Cane
Cane
Cronaca

Combattimenti illegali fra cani: arrivavano da Barletta

Il blitz avvenuto durante uno dei combattimenti, "prima che altri cani potessero morire"

C'è da chiedersi chi sia la bestia feroce, l'uomo o il pit-bull? È stata diffusa in mattinata da Canicattì, in provincia da Agrigento, la notizia della scoperta di un'organizzazione di scommesse di denaro sugli illegali combattimenti fra cani, con puntate base da 50 euro.

Uno dei pit-bull "guerrieri", uno dei sei cani sequestrati, arrivava da Barletta, ma tranesi e barlettani erano coinvolti nella intera organizzazione.

"Sabato sera, i poliziotti del commissariato di Canicattì, guidati dal dirigente Francesco Sammartino, hanno effettuato - dopo ore ed ore di appostamenti e dopo aver circondato ogni possibile via di fuga - un blitz in contrada Garziano - si apprende da Ansa.it -. Venticinque le persone denunciate, fra cui due minorenni, 4 di Canicattì (Ag) e gli altri tutti di Gela (Cl), Palermo, Catania, Trani e Barletta.

L'elicottero della polizia, il reparto Volo di Palermo, ha filmato non soltanto il momento dell'irruzione dei 30 poliziotti, ma anche uno dei combattimenti fra pit-bull. "Quando abbiamo bloccato le 25 persone, due delle quali minorenni, i cani continuavano a lottare fra di loro e non è stato semplice riuscire a staccarli - ha spiegato, durante la conferenza stampa tenuta in Questura, il commissario capo Francesco Sammartino - .

Uno dei due cani era gravemente ferito. Erano previsti tre incontri e non potevamo permettere che questi cani si facessero ancora del male o morissero".

Va fatto presente che a Trani i volontari che si occupano di cani e gatti sono tanto attivi. Tuttavia, per la piccola e la grande criminalità il business dei combattimenti è un vero affare. I soggetti coinvolti possono essere diversi: da delinquenti locali o allevatori privi di scrupoli, fino ai sodalizi criminali come la camorra, la sacra corona unita, la 'ndrangheta e la mafia.
  • Cani
Altri contenuti a tema
Canile di Barletta, l'appello delle volontarie: «Per i cani siamo degli angeli» Canile di Barletta, l'appello delle volontarie: «Per i cani siamo degli angeli» Si cercano volontari per attività di sgambamento dei cani, socializzazione, o anche solo per qualche carezza amorevole
Nuova legge sul randagismo in Puglia, maggiore tutela per gli animali Nuova legge sul randagismo in Puglia, maggiore tutela per gli animali Vaccariello: «Un'azione intrapresa al fine di colmare quelle lacune normative, ormai evidenti, di una legge non più attuale»
Un'adozione a Natale, intervista a Cristina Porcelluzzi del rifugio di Barletta Un'adozione a Natale, intervista a Cristina Porcelluzzi del rifugio di Barletta «Quando comunichiamo al richiedente che il cane ha quattro anni rinunciano perché troppo vecchio»
Branco di cani in giro per Barletta, la segnalazione del Movimento Animalista Branco di cani in giro per Barletta, la segnalazione del Movimento Animalista Il responsabile del movimento, l'avv. Massimiliano Vaccariello, chiede intervento immediato
Cane investito dal treno tra Barletta e Andria, ma è salvo Cane investito dal treno tra Barletta e Andria, ma è salvo Soccorso dal capotreno, il cucciolo diventa mascotte della Ferrotramviaria
Deiezioni canine, a Barletta padroni sempre più maleducati Deiezioni canine, a Barletta padroni sempre più maleducati «Bisogna sanzionare gli indisciplinati»
Aggredito dai cani sulla spiaggia di Ponente Aggredito dai cani sulla spiaggia di Ponente «Multare i "padroni" che li lasciano liberi e senza museruola»
Cosa fare se il cane ha paura dei fuochi d’artificio? Cosa fare se il cane ha paura dei fuochi d’artificio? Prevista notte di botti a Barletta, nonostante l'ordinanza
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.