Internazional Maitres Association Hotel Restaurant
Internazional Maitres Association Hotel Restaurant
Scuola e Lavoro

Ristorazione e Coronavirus, come uscire dall'emergenza

L’incontro pubblico dell’Imahr all’Ottagono di Andria per fare il punto

La ristorazione al tempo del coronavirus: fra economia, accoglienza, convivialità, ospitalità e buona tavola anche nella storia del nostro Paese come patrimonio identitario da rilanciare in tutto il mondo.

Di tutto questo, e di tanto altro ancora, si è parlato ieri all'Ottagono di Andria durante i lavori dell'incontro promosso dall'Imahr – Internazional Maitres Association Hotel Restaurant "per fare il punto sull'attuale tragica situazione che tutto il nostro comparto sta vivendo a causa di questa terribile pandemia. Ma anche un momento durante il quale celebrare chi si è distinto come professionista del settore in questo momento storico che non avremmo mai immaginato" nelle parole anticipatrici del barlettano Stefano Sarcinelli, vice presidente nazionale e responsabile della Puglia per questa importante sigla professionale del comparto.

Con l'intervento del delegato per la Puglia Angelo Dipalma (anch'egli barlettano, un curriculum nell'esperienza di famiglia), del vice Angelo Torzulli, del segretario Carlo Allegretti e del responsabile risorse umane Francesco Cafagna per un'armoniosa esternazione a più voci tutte accordate sulla rotta per uscire tutti insieme da questa grave crisi.

Al contributo del collega Giuseppe Dimiccoli in qualità di socio onorario dell'Imahr ("nata per iniziativa di numerosi professionisti di settore di provenienza nazionale e internazionale e con diverse esperienze associative alle spalle, al fine di unire e rappresentare in una nuova casa finalmente e realmente amicale, professionale e internazionale i Maitres e le figure professionali e manageriali affini che promuovono il "Made in Italy" del servizio, dell'impresa e dei prodotti nel segmento della ristorazione e dell'ospitalità nel mondo. Insomma un sodalizio di eccellenti personalità che forti della loro esperienza possono a buon titolo essere considerati degli ambasciatori del buon gusto italiano. Quel "servizio all'italiana" che una volta non aveva competitor in nessuna parte del mondo") ha fatto eco il saluto di BarlettaViva affidato alla testimonianza in prima persona del giornalista Nino Vinella anche nella sua veste di ricercatore e documentarista sull'arte gastronomica italiana nella Storia (materia da implementare nei futuri corsi di formazione professionale a livello regionale), con la doverosa citazione della propria opera "A tavola con De Nittis" scritta nel 1984 in sinergia con la famiglia Nigro (Ristorante il Brigantino) e l'elaborazione del menu denittisiano a tema presentato durante il gala, ospite il compianto Vincenzo Buonassisi.

Si è poi passato alla cerimonia di conferimento degli attestati come da elenco per categoria: maitre Antonio Cammarota, Antonio Arena e Pierluca Andrisani; chef de rang Riccardo Delzio, Riccardo Fiorini, Giuseppe Guida, Antonio Marmo; capi partita Grazia Marrone, Antonella Vitto, Alessio Delpiano.

Quale degna conclusione del momento trascorso anche con una fase di dibattito fra i partecipanti, la torta ufficiale è stata offerta dal Bar Marinacci di Andria quale socio sostenitore.
  • Lavoro
  • Coronavirus
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti sull'emergenza che ha cambiato il mondo

1619 contenuti
Altri contenuti a tema
2 Restrizioni a Barletta, Giuseppe Tupputi: «Cannito non fomenti l'odio sociale» Restrizioni a Barletta, Giuseppe Tupputi: «Cannito non fomenti l'odio sociale» La nota del consigliere regionale Giuseppe Tupputi (Con Emiliano)
2 Lavoratori in piazza a Barletta, Caracciolo: «Cannito gioca allo scarica barile» Lavoratori in piazza a Barletta, Caracciolo: «Cannito gioca allo scarica barile» «Non è possibile chiedere al Presidente Emiliano di rivedere la zona rossa»
Covid, nella provincia Bat 159 nuovi contagi e 4 decessi Covid, nella provincia Bat 159 nuovi contagi e 4 decessi Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.191 casi su 13.107 tamponi
Lavoro in sofferenza anche a Barletta, Cannito: «Chiedo a Emiliano di rivedere la zona rossa nella Bat» Lavoro in sofferenza anche a Barletta, Cannito: «Chiedo a Emiliano di rivedere la zona rossa nella Bat» Le parole del primo cittadino dopo la manifestazione di questa mattina
A Barletta in piazza contro le chiusure: «Siamo tutti essenziali» A Barletta in piazza contro le chiusure: «Siamo tutti essenziali» La mobilitazione pacifica di questa mattina
Covid, da oggi vaccino Astrazeneca per i 78enni pugliesi Covid, da oggi vaccino Astrazeneca per i 78enni pugliesi Riccardo Matera: «Invitiamo i cittadini a partecipare senza esitazioni»
In Puglia diminuiscono contagi e tamponi, ma non i decessi: 39 solo oggi In Puglia diminuiscono contagi e tamponi, ma non i decessi: 39 solo oggi Il bollettino epidemiologico: nella provincia Bat 33 nuovi casi e 1 decesso
Al via la vaccinazione dai 79 ai 60 anni, Lopalco: «Affluenza costante» Al via la vaccinazione dai 79 ai 60 anni, Lopalco: «Affluenza costante» Il punto dell'assessore regionale alla Sanità sulla giornata di somministrazioni
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.