Incontro con Arpa Puglia
Incontro con Arpa Puglia
La città

Odori e inquinamento, le associazioni di Barletta incontrano Arpa Puglia

Confronto aperto in sala giunta sui temi delle emissioni odorigene che hanno allarmato la cittadinanza

Non accenna ad arrestarsi l'allerta nella cittadinanza di Barletta sul tema degli odori molesti che soprattutto nelle ore serali investono molte zone della città. Grazie alla disponibilità del Comune di Barletta e su proposta del comitato Operazione Aria Pulita, è stato organizzato un confronto aperto sulla questione ambientale che ha riunito intorno allo stesso tavolo le associazioni barlettane impegnate su questi temi e due rappresentanti di Arpa Puglia.

Allerta idrogeno solforato, falso allarme


Il primo argomento affrontato è stato quello delle anomale rilevazioni di idrogeno solforato (H2S). Aveva scatenato molta preoccupazione la scorsa settimana un dato relativo alla quantità di idrogeno solforato monitorato nell'aria di Barletta, grazie a una segnalazione dell'ambientalista Daniele Cascella.



L'Arpa ha rassicurato in tal senso: si trattava di un mero malfunzionamento dell'apparato strumentale. In ogni caso per questa particolare sostanza - ha specificato l'Arpa - non vi sono limiti di riferimento e si usa la percezione dei sensi (odore di uova marce) per constatarne la presenza: ci si riferisce ai valori dell'OMS, che sono comunque superiori rispetto a quanto rilevato a Barletta. Nell'incontro di ieri è stato dunque confermato quanto affermato in un comunicato stampa dei giorni scorsi: "Il dato in questione è stato invalidato ed eliminato dal sito web di ARPA Puglia, già nella giornata del 3 settembre. Infatti, dall'analisi del trend di concentrazione dell'ultimo periodo è stato rilevato il malfunzionamento dell'analizzatore di H2S e, conseguentemente, è stato disposto un intervento di manutenzione straordinaria".

Triplice validazione dei dati


I referenti di Arpa Puglia hanno confermato anche ieri che i dati "grezzi" monitorati dalle centraline subiscono un "triplice livello di validazione". Dopo la raccolta dei dati si effettua un controllo rispetto alla serie storica e, in casi sospetti di malfunzionamenti, si procede anche al controllo del macchinario. "La validazione dei dati di qualità dell'aria è infatti un processo complesso, articolato su almeno tre livelli: giornaliero, mensile, annuale. Solo al termine di questo processo, e salvo ulteriori revisioni, il dato di qualità dell'aria può considerarsi definitivo. A riguardo, sul portale aria di ARPA Puglia è esplicitamente riportato che «I dati di qualità dell'aria sono pubblicati dopo il processo di validazione giornaliera. Essi sono tuttavia da considerarsi non definitivi e potrebbero subire revisioni nelle successive fasi di validazione»".

Quali soluzioni per Barletta


«Non siamo un ente di pronto intervento, non siamo supereroi» ha riferito l'ing. Gravina di Arpa Puglia, rispondendo agli insistenti interrogativi dei cittadini, preoccupati soprattutto di non avere un riferimento concreto sul territorio cittadino. Le associazioni dunque hanno proposto alcune soluzioni per migliorare il dialogo tra la cittadinanza e gli organi preposti al controllo e hanno avanzato alcune richieste che in linea di massima sono state ascoltate e apprezzate sia da Arpa che dal sindaco Cannito:
  • l'attivazione di un'ulteriore centralina di monitoraggio a carico di alcuni imprenditori disposti a investire, non escludendo neppure l'utilizzo di droni
  • la pubblicazione sul portale di Arpa dei dati raccolti dalla centrale mobile, che a breve sarà riposizionata rispetto all'attuale collocazione in via Leonardo da Vinci per monitorare anche altre zone della città
  • la realizzazione di un'applicazione per inviare segnalazioni in tempo reale con geolocalizzazione
  • l'attivazione di un numero telefonico per la raccolta delle segnalazioni telefoniche dei cittadini attraverso la disponibilità del comando di Polizia municipale di Barletta
In chiusura si è affrontato anche il problema ambientale legato alla presenza delle aziende Timac e Buzzi e alle rilevazioni di cromo esavalente, come sottolineato dall'attivista Alessandro Zagaria: l'Arpa Puglia conferma che è in partenza una nuova campagna di monitoraggio grazie all'attivazione di 18 nuovi piezometri nell'area della cementeria di Barletta.
8 fotoIncontro in Comune con Arpa Puglia
Arpa Puglia, un incontro con associazioni e cittadiniArpa Puglia, un incontro con associazioni e cittadiniArpa Puglia, un incontro con associazioni e cittadiniArpa Puglia, un incontro con associazioni e cittadiniArpa Puglia, un incontro con associazioni e cittadiniArpa Puglia, un incontro con associazioni e cittadiniArpa Puglia, un incontro con associazioni e cittadiniArpa Puglia, un incontro con associazioni e cittadini
  • Salvaguardia ambientale
  • ARPA
  • Comitato Operazione Aria Pulita
Altri contenuti a tema
5 Aria irrespirabile a Barletta, «la politica deve fare la sua parte» Aria irrespirabile a Barletta, «la politica deve fare la sua parte» La segnalazione dell'avv. Chiariello, vice presidente del comitato Operazione Aria Pulita
Da Parigi a Barletta, la storia della professoressa francese Gniccky Ben Da Parigi a Barletta, la storia della professoressa francese Gniccky Ben Ogni giorno raccoglie i rifiuti in via Mura del Carmine, il plauso del sindaco
Sport e salvaguardia dell'ambiente a Barletta, cos'é il "plogging"? Sport e salvaguardia dell'ambiente a Barletta, cos'é il "plogging"? L'iniziativa spontanea di alcune appassionate sportive barlettane
8 Fiumana "nauseante" in via Misericordia, la richiesta di OAP Fiumana "nauseante" in via Misericordia, la richiesta di OAP Cianci: «Pretendiamo di sapere se questa sostanza sia finita nelle acque marine»
1 Binetti: «Guanti e mascherine abbandonati sulle spiagge di Barletta» Binetti: «Guanti e mascherine abbandonati sulle spiagge di Barletta» L’appello per salvare il mare di Barletta: dopo il COVID-19 rischio emergenza rifiuti
1 Tra piromani, industrie e sabbia del Sahara: che aria tira a Barletta? Tra piromani, industrie e sabbia del Sahara: che aria tira a Barletta? La nota di Michele Alfredo Chiariello, Vice Presidente del comitato Operazione Aria Pulita Bat
2 «Mal'aria a Barletta, c'è volontà di trovare una soluzione?» «Mal'aria a Barletta, c'è volontà di trovare una soluzione?» Scrive una lettera aperta il vicepresidente del comitato Operazione Aria Pulita
Incendio Dalena Ecologia, il monitoraggio dell'Arpa Incendio Dalena Ecologia, il monitoraggio dell'Arpa Le analisi dei prelievi, effettuati nei pressi del sito dell'incendio, saranno compiute nel più breve tempo
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.