Incendio Buzzi Unicem
Incendio Buzzi Unicem
Attualità

Incendio alla Buzzi Unicem, Cianci: «Salute di Barletta questione pubblica»

La lettera al direttore della Buzzi Unicem

Il presidente dell'Operazione Aria Pulita di Barletta, l'avvocato Michele Cianci, ha scritto una lettera al direttore della Buzzi Unicem in merito all'incendio degli scorsi giorni.
Questo il suo contenuto:

«Egregio Direttore,
prendo atto della "Nota stampa", del 2 maggio, a firma di nessuno, per rilevare quanto segue: quale significato si può dare a questo scritto se non quello di offendere grandemente l'intelligenza di qualunque cittadino. Quale valore, tecnico giuridico e/o legale, ha una nota scritta su di un foglio bianco con un semplice logo e senza alcun indirizzo, ragione sociale e soprattutto senza un responsabile che si assuma la paternità di quanto scritto? Nulla più del nulla. Chi scrive che non "vi sono state conseguenze per la sicurezza dei lavoratori e per l'ambiente circostante"? Un tecnico? Un medico? Uno scientifico? Ebbene devo risponde a questo signor nessuno che basta una semplice ricerca su un motore internet per verificare che non è affatto vero che l'olio bruciato non produce conseguenze alla salute, basti pensare che l'olio da frittura è dannoso per la salute del nostro organismo e che se riutilizzato più volte può scatenare molte patologie alle vie respiratorie e far aumentare il rischio di tumore al seno e ai polmoni.
Pertanto, è bene che su questo "principio di incendio" spento grazie ai Vigili del fuoco e non con due estintori, intervengano l'Arpa e le autorità preposte al fine di procedere ad un'attenta verifica dell'incidente, che a dire del sig. nessuno, è stato causato dalla fuoriuscita di olio chimico e non di frittura, al fine di dare serenità alla cittadinanza e non comunicati anonimi. La salute barlettana è una questione pubblica e non privata».
  • Cementeria
Altri contenuti a tema
7 "Farina" dalla cementeria, ecco la replica di Arpa Puglia "Farina" dalla cementeria, ecco la replica di Arpa Puglia «Non sono stati registrati superamenti dei valori limite emissivi»
Fuoriuscita polveri dalla Buzzi Unicem, l'amministrazione di Barletta chiede chiarimenti Fuoriuscita polveri dalla Buzzi Unicem, l'amministrazione di Barletta chiede chiarimenti Il dirigente del settore ambiente ha chiesto all'azienda di spiegare i motivi dei malfunzionamenti
1 Anomalia linea clinker nello stabilimento Buzzi di Barletta Anomalia linea clinker nello stabilimento Buzzi di Barletta Problematica verificata questa mattina alle ore 9.30, la comunicazione dell'azienda
1 Ciminiera rimossa, il chiarimento di Buzzi Unicem: «Attività di manutenzione ordinaria» Ciminiera rimossa, il chiarimento di Buzzi Unicem: «Attività di manutenzione ordinaria» La replica dell'azienda dopo la segnalazione giunta tramite il comitato Operazione Aria Pulita
1 Qualità dell’aria, attenzione alta a Barletta: il caso della canna fumaria rimossa Qualità dell’aria, attenzione alta a Barletta: il caso della canna fumaria rimossa Prosegue anche il confronto sull'esito del biomonitoraggio sulle unghie dei bambini
Biomonitoraggio a Barletta: «Sono preoccupato come padre e medico» Biomonitoraggio a Barletta: «Sono preoccupato come padre e medico» La dichiarazione del dottor Antonio Zagaria in vista della manifestazione del 30 luglio
99 Biomonitoraggio a Barletta, Buzzi Unicem: «Confermate le carenze dello studio» Biomonitoraggio a Barletta, Buzzi Unicem: «Confermate le carenze dello studio» La nota dell'azienda dopo l'incontro sullo studio condotto in città
Biomonitoraggio a Barletta, Buzzi Unicem: «Evidenti carenze nello studio» Biomonitoraggio a Barletta, Buzzi Unicem: «Evidenti carenze nello studio» La nota dell'azienda: «Si rilevano evidenti carenze in grado di viziare lo studio in oggetto»
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.