Scuola
Scuola
Scuola e Lavoro

Ritorno a scuola, dubbi e incertezze: martedì protestano i dirigenti scolastici

Uil scuola: «Dal ministero nessuna indicazione, scuole lasciate al loro destino»

"Dal Ministero nessuna indicazione operativa concreta è pervenuta alle scuole e ai sindacati rispetto alla ripartenza in presenza". Così l'Esecutivo regionale della UIL Scuola di Puglia, riunitosi a Bari il 7 luglio scorso annuncia lo sciopero del 14 luglio alle 10 davanti alla Direzione scolastica regionale.

"Siamo al più totale "fai da te" con tanti tavoli tecnici e nessuna decisione concreta. Pensiamo ai dirigenti scolastici, abbandonati dal ministero al loro destino, con assunzione di responsabilità eccessive, e al disagio dei genitori di quegli alunni che frequentano in piccole aule da 28 studenti, le così dette "classi pollaio", che brancolano ancora nel buio a poche settimane dall'avvio dell'anno scolastico. Ogni regione si muove in una direzione diversa e ai Comuni in dissesto finanziario ci sta pensando qualcuno? Tanto, male che vada, ci sta sempre la didattica a distanza a metterci una pezza. La didattica a distanza non può essere sostitutiva di quella in presenza e ha mostrato tutti i propri limiti, creando notevoli difficoltà a chi la fa e a chi la riceve, destabilizzando la vita privata del personale scolastico e delle famiglie. Ormai siamo stufi: vanno date risposte urgenti e concrete alle famiglie e ai lavoratori, altrimenti i dirigenti scolastici resteranno, ancora una volta, in perfetta solitudine come già accaduto nel periodo di lockdown".

Lo dicono in una nota Vincenzo Fiorentino e Gianni Verga, responsabile regionale Area V e Segretario Generale Regionale. "La scuola. - prosegue la nota - non potrà ripartire in assenza di un organico aggiuntivo del personale docente e ATA, di procedure snelle per l'assunzione dei precari, di presidi sanitari presso ciascuna scuola, di prescrizioni per i lavoratori fragili, di utilizzazione di nuovi spazi da rendere disponibili a cura degli enti locali, di DSGA, di dirigenti scolastici che gestiscono una sola scuola e di precise indicazioni da fornire agli stessi dirigenti e al personale tutto. La regione vorrebbe stanziare 40 milioni di euro per sostenere la ripartenza in presenza con risorse umane aggiuntive e, a tal proposito, la UIL Scuola chiede l'istituzione di un tavolo per il sostegno del precariato.

"La scuola - concludono - non può essere chiamata in ballo solo per fini elettorali, ma deve diventare centrale nell'azione di governo, dopo tanti anni di costanti umiliazioni e scarsissima considerazione.In seguito alle affermazioni e ai riconoscimenti pubblici, da parte del ministro, per le sfide affrontate e vinte con grande spirito di sacrificio dal personale tutto della scuola al fine di assicurare la continuità del processo formativo mediante la DAD, processo che i dirigenti scolastici hanno dovuto gestire tra la miriade giornaliera di disposizioni e di indicazioni, molto spesso in stridente contraddizione tra loro, adesso arrivano anche le bacchettate".

Il sit in regionale di protesta dei Dirigenti Scolastici pugliesi, a prescindere dall'appartenenza sindacale, si svolgerà martedì 14 luglio dalle ore 10 alle ore 12 in Via Castromediano, 123 - Bari, davanti la Direzione Scolastica Regionale.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Ritorno in classe per gli studenti in Puglia dal 20 settembre Ritorno in classe per gli studenti in Puglia dal 20 settembre L'assessore all'istruzione Leo si dice fiducioso.
Notte prima degli esami: tormenti e attese per gli studenti di Puglia Notte prima degli esami: tormenti e attese per gli studenti di Puglia Al via domani i maxi-colloqui, addio prove scritte: si valuterà anche il “curriculum dello studente”
Scuola in Puglia, Emiliano: «Vaccinare gli studenti per ripartire in sicurezza» Scuola in Puglia, Emiliano: «Vaccinare gli studenti per ripartire in sicurezza» Dopo la conferma da parte del Consiglio di Stato in merito alla legittimità dell'ordinanza regionale il presidente ritorna sullo "spinoso" argomento
A Barletta potrebbero nascere due nuove scuole per l'infanzia A Barletta potrebbero nascere due nuove scuole per l'infanzia Il Comune ha candidato la costruzione di due scuole in via Barberini e via Don Michele Tatò
Scuola, Tar respinge ricorso contro la Regione Puglia: "Ordinanza legittima" Scuola, Tar respinge ricorso contro la Regione Puglia: "Ordinanza legittima" Secondo il Tribunale "il dispositivo della didattica digitale integrata appare misura atta a garantire il bilanciamento tra diritti di pari rilievo costituzionale"
Patto per la scuola, se ne discute a Barletta: si comincia dal Piano Estate Patto per la scuola, se ne discute a Barletta: si comincia dal Piano Estate Un incontro sabato 15 maggio, ore 9, presso la sala del Consiglio comunale
Scuola, aperte a Barletta le iscrizioni per l'anno 2021-2022 al servizio per l'integrazione Scuola, aperte a Barletta le iscrizioni per l'anno 2021-2022 al servizio per l'integrazione Ecco come effettuare la domanda di iscrizione da presentare alla scuola di appartenenza
Scuola: Puglia in zona arancione, ma didattica a scelta fino a giugno Scuola: Puglia in zona arancione, ma didattica a scelta fino a giugno L'ordinanza emanata dal presidente Emiliano
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.