Torno Subito
Torno Subito
La città

Flash mob in carrozzina: l’Ambulatorio Popolare chiede una Barletta accessibile

Matteucci: «Per una volta sono i disabili ad occupare i posti dei normodotati»

Elezioni Regionali 2020
Strade e marciapiedi dissestati che impediscono di attraversarli senza esporsi a rischi, l'occupazione abusiva di posti riservati a persone con disabilità o donne incinta, fino ad arrivare all'inadeguatezza dell'accesso ad alcuni uffici pubblici. Sono solo alcune delle barriere architettoniche che rendono la città della Disfida ancora non pienamente accessibile a tutti. Questa la denuncia sollevata con il flash mob, organizzato dall'Ambulatorio Popolare di Barletta durante il pomeriggio di ieri, che ha acceso i riflettori sul problema dell'inaccessibilità, con il quale le persone disabili o con mobilità ridotta devono quotidianamente fare i conti, dimostrando ai normodotati, per una volta, quali sono i disagi che molti cittadini sono costretti a subire.

«Chiediamo che il tema ritorni nell'agenda politica e sociale di questo Comune – ha dichiarato Cosimo Matteucci (Ambulatorio Popolare) – È fondamentale abbattere le barriere architettoniche, ma anche tutti quegli ostacoli sociali e culturali che impediscono a questa città di essere pienamente accessibile. Con questo flash mob abbiamo ribaltato il problema. Per una volta – spiega Matteucci – sono i disabili ad occupare i posti dei normodotati».

Insomma, un vero e proprio appuntamento per bloccare simbolicamente il traffico nel pieno centro della città. A parteciparvi, anche i ragazzi dell'associazione Zenith di Andria con uno spettacolo di sensibilizzazione sul tema. Il messaggio, chiaramente, è tutto rivolto all'amministrazione comunale affinché realizzi il Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA), aprendo un tavolo tecnico in cui possa discutersi dell'effettivo abbattimento delle barriere architettoniche presenti in città.

«C'è una maleducazione diffusa del cittadino – denuncia Romeo Tuosto (Ambulatorio Popolare) – perché quando dice "torno subito", ha già creato un problema per la persona disabile o per la persona che ha difficoltà nel deambulare. Dialoghiamo in continuazione con l'amministrazione comunale. Chiediamo – prosegue Tuosto – che ci si sieda finalmente ad un tavolo tecnico e si cominci a programmare un lavoro nel tempo per rendere questa città come tutte le altre, una città vivibile per tutti quanti i cittadini».

Ad essere condannato anche il comportamento di quanti, abusivamente, occupano i parcheggi riservati a disabili e donne in gravidanza. «Per questo chiediamo alla Polizia Municipale di mettere in campo maggiori e più severi controlli – avanza Cosimo Matteucci – sia nei confronti di quelli che occupano abusivamente i parcheggi, sia contro la contraffazione dei tagliandi».
3 fotoFlash mob in carrozzina, l’Ambulatorio Popolare per una Barletta più accessibile
"Torno subito": per una volta i disabili occupano i posti dei normodotati"Torno subito": per una volta i disabili occupano i posti dei normodotati"Torno subito": per una volta i disabili occupano i posti dei normodotati
  • Disabilità
  • Ambulatorio popolare
Altri contenuti a tema
Barletta casa della nuova sede del Comitato provinciale ANPI BAT Barletta casa della nuova sede del Comitato provinciale ANPI BAT L'inaugurazione si terrà presso l’Ambulatorio popolare di Barletta il prossimo 2 giugno
A Barletta nasce la Lira popolare, la moneta per sostenere gli ultimi A Barletta nasce la Lira popolare, la moneta per sostenere gli ultimi Il progetto realizzato da Ambulatorio popolare e Confcommercio Barletta: «La Lira popolare circolerà con un valore di scambio pari a 1,10 euro»
Disabilità, 800 euro al mese dalla Puglia per pazienti gravi Disabilità, 800 euro al mese dalla Puglia per pazienti gravi La procedura di accesso al contributo economico sarà comunicata nei prossimi giorni
Campo spiaggia di Barletta: risolta la situazione dei senzatetto Campo spiaggia di Barletta: risolta la situazione dei senzatetto L'Ambulatorio popolare: «Da oggi Barletta è più bella»
2 Emergenza senzatetto, l'Ambulatorio popolare: «Servono tende e coperte» Emergenza senzatetto, l'Ambulatorio popolare: «Servono tende e coperte» «Nessuno deve rimanere indietro specialmente in questo momento di emergenza sanitaria nazionale»
Ripulito il "campo spiaggia": i ringraziamenti dei senzatetto di Barletta Ripulito il "campo spiaggia": i ringraziamenti dei senzatetto di Barletta «Grazie di cuore da parte di tutta la comunità mutualistica dell'Ambulatorio popolare di Barletta»
Ambulatorio popolare di Barletta, sospensione attività didattiche Ambulatorio popolare di Barletta, sospensione attività didattiche «Per tutto il periodo della sospensione cercheremo di attivare dei corsi a distanza, o tramite dirette Facebook»
Ambulatorio popolare di Barletta, sabato l’inaugurazione della nuova sede Ambulatorio popolare di Barletta, sabato l’inaugurazione della nuova sede «Un grazie al signor Prezioso che ha messo a disposizione gratuitamente il proprio immobile»
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.