Consiglio regionale
Consiglio regionale
Politica

Trattamento di fine mandato, Di Bari: «Legittimo in Puglia come nel resto d'Italia»

Il gruppo consiliare pentastellato pronto a sollecitare Emiliano e governo nazionale ad abrogare il TFM a tutti i livelli

Da quando è stato reintrodotto a fine luglio nella Regione Puglia, una serie di polemiche hanno accompagnato la decisione di reintrodurre il trattamento di fine mandato per i consiglieri regionali, provvedimento votato a favore dall'unanimità dei gruppi consiliari, compreso il M5S.

E proprio l'adesione del gruppo pentastellato è stata aspramente criticata sia da parte dell'opinione pubblica sia da una parte dello stesso movimento politico, con la dura presa di posizione dell'ex candidata alla regionali Antonella Laricchia, che ha ricordato come questa prebenda fosse stata una delle questioni su cui i pentastellati si erano sempre battuti contro.

«Non ci sottraiamo al dibattito sul TFM e siamo pronti a confrontarci in aula sulle proposte presentate dai colleghi, che auspichiamo vengano discusse il prima possibile». E' questa la risposta che il gruppo consiliare pentastellato di via Gentile, attraverso la sua capogruppo, l'andriese Grazia Di Bari, ha rilasciato alla stampa.

«A settembre in Aula ci faremo portatori di una mozione per impegnare il presidente della Giunta a sollecitare il governo nazionale per l'abrogazione del trattamento di fine mandato a tutti livelli, a partire dai parlamentari, ai consiglieri regionali di altre regioni, ai sindaci. Se l'istituto è illegittimo in Puglia lo è per tutta l'Italia e per tutte le regioni. La legge deve essere uguale per tutti e non a seconda della regione in cui si vive.

Non ci sottraiamo al dibattito e siamo pronti a confrontarci in Aula sulle proposte presentate dai colleghi, che auspichiamo vengano discusse il prima possibile. Non accettiamo però attacchi strumentali visto tutto quello che abbiamo restituito col taglio dei nostri stipendi nella scorsa legislatura e che continuiamo a donare per progetti utili alla collettività».
  • Regione Puglia
Altri contenuti a tema
Superata ancora la soglia dei 4000 attualmente positivi Superata ancora la soglia dei 4000 attualmente positivi Nessun decesso registrato in Puglia nelle ultime ore
Covid, in Puglia al via le terze dosi per gli over 18 anni dal 1° dicembre Covid, in Puglia al via le terze dosi per gli over 18 anni dal 1° dicembre Nella Bat sono in aumento le prenotazioni per la somministrazione di richiamo
300 nuovi contagi in Puglia fra i test delle ultime ore 300 nuovi contagi in Puglia fra i test delle ultime ore Nessuna variazione di rilievo sul dato relativo alle ospedalizzazioni
Covid in Puglia, scende il numero dei ricoverati Covid in Puglia, scende il numero dei ricoverati Tasso di positività inferiore all'1% nelle ultime ore
In Puglia partono le terze dosi per il personale scolastico In Puglia partono le terze dosi per il personale scolastico Le somministrazioni sono riservate agli over 40 che hanno concluso da almeno 6 mesi il ciclo vaccinale
1 Attualmente positivi al Covid in Puglia di nuovo verso quota 4000 Attualmente positivi al Covid in Puglia di nuovo verso quota 4000 169 ricoverati negli ospedali. Non si sono registrati decessi nelle ultime ore
Oltre 100 contagi in Puglia nelle ultime ore Oltre 100 contagi in Puglia nelle ultime ore Il rapporto tra ricoverati e attualmente positivi resta meno di 1 a 20
Nuova risalita del numero di attualmente positivi al Covid in Puglia Nuova risalita del numero di attualmente positivi al Covid in Puglia 179 i contagiati costretti al ricovero in ospedale al momento
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.