Ex Palazzo delle Poste
Ex Palazzo delle Poste
Politica

Ex Palazzo delle Poste, il Comune di Barletta non può esercitare la prelazione

Bisognerà acquisire le informazioni necessarie per un futuro ed eventuale acquisto dell'immobile

Non ci sono abbastanza informazioni affinché il Comune di Barletta possa esprimere la sua volontà di esercitare o meno il diritto di prelazione per l'acquisto dell'ex Palazzo delle Poste.

È la valutazione condotta ieri dal Consiglio comunale che ha approvato all'unanimità dei presenti un atto di indirizzo affinché l'amministrazione approfondisca l'istruttoria sulla questione, acquisendo i documenti necessari e rendendo edotti i consiglieri stessi sullo stato e sulle caratteristiche dell'immobile. Solo dopo si potrà discutere di un eventuale acquisto.

Ma ancor prima sarebbe necessario che si definisse la proprietà dello stabile. Nel 2002, ha ricordato l'assessore al Bilancio nonché vicesindaco Gennerao Cefola, l'immobile fu sottoposto ad asta da una società partecipata da Poste Italiane. Ad aggiudicarsi il bene fu la società Palladio per un importo di circa 3,5 milioni di euro. La procedura, tuttavia, non risulta tutt'ora conclusa. Fu allora versata, infatti, solo parte della somma. Intanto, l'immobile è stato sottoposto a vincolo della Soprintendenza ai beni culturali.

Si arriva così a settembre 2020, quando il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo ha comunicato al Comune di Barletta la mera possibilità di un eventuale esercizio del diritto di prelazione. Questo, tuttavia, potrà avvenire solo nelle more della definizione della procedura non ancora conclusa.

È stato il risultato di ore di una discussione confusa, complice il collegamento streaming, avviata su impulso dell'ordine del giorno presentato dal consigliere Pier Paolo Grimaldi. Insomma, nel pomeriggio di ieri il Consiglio comunale ha appurato di non poter esercitare il diritto di prelazione su un immobile del quale (tra l'altro) non conosce neanche il prezzo di vendita. Si potrebbe addirittura causare una turbativa d'asta, ha azzardato Cefola.

Ben venga il dibattito pubblico che ha preso vita in queste settimane, ma per adesso il futuro del Palazzo delle Poste è tutt'altro che scontato. L'auspicio è che in ogni caso si possa individuare una destinazione pubblica per un immobile che porta sui suoi muri la testimonianza della ferocia nazista con cui Barletta dovette fare i conti il 12 settembre del 1943.
  • Palazzo Poste
  • Consiglio comunale
Altri contenuti a tema
1 Asp Regina Margherita di Barletta, l'ipotesi: da casa di riposo a Covid hotel Asp Regina Margherita di Barletta, l'ipotesi: da casa di riposo a Covid hotel La struttura conterebbe su 57 posti letto, 11 camere doppie e 5 singole
1 Canale H e Premente Barletta, il Consiglio comunale approva varianti e progetti esecutivi Canale H e Premente Barletta, il Consiglio comunale approva varianti e progetti esecutivi Il sindaco Cannito: «Un risultato che la città attende da circa 40 anni»
1 Ex Palazzo delle Poste, anche la Società di Storia Patria sollecita l'acquisto Ex Palazzo delle Poste, anche la Società di Storia Patria sollecita l'acquisto Ancora alta l'attenzione dell'opinione pubblica intorno all'immobile storico
4 Ex Palazzo delle Poste, le associazioni di Barletta si confrontano su Zoom Ex Palazzo delle Poste, le associazioni di Barletta si confrontano su Zoom Il movimento civico “NOI LIBERAmente” invita le associazioni cittadine ad un incontro pubblico per elaborare una proposta di destinazione dell’immobile
15 «Me ne assumo la responsabilità: ho chiesto la zona rossa fino al 7 gennaio 2021» «Me ne assumo la responsabilità: ho chiesto la zona rossa fino al 7 gennaio 2021» Il sindaco Cannito chiude il confronto in consiglio comunale dedicato all'emergenza Covid
5 L'opposizione di Barletta vs Cannito: «Pur di restare in sella assegna pseudo-incarichi» L'opposizione di Barletta vs Cannito: «Pur di restare in sella assegna pseudo-incarichi» «Una mossa fantasiosa ma necessaria per garantirsi la maggioranza in Consiglio»
1 Consiglio comunale di Barletta, l'assise torna a riunirsi il 27 novembre Consiglio comunale di Barletta, l'assise torna a riunirsi il 27 novembre I punti all'ordine del giorno
2 Palazzo delle Poste, Quarto: «Acquisire ulteriori immobili ci deve far riflettere» Palazzo delle Poste, Quarto: «Acquisire ulteriori immobili ci deve far riflettere» «Urge aprire un dibattito pubblico per individuare una strategia chiara e lungimirante che riguardi tutti i beni monumentali comunali»
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.