Renato Miracco, il critico d'arte incantato da Barletta
Renato Miracco, il critico d'arte incantato da Barletta
Turismo

Renato Miracco, il critico d'arte incantato da Barletta

«Ammirare l’opera di De Nittis nella sua città natale è sempre un’emozione»

Elezioni Regionali 2020
"Ammirare l'opera di De Nittis nella sua città natale è sempre un'emozione ed è stata una sorpresa tornare e trovare una pinacoteca che ne porta il nome in un palazzo storico, con un allestimento davvero molto bello". Lo ha detto il professor Renato Miracco, noto storico dell'arte, già addetto culturale dell'Ambasciata d'Italia a Washington ed ex direttore dell'Istituto italiano di Cultura a New York, in visita a Barletta nei giorni scorsi.

Miracco, che ha lavorato e messo a disposizione di musei, centri e delle gallerie d'arte più famose e prestigiose del mondo la sua esperienza e il suo sapere, era stato a Barletta, attratto dalle opere di Giuseppe De Nittis, nel 2003, quando ancora la pinacoteca comunale era ubicata nelle sale del castello. E' tornato in città dopo 16 anni e ha potuto ammirare il nuovo allestimento dei De Nittis a Palazzo Della Marra e le mostre e le collezioni in esposizione nelle sale del maniero federiciano, che ha molto apprezzato. Un giudizio importante e significativo il suo, avendo Miracco curato mostre presso i più importanti e famosi istituti e musei del mondo, come il Tate Modern di Londra, il Metropolitan Museum di New York, Reina Sofia di Madrid, solo per citarne alcuni. Nella sua permanenza a Barletta Miracco ha incontrato il sindaco della città, Cosimo Cannito e l'assessore alla Cultura Michele Ciniero, mentre con la dirigente del Settore Cultura Santa Scommegna ha fatto una full immersion nei luoghi d'arte della città.

"E' stato un onore per noi – ha detto il primo cittadino - sapere che Barletta e il suo patrimonio artistico e culturale abbiano suscitato l'interesse prima e l'apprezzamento poi di una personalità così prestigiosa e autorevole del panorama culturale internazionale, con l'invito a tornare perché una presenza come quella del professor Renato Miracco non può che gratificarci e arricchirci".
  • Giuseppe De Nittis
Altri contenuti a tema
1 A Pasqua spunta un altro murale ispirato a De Nittis tra le strade di Barletta A Pasqua spunta un altro murale ispirato a De Nittis tra le strade di Barletta Borgiac: «I miei auguri per Pasqua: aspettare con pazienza una Prima Vera Uscita nel mondo normale»
De Nittis, 174° anniversario: ecco il suo atto di nascita De Nittis, 174° anniversario: ecco il suo atto di nascita Lo studio del responsabile dell'Archivio di Stato di Barletta, Michele Grimaldi
Barletta ricorda De Nittis, visite guidate per il 174° anniversario della nascita Barletta ricorda De Nittis, visite guidate per il 174° anniversario della nascita Le visite si terranno nella mattinata del 25 febbraio in 3 turni a partire dalle 9,30 e avranno la durata di un’ora
De Nittis, 174 anni dalla nascita del pittore: le iniziative a Barletta De Nittis, 174 anni dalla nascita del pittore: le iniziative a Barletta In occasione delle celebrazioni per l'anniversario, il prossimo 25 febbraio
De Nittis e Palazzo della Marra, un capitale per chi vuole diventare Capitale De Nittis e Palazzo della Marra, un capitale per chi vuole diventare Capitale L'analisi del giornalista Nino Vinella
La cultura artistica europea di De Nittis incanta ancora La cultura artistica europea di De Nittis incanta ancora Il grande barlettano sulle pagine di Cultura Identità
Checco Zalone a Barletta, non per "Tolo Tolo" ma per De Nittis Checco Zalone a Barletta, non per "Tolo Tolo" ma per De Nittis L'acclamato pugliese ora in sala col suo ultimo successo ha visitato le mostre a Palazzo della Marra
“Mia cara piccola moglie": a Barletta la mostra documentaria su De Nittis “Mia cara piccola moglie": a Barletta la mostra documentaria su De Nittis La nuova esposizione delle opere restanti a seguito dello scambio tra il Museo “Giovanni Boldini” di Ferrara e la Pinacoteca
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.