D BC E FF C AD A F
D BC E FF C AD A F
Politica

Nominati i 4 componenti del Cda della casa di riposo "Regina Margherita"

Il consiglio comunale ha scelto i suoi rappresentanti in capo all'azienda

L'Azienda dei servizi alla persona "Regina Margherita" di via Fermi a Barletta ha il suo nuovo consiglio di amministrazione. Francesco Giannini, Caterina D'Accorso, Massimiliano Dileo e Michele Napolitano sono risultati i più suffragati al termine di una votazione che ha visto i consiglieri comunali scegliere tra coloro i quali avevano risposto all'avviso pubblico di manifestazione di interesse presentato all'indomani della seduta della massima assise cittadina del 3 ottobre. La nomina del nuovo Cda della casa di riposo è stato senza dubbio il tema più caldo del consiglio comunale odierno.

Ad aprire la seduta le domande di attualità di Michela Diviccaro e Carmine Doronzo (Coalizione Civica) che hanno chiesto contezza della visita in città di Beatrice di Borbone e delle politiche attuate per contrastare l'emergenza abitativa. Successivamente si è passati alla votazione per la nomina del Cda del "Regina Margherita" tema cui sarebbero riconducibili le dimissioni lampo dell'assessore all'urbanistica Pierpaolo Grimaldi. Le rimostranze di Grimaldi, rinominato assessore poche ore dopo le dimissioni, sarebbero dovute al metodo di scelta dei quattro componenti dei quali solo uno, Francesco Giannini, sarebbe chiaramente riconducibile a Forza Italia. Le fibrillazioni sono poi rientrate ma il riconteggio delle schede post voto ha lasciato l'impressione che i mal di pancia non mancheranno anche nelle prossime ore. Nominato il consiglio di amministrazione, la casa di riposo attende ora l'indicazione del presidente da parte della Regione Puglia per poter riprendere le attività.

La seduta è poi proseguita con la nomina di Ettore Corvasce come organo di revisore contabile e con la discussione del punto relativo all'adeguamento del PRG alla legge regionale Gabellone. Il provvedimento, permetterà al Comune di Barletta di conferire destinazione commerciale, direzionale, turistico-ricettive ad aree quali le zone industriali di via Trani e di via Callano e la zona merceologica/artigianale di via Foggia. La delibera è stata approvata con 25 voti favorevoli. Due i voti contrari, quelli di Michela Diviccaro e Carmine Doronzo che in sede di discussione ha espresso qualche perplessità sul reale impatto del provvedimento.
  • Consiglio comunale
Altri contenuti a tema
Ufficio scolastico provinciale, «risultato storico per il nostro territorio» Ufficio scolastico provinciale, «risultato storico per il nostro territorio» La capogruppo PD Rosa Cascella commenta il voto in consiglio comunale
1 Ufficio scolastico Bat a Palazzo San Domenico, le parole del sindaco Ufficio scolastico Bat a Palazzo San Domenico, le parole del sindaco Decisione assunta dal consiglio comunale ieri all'unanimità
8 Consiglio Comunale: approvato il DUP e altri importanti provvedimenti Consiglio Comunale: approvato il DUP e altri importanti provvedimenti Polemiche sul mancato dibattito in aula sulle dimissioni dell’assessore all’ambiente Riefolo
Consiglio comunale del 30 dicembre, due ordini del giorno aggiuntivi Consiglio comunale del 30 dicembre, due ordini del giorno aggiuntivi Si discuterà delle dimissioni dell'assessore Riefolo e dell'ufficio scolastico provinciale
Il 30 dicembre si svolge il consiglio comunale conclusivo per il 2022 Il 30 dicembre si svolge il consiglio comunale conclusivo per il 2022 Nove punti all'ordine del giorno
7 Dibattito sull'uso dell'area ex Eni, «sia verde pubblico a servizio dei cittadini» Dibattito sull'uso dell'area ex Eni, «sia verde pubblico a servizio dei cittadini» Il parere dei consiglieri comunali Antonello Damato e Santa Scommegna
18 Consiglio comunale: resta viva l’attenzione sull’ex area ENI Consiglio comunale: resta viva l’attenzione sull’ex area ENI Approvate variazioni, debiti fuori bilancio e - dopo 21 anni - i “Contratti di quartiere II"
11 «Mi chiami consigliera», episodio sessista in consiglio comunale «Mi chiami consigliera», episodio sessista in consiglio comunale Protagonisti il presidente del consiglio Marcello Lanotte e la consigliera Michela Diviccaro
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.