Duathlon dell'amicizia
Duathlon dell'amicizia
Altri sport

"Duathlon dell'amicizia", sport e cultura a Canne della Battaglia

Evento nato dalla collaborazione fra due associazioni barlettane, "Gli amici del cammino" e "Barletta sui pedali"

Un originale "Duathlon dell'Amicizia" a Canne della Battaglia ha raccolto un numeroso gruppo di partecipanti domenica 2 dicembre nell'edizione numero zero di un evento destinato a diventare riferimento sul panorama provinciale della BAT.

L'evento "en plein air", all'aria aperta, preceduto da un'anteprima svoltasi la precedente domenica 25 novembre sotto un cielo imbronciato, è stato premiato da una magnifica giornata di sole. Nato dalla stretta collaborazione fra due associazioni barlettane, Gli amici del cammino running & walking e Barletta sui pedali, che vivono lo sport non solo come sana attività fisica ma anche come esplorazione pari a conoscenza del territorio, nonché del piacere dello stare insieme, meglio se immersi in quello scenario offerto da Madre Natura. L'evento, riservato ai soci di entrambe le società, è stato solo la "prova tecnica" sul campo di una prossima attività su scala più ampia che si terrà in primavera ed a cui sarà invitato il grande pubblico di Barletta e Territorio circostante, in special modo le varie associazioni operanti nei comuni limitrofi con cui sia Gli amici del cammino running & walking che Barletta sui pedali hanno da tempo sinergia e collaborazioni.

Il percorso in bici è partito da Barletta fino a raggiungere, attraverso Via Vecchia Canne, la suggestiva stazioncina di Canne della Battaglia, unica in tutta Italia della rete ferroviaria nazionale quale porta di accesso ai luoghi della vittoria-capolavoro di Annibale. Da qui, in posizione strategica sulla valle dell'Ofanto ed a pochi passi dall'area archeologica, i partecipanti hanno proseguito a piedi per circa dieci chilometri lungo un percorso ad anello, costeggiando l'argine sud del fiume Ofanto e la ferrovia Barletta-Spinazzola con la caratteristica infrastruttura "Sette Ponti", autentica opera d'arte ingegneristica fine Ottocento sul quale corrono ancora in sicurezza i treni della Barletta-Spinazzola.

Al termine del cammino, i partecipanti sono stati accolti dal Comitato Italiano Pro Canne Della Battaglia sempre negli spazi verdi dell'omonima stazioncina (base logistica e punto accoglienza turistica) dove hanno partecipato al briefing storico-illustrativo del giornalista Nino Vinella per una breve storia della ferrovia Barletta-Spinazzola e consumare un piccolo ristoro per trascorrere insieme un momento conviviale con degustazione di prodotti del nostro territorio gentilmente offerti dagli sponsor (L'altra sfornata di Roberto Paolillo, Carlo Fuccilli con Cargraphik, la Coop, Tarallificio Iodice, l'azienda vinicola Angelo Maffione, Michele Ciniero attraverso la LILT).
  • Canne della battaglia
Altri contenuti a tema
Un progetto mai realizzato per Canne della Battaglia Un progetto mai realizzato per Canne della Battaglia Una lettera del perito agrario Giuseppe Dargenio
Coltivavano marijuana a Canne della Battaglia, due arresti Coltivavano marijuana a Canne della Battaglia, due arresti Rivendute illecitamente al dettaglio, le dosi avrebbero dunque “fruttato” ai due giovani fino a 4.000.000 di euro
Riapre il parco archeologico di Canne della Battaglia Riapre il parco archeologico di Canne della Battaglia L'Antiquarium resta chiuso per riorganizzazione
1 L'acquisto della collina di Canne, ma «Barletta non valorizza il patrimonio culturale» L'acquisto della collina di Canne, ma «Barletta non valorizza il patrimonio culturale» Michele Grimaldi: «Se 83 anni fa il Comune non avesse acquistato quel terreno, oggi non si sarebbe potuto celebrare niente nella nostra città»
Canne della Battaglia, Grimaldi: «Quale futuro per il sito archeologico?» Canne della Battaglia, Grimaldi: «Quale futuro per il sito archeologico?» «La sorte del sito annibalico assume un colore sempre più tendente al nero tetro»
Canne della Battaglia, un video sullo storico scontro sui canali del Mibact Canne della Battaglia, un video sullo storico scontro sui canali del Mibact La cultura non si ferma. Così il Ministero ha reso fruibili online le bellezze italiane
Canne della Battaglia, come rilanciare il patrimonio culturale Canne della Battaglia, come rilanciare il patrimonio culturale Anche la sede di Barletta fa proprio il manifesto dell’Archeoclub d’Italia Onlus
#ioleggoacasa con il fumetto dedicato a Canne della Battaglia #ioleggoacasa con il fumetto dedicato a Canne della Battaglia L’Antiquarium e parco archeologico di Canne partecipano all'iniziativa del MiBAC
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.