Politica

Il Consiglio regionale approva la legge sul Fascicolo del fabbricato

La copertura finanziaria sarà decisa nell'assestamento di bilancio

Dopo quasi due anni e mezzo dalla sua presentazione, il Fascicolo del fabbricato è legge regionale. Nel corso della seduta di ieri del Consiglio regionale, il disegno di legge è stato approvato all'unanimità dei presenti. Il testo, presentato a fine 2011 dall'ex assessore regionale alle Opere Pubbliche, Fabiano Amati, era stato come noto partorito all'indomani della tragedia del crollo di via Roma del 3 ottobre 2011, nella quale morirono 5 giovani donne barlettane sotto le macerie di una palazzina. L'iter legislativo, che ha avuto inizio nella seduta della Giunta regionale 29 dicembre 2011, è stato però a dir poco travagliato. Motivo della discordia: la copertura finanziaria. Per questo, il provvedimento si è arenato a lungo lo scorso anno in commissione Bilancio, davanti allo scoglio dell'impatto finanziario.

L'articolato arrivato ieri in aula è frutto dell'ultima revisione del testo, approvata lo scorso 27 marzo dalla V commissione, che ha stralciato la norma finanziaria del provvedimento, per permetterne una sua più rapida approvazione, "al fine di evitare inutili ed ulteriori rinvii - come si legge nella relazione del presidente della commissione - e per recuperare il ritardo nell'adozione dell'importante e condiviso provvedimento". Questa soluzione era stata proposta dello stesso ex assessore Amati, ed è stata accolta dalla commissione, dopo aver ricevuto il via libera dall'assessorato regionale al Bilancio, nel corso di audizioni con l'assessore Giannini e i funzionari del settore. "La parte relativa all'impegno finanziario - si legge ancora nella relazione del presidente della V commissione, Donato Pentassuglia - sarà decisa a luglio p.v. durante l'approvazione dell'assestamento di bilancio".

Il Fascicolo del fabbricato arriva così al suo primo traguardo, cioè quello dell'approvazione in Consiglio regionale. Un traguardo però non ancora completo. Un passaggio istituzionale definitivo si avrà certamente quando in sede di assestamento del bilancio regionale, si deciderà in merito alla copertura finanziaria. L'auspicio è che ciò alla fine realmente accada, e che la legge sul Fascicolo del fabbricato veda la luce nel suo completo, non più tardi di questa estate.
  • consiglio regionale
  • Legge
  • Fascicolo del fabbricato
Altri contenuti a tema
Il Consiglio di Stato ha deciso: il barlettano Ruggiero Mennea resta in Consiglio regionale Il Consiglio di Stato ha deciso: il barlettano Ruggiero Mennea resta in Consiglio regionale «Questa sentenza mi consente di continuare a servire la mia Regione e a rappresentare i miei elettori»
Contrasto alla povertà educativa, Ciliento: «I minori devono essere al centro del dibattito» Contrasto alla povertà educativa, Ciliento: «I minori devono essere al centro del dibattito» Richiesto un consiglio regionale monotematico sul mondo dell'infanzia
2 Regione, Caracciolo: «Lavoriamo al servizio dei pugliesi, il PD bussola della coalizione» Regione, Caracciolo: «Lavoriamo al servizio dei pugliesi, il PD bussola della coalizione» Il punto del capogruppo del Partito Democratico sui primi quattro mesi di attività
Turismo accessibile in Puglia: «Sviluppare aree turistiche attrezzate per disabili» Turismo accessibile in Puglia: «Sviluppare aree turistiche attrezzate per disabili» La mozione presentata in consiglio regionale dai consiglieri Leoci e Mennea
Nuovo consiglio regionale di Puglia, ecco la composizione Nuovo consiglio regionale di Puglia, ecco la composizione 27 seggi alla maggioranza, cinque eletti nella Bat. Nonostante la doppia preferenza di genere, solo 8 donne faranno parte dell'assemblea
Consiglio regionale fiume, caos per la doppia preferenza di genere Consiglio regionale fiume, caos per la doppia preferenza di genere Seduta terminata di notte per assenza del numero legale. Lopalco dichiarato ineleggibile
Disabilità e diritto: la Legge sul “Dopo di Noi” Disabilità e diritto: la Legge sul “Dopo di Noi” A cura dell'avvocato Giuseppe Prascina
3 Canale Ciappetta Camaggio, Di Bari (M5S): «Quando la smetteranno di prendersi i meriti degli altri?» Canale Ciappetta Camaggio, Di Bari (M5S): «Quando la smetteranno di prendersi i meriti degli altri?» La domanda è rivolta all'Assessore della Regione Puglia Giannini, i consiglieri regionali Zinni, Marmo e Caracciolo
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.