Laurora
Laurora
Politica

Il Senatore Giuseppe Dipaola è candidato sindaco dell’UDC

Nobile arretramento all’ultimo minuto di Domenico Spinazzola fautore della biopolitica. Compagine politica collocato in un centro ancora indefinito

La programmata conferenza stampa convocata questa mattina dall'UDC , si è svolta regolarmente; è solo cambiata l'iscrizione nell'agenda del partito di Casini e in ambito locale e provinciale di Carlo Laurora [come da noi anticipato in esclusiva ndr]. Non sarà più il dott. Domenico Spinazzola, bensì il più esperto e collaudato Senatore Giuseppe Dipaola a ricoprire la candidatura a sindaco nelle prossime amministrative di Barletta. Il medico ha spianato la strada al più popolare politico barlettano con inusuale fair play della politica. Sul tardi ieri sera, i dirigenti dell'UDC gli hanno chiesto il sacrificio di fare un passo indietro e accelerare così una più facile e scorrevole sintesi per iniziare senza altro indugio la campagna elettorale. Domenico Spinazzola ha offerto piena disponibilità, pur facendo trasparire, in conferenza stampa, un impercettibile dolore interiore.

«Ben volentieri» ha dichiarato, il manager della Asl, «lascio questa responsabilità a Giuseppe Dipaola, consapevole che sarà capace di interpretare il mio progetto di Biopolitica, laddove è necessario risvegliare i più svogliati, pigri ed onesti cittadini portandoli alle urne perché solo il loro voto è in grado di sconfiggere i soliti noti che pilotano ogni campagna elettorale». Prima di altre voci è stato il segretario provinciale Carlo Laurora a spiegare come si è giunti alla candidatura Di Paola. Non ha omesso nulla circa il difficile racconto che in queste settimane ha visto l'UDC in forte difficoltà tanto da indurlo a correre solitari collocandosi in un centro ancora indefinito, ma pronto a coagulare tutte le altre compagini, in particolare quelle che in ambito nazionale convivono dopo la scissione dei finiani e con cui in ambito locale l'UDC ha dialogato lungamente: API e FLI.

Proprio nel corso della conferenza stampa, Laurora ha guardato frequentemente oltre le teste dei giornalisti e cameraman che hanno assiepato l'incontro. Aspettava sicuramente che esponenti di FLI, incontrati appena poco prima della conferenza stampa, dessero il loro prezioso contributo. Invece nulla. E le liste di appoggio a Giuseppe Di Paola in sostanza sono queste: UDC, MIDA, Barletta libera dello stesso Dipaola, Siamo Barletta, Democrazia Futura, MPA, che è apparso tonico e certo di un signicativo riscontro elettorale. Ha ringraziato il dott. Spinazzola, definendo il Suo, esempio raro di altruismo politico e ha spiegato le ragioni per cui ha lasciato il Partito Democratico. Si è detto in sostanza fortemente deluso dalla recente esperienza amministrativa, dove in ogni consiglio comunale ha vissuto atmosfere di sola litigiosità e prevaricazione.

Lavoro, vivibilità e legalità sono i principi ispirativi del noto politico barlettano che trova nell'UDC la possibilità di affermare tutti i valori cattolici e laici della città. Le analisi sulla capacità interpretativa del cittadino votante diventano più difficili. Dipaola potrebbe convogliare nell'UDC il malcontento di queste ore riveniente dal centrosinistra e rompere qualche superflua velleità del centrodestra. Di Paola la politica la conosce e a parte l'attualissimo trasformismo, non risultano a suo carico "negligenze amministrative". Certo è che la sua candidatura dovrà essere presa in seria considerazione.
5 fotoUdc, presentato il candidato Dipaola
Udc, presentato il candidato sindacoUdc, presentato il candidato sindacoUdc, presentato il candidato sindacoUdc, presentato il candidato sindacoUdc, presentato il candidato sindaco
  • Elezioni amministrative
  • Giuseppe Dipaola
Altri contenuti a tema
Barletta: i sindaci del terzo millennio Barletta: i sindaci del terzo millennio Le storie e i protagonisti della politica barlettana dal 2000 in poi
1 La Buona Politica contro il Cannito bis La Buona Politica contro il Cannito bis Dicataldo e Dipaola si rivolgono al centrosinistra: «Appello a trovare una candidatura unitaria per rappresentare Barletta democratica»
14 Amministrative Barletta 2022: quali saranno gli schieramenti? Quali i candidati? Amministrative Barletta 2022: quali saranno gli schieramenti? Quali i candidati? La caduta di Cannito dà il via a una campagna elettorale ricca di interrogativi
1 Il consigliere Dipaola scrive all’ex sindaco Cannito Il consigliere Dipaola scrive all’ex sindaco Cannito «Credevo in Lei come Sindaco e desideravo che potesse terminare il suo mandato»
1 Elezioni e ballottaggi: il punto di vista di Assuntela Messina Elezioni e ballottaggi: il punto di vista di Assuntela Messina Dopo il voto di domenica, interviene la senatrice barlettana
2 Collettivo Exit: «Barletta sarà governata da vecchi volponi» Collettivo Exit: «Barletta sarà governata da vecchi volponi» «Nella “coalizione del buon governo” ci sono movimenti politici che hanno governato male questa città»
Oltre mille preferenze, ecco i candidati più votati a Barletta Oltre mille preferenze, ecco i candidati più votati a Barletta Tanti volti noti nel nuovo consiglio comunale, ma anche alcune new entry
Dino Delvecchio: «Inizia un nuovo capitolo per la nostra città» Dino Delvecchio: «Inizia un nuovo capitolo per la nostra città» La dichiarazione del candidato sindaco dopo la tornata elettorale
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.