Nietta racconta Barletta

Nietta racconta: Acciaffat’ ‘sta ghett’

Uno spaccato familiare, nei versi di Michele Sfregola

Nu giav'n, senza memm' e senz'attan',
cambav' soul' soul' com' nu can';
da nu furnar' stav' ngaggiat'
ma abbusc'kav picch e stav d'sprat'.
Avav' aducchiat' na bella m'nenn'
Ca putav' t'né chiù o man' vind'enn.
Ma nan t'nav u curegg' d' scill' a f'rmè
Ca nan t'nav nu v'steit' ch' fers' v'dè.
Nu cumbegn' n'avett' a cumbassion'
e d'cett': "A r'sulveim' nou 'sta s'tuazion'!
Mannam' a parlè a Caterein'
A sôr d' m'gghierm' ca jè cumb'cein'…
E u fett' ca nan tiin' nu v'st'ment',
nan va jess' nu mb'd'ment'!
t'ambrest' l'ebt mej, cud oscou,
e veit' ca fè afforz' na bella f'gour'!"
D'cett' G'nnar' quenn' u s'ndett'
Ca jidd' jerr' gruss' e né sciav' a giacchett'!
E s'ccom' purtav' i mutandoun',
d' cert' né scev'n mengh' i calzoun'!
Ma ch' l'aiout' d' stu bell cumbegn'
facern' I ccos' senza sparegn'.
F'ssern a dej ca s'avev'na ngundrè
e u uagnon' s'accum'nzett a giustè.
E arruat a dej da conoscənz'
Stu povr crist' ca santa pacienz'
S' nzacchett' alla nout' u v'st'ment!
Ma nan putav' fè assè muv'ment'…
A cam'nav' teis' cantoun cantoun'
Angor' squartav' giacchett' e calzoun'
Po', cu cumbegn' ritt' e imbetteit',
s' pr's'ndern' a câs da zeit'.
-"Cuss' jè u giav'n' ca vol' a C'nzell'-
D'cett' u cumbegn' a coma Sabell'-
E mo, ch' l'accord' vou vù v'deit',
jej m' n' voch' e augurij e du' zeit'!"
A memm da zeit' d'cett' a G'nnar'
-"A figghia maj jè bell' e s'ngiar,
seim pov'ridd', chi sigg' sfunnat',
ma qualche cos' l'aveim' accucchiat'
Nou a C'nzell' ma dè penn' a quett'
Ch' na cuvert', u cappott' e 6 piett'
E tou, c' purt', figgh' mej
ch' scì nnenz' a preima dej?"
U giovanott' stav' assè mbarezzat'
Com' sop' e spein' stav' ass'ttat'
P'rcè com' s'ass'stətt' sop' a seggia sfunnat'
I calzoun' s'ern' tutt' asquartat'!
Ma u fett' chiù trist' fu n'alt' e joun':
da satt' a segg' s' n'assern' i…v'ttoun'
e s' muvav chi ghemm' e chi vrezz'
ch' putè ascann' stu sort' mbarezz'
Ma nu gattudd' biengh' e russ'
appan' i v'dett', s'all'cchett' gè u muss'
a satt' a segg' all'istent' currett'
e ca ciamb'ledd' a sc'què s' m'ttett!
A memm da zeit', a v'dell' n'r'vous,
d'cett' :-"Pr'cè stè acch'ssì scumb'dous'?
Four' nou stam' d'sprat'…
Ambest' ca purt' na cos' arrangiat'!"
Allor G'nnar do gattudd' sfr'cat'
E qualche muzz'ch' l'avav' gè dat':
"ACCIAFFAT' STA GHETT'"- gr'dett'-
S'NA' NAN PORT' MENGH' U FR'SC'CHETT'!"
Carico il lettore video...
  • Vernacolo
Altri contenuti a tema
"Annuciteve a Sèggie", il vernacolo barlettano diventa musica e poesia "Annuciteve a Sèggie", il vernacolo barlettano diventa musica e poesia Seconda edizione dello spettacolo popolare in piazzetta Vico Stretto
L'estate barlettana declinata in vernacolo L'estate barlettana declinata in vernacolo Evento gratuito ideato dal poeta Francesco Paolo Dellaquila
Nietta Borgia riceve la medaglia all’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro Nietta Borgia riceve la medaglia all’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro Cerimonia a Roma per la consegna
Nietta Borgia riceve la medaglia all’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro Nietta Borgia riceve la medaglia all’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro Riconoscimento alla docente barlettana da Casa Savoia
Nietta racconta: U sp’tal’ Nietta racconta: U sp’tal’ La disavventura di un paziente barlettano nella poesia di Garribba
Nietta racconta: Quenn’ a Madonn’ v’nav da for’ Nietta racconta: Quenn’ a Madonn’ v’nav da for’ Il poeta Gino Garribba descrive un rito religioso del mese di maggio
Nietta racconta:  A pall’ d’Aré Nietta racconta: A pall’ d’Aré Il lamento del colosso nella poesia di Gino Garribba
“Nietta racconta Barletta” da oggi con Barlettalife “Nietta racconta Barletta” da oggi con Barlettalife Poesie in dialetto barlettano lette e raccontate da Nietta Borgia
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.