Case popolari
Case popolari
La città

Oltre 6 milioni di euro per il recupero delle case popolari di Barletta

Saranno interessati dagli interventi gli immobili di via Achille Bruni e via Canosa

"Entro la fine dell'anno l'autorità di gestione valuterà l'ammissibilità dei progetti presentati nell'ambito degli interventi per l'efficentamento energetico degli edifici pubblici e la riduzione del disagio abitativo che interesseranno anche le città di Barletta, Andria e Trani". Ad annunciarlo è il consigliere regionale e presidente della II commissione regionale "Affari Generali" Filippo Caracciolo.

"Lo scorso 7 marzo 2019- afferma Caracciolo- la giunta regionale ha approvato un master plan concordato con le cinque ARCA pugliesi. In tale master plan sono individuati il numero di alloggi cui destinare il finanziamento FESR inserito nel POR Puglia 2014-2020 finalizzato al potenziamento e alla riqualificazione del patrimonio abitativo pubblico con specifico riferimento alle barriere architettoniche e alla riqualificazione di moduli abitativi adeguati e sostenibili per nuclei familiari fragili".

"Per questi interventi- spiega il presidente della commissione Affari Generali- è stata stanziata una somma pari a 103 milioni e 700 mila euro da suddividere tra le cinque ARCA pugliesi. Di questa somma 6 milioni e 800 mila euro sono destinati al recupero degli immobili di via Achille Bruni (numeri civici 10-12-14-20-22-24 e 26) e Via Canosa (numeri civici 124-126-128-130-132-134-136-138) a Barletta, mentre 5 milioni saranno destinati al recupero di immobili nel quartiere San Valentino ad Andria e 2 milioni e 400 mila euro saranno utilizzati per il recupero di edifici in Largo Francia a Trani"

"Grazie a questi lavori gli edifici interessati subiranno l'abbattimento delle barriere architettoniche e saranno dotati di una moderna impiantistica finalizzata al risparmio energetico. Una volta concluso il vaglio dei progetti da parte dell'autorità centrale- conclude Caracciolo- si procederà nel primo trimestre del 2020 con le gare d'appalto dando così una ulteriore risposta concreta all'emergenza abitativa esistente nel nostro territorio".
  • Case popolari
  • Filippo Caracciolo
Altri contenuti a tema
Appalti truccati, indagato l'ex assessore regionale Caracciolo di Barletta Appalti truccati, indagato l'ex assessore regionale Caracciolo di Barletta Nell'inchiesta anche il dirigente comunale di Barletta Donato Lamacchia
Alloggi ERP, "utenze gas attivate a chi ha fatto richiesta correttamente" Alloggi ERP, "utenze gas attivate a chi ha fatto richiesta correttamente" La risposta dell'amministrazione comunale ai dubbi sollevati sulle utenze delle nuove case popolari
1 Alloggi ERP a Barletta, «a un mese dalla consegna niente gas né ascensori» Alloggi ERP a Barletta, «a un mese dalla consegna niente gas né ascensori» La nota dei consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle
24 alloggi popolari in zona Barberini, consegna avvenuta 24 alloggi popolari in zona Barberini, consegna avvenuta Questa mattina è avvenuta la consegna dell'immobile in via Velasquez
1 "Lo Sport X tutti": il convegno fa tappa a Barletta "Lo Sport X tutti": il convegno fa tappa a Barletta Caracciolo: «I 21 milioni che la Regione ha stanziato sono un'occasione da non farsi sfuggire»
Contro la puzza una app per le segnalazioni a Barletta Contro la puzza una app per le segnalazioni a Barletta Una proposta dell'assessore regionale Caracciolo: «Serve più sinergia con l'Arpa»
1 Aria maleodorante, Caracciolo: «Si intervenga per porre fine all'emergenza» Aria maleodorante, Caracciolo: «Si intervenga per porre fine all'emergenza» «Bisogna intervenire per accertarne le cause. Tutelare la salute dei cittadini rappresenta la prima preoccupazione delle istituzioni»
Caracciolo: «Convenzione per sede Arpa a Barletta compimento di 5 anni di lavoro» Caracciolo: «Convenzione per sede Arpa a Barletta compimento di 5 anni di lavoro» «Arricchire i controlli e creare i presupposti per un maggior rispetto delle regole»
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.