e nome su cui Cannito aveva insistito sin dagli albori del suo mandato.

«Oggi - dichiara il sindaco Cosimo Cannito - eleggendo il Presidente del consiglio, è stato fatto un grandissimo passo in avanti. Dobbiamo essere sinceri, non era una necessità impellente, tanto meno ci sono dei termini di legge da rispettare per la sua nomina. Si tratta di un dovuto politico-amministrativo che andava espletato e finalmente, grazie ai consiglieri di maggioranza, siamo riusciti a raggiungere una quadra nell'interesse di Barletta. Mi sono infatti imposto di pensare alla nostra città e non a interessi di parte. Questo invito è stato accolto! Fin da subito ho fatto il nome di Sabino Dicataldo per un riconoscimento morale che, tuttavia, non ha nulla a che fare con la politica. Questa scelta è stata uno dei motivi di conflitto con il resto della maggioranza. Volevo la nomina di Dicataldo poiché è stato uno dei primi a credere in me, in qualità di candidato sindaco. Ho sbagliato in quanto la scelta non può avvenire in nome di un riconoscimento morale. Stasera lo abbiamo eletto perché merita politicamente quella posizione».

«La maggioranza ha votato in maniera compatta, segno di una ritrovata coesione - afferma il nuovo Presidente del consiglio Sabino Dicataldo. Sono onorato e orgoglioso di aver ricevuto questo incarico dal consiglio comunale. Non posso che ringraziare il sindaco Cannito per la sua determinazione e per avermi da sempre sostenuto». Sul finire della convocazione il neo Presidente del consiglio Dicataldo ha dichiarato di voler destinare metà del suo compenso da presidente a un ente benefico.

Secondo punto all'odg: "Elezione dei due Vice Presidenti del Consiglio comunale"

A seguito dell'elezione del presidente del consiglio, i consiglieri hanno votato per la nomina dei due Vice Presidenti. Con 15 voti, Flavio Basile è stato eletto Vice Presidente Vicario. Stella Mele, con 11 voti favorevoli, ricoprirà la seconda carica di Vice Presidente. La prima parte si è conclusa con il giuramento del Primo cittadino Cosimo Cannito. Dopo una lunga pausa, i consiglieri hanno dibattuto sui debiti fuori bilancio. L'assise si è sciolta alle ore 22.17.
6 fotoSabino Dicataldo è il nuovo Presidente del Consiglio comunale di Barletta
Consiglio ComunaleConsiglio ComunaleConsiglio ComunaleConsiglio ComunaleConsiglio ComunaleConsiglio Comunale
  • Consiglio comunale
Altri contenuti a tema
Movimento 5 Stelle Barletta... e il consiglio comunale? Movimento 5 Stelle Barletta... e il consiglio comunale? «Sono passati sette giorni dal giorno della seduta deserta»
4 Consiglio deserto a Barletta, «La maggioranza non ha alcun rispetto della città» Consiglio deserto a Barletta, «La maggioranza non ha alcun rispetto della città» La stoccata del consigliere M5S Basile presente alla convocazione di oggi
Consiglio comunale, il 6 febbraio per i debiti fuori bilancio Consiglio comunale, il 6 febbraio per i debiti fuori bilancio Ben 16 punti all'odg, tra cui l'approvazione delle linee di mandato 2018-2023
2 Patto Nord Barese Ofantino, delibera approvata ma l'opposizione di Barletta dice no Patto Nord Barese Ofantino, delibera approvata ma l'opposizione di Barletta dice no Dino Delvecchio: «Oggi avete presentato una delibera fumosa. Riempitela di contenuti e basta con i ricatti morali»
Consiglio comunale, in aula per la revisione delle società partecipate Consiglio comunale, in aula per la revisione delle società partecipate Domani l'ultima convocazione del 2018
Il consiglio comunale di Barletta approva il bilancio di previsione 2019/2020 Il consiglio comunale di Barletta approva il bilancio di previsione 2019/2020 Sì in tempi record per il primo bilancio dell'amministrazione Cannito
Consiglio comunale di Barletta, in aula per il bilancio di previsione Consiglio comunale di Barletta, in aula per il bilancio di previsione Si discuterà di DUP, aliquote IMU e TASI, anche delle tariffe della TARI per il 2019
1 Il Consiglio comunale di Barletta approva IV Piano Sociale di Zona Il Consiglio comunale di Barletta approva IV Piano Sociale di Zona Approvazione all'unanimità: alcuni cenni di approfondimento
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.