Disabilità
Disabilità
La città

Accessibilità, in arrivo 42 rampe nel centro storico di Barletta

Da domani i lavori per l'eliminazione delle barriere architettoniche

Inizieranno domani, mercoledì 29 settembre, i lavori finalizzati all'eliminazione delle barriere architettoniche nel centro storico di Barletta. Si tratta di un progetto incluso nella Strategia Integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile (SISUS). Con una spesa di 160.000,00 €, è prevista nell'arco di 90 giorni la realizzazione di 42 rampe in tutta l'area più antica della città. I materiali da adoperare sono conformi alle disposizioni ricevute dalla Soprintendenza affinché non siano alterati in modo irreversibile i caratteri del contesto urbano. La base logistica degli interventi è stata localizzata in prossimità della chiesa di Santa Lucia.

«Avevamo promesso – osserva il sindaco Cosimo Cannito – di avviare questi lavori entro il corrente mese e abbiamo onorato la parola data. Puntiamo, nel rispetto di tutti i riferimenti normativi in materia, al raggiungimento di un grado ottimale di fruibilità degli spazi pubblici da parte delle persone in condizione di svantaggio. Non mi riferisco solo ai disabili motori ma anche agli anziani, agli ipovedenti, ai convalescenti, alle donne in stato di gravidanza e a chi spinge passeggini e carrozzine. Nei quartieri antichi si incontrano delle criticità che talvolta diventano ostacoli insormontabili. Con questo progetto contiamo di rendere molto meno gravosa la problematica, restituendo a tanti cittadini il diritto all'accessibilità e qualificando Barletta, città a vocazione turistica, sul piano pratico e dell'immagine».

Si ricorda infine che con la delibera n. 147 del 26 agosto scorso la Giunta comunale ha approvato il Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (P.E.B.A.). Tutti gli interventi sono consultabili sul sito istituzionale dell'Ente www.comune.barletta.bt.it. I cittadini interessati potranno inviare proposte, segnalazioni e suggerimenti. Trascorso il tempo necessario per recepire le eventuali osservazioni, il P.E.B.A. sarà sottoposto all'approvazione del Consiglio comunale.
  • Barriere architettoniche
Altri contenuti a tema
Barriera architettonica in via Ofanto: finalmente rimossa Barriera architettonica in via Ofanto: finalmente rimossa La segnalazione, già avvenuta un anno fa, è stata ascoltata e risolta dagli uffici comunali
Barriere architettoniche nella stazione di Barletta, arriva un'interrogazione parlamentare Barriere architettoniche nella stazione di Barletta, arriva un'interrogazione parlamentare È stata presentata dal Segretario Nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni
1 Barriere architettoniche, Mennea: «Verificare lo stato dell’arte a Barletta» Barriere architettoniche, Mennea: «Verificare lo stato dell’arte a Barletta» «Occorrono investimenti per risolvere le maggiori criticità presenti sul territorio cittadino»
1 Barriere architettoniche, in arrivo 4 milioni dalla Regione Barriere architettoniche, in arrivo 4 milioni dalla Regione L'assessore alle Politiche Abitative: «Investire nell'inclusione»
Via D'Aragona, «rimuovete quelle barriere architettoniche» Via D'Aragona, «rimuovete quelle barriere architettoniche» Difficoltà per portatori di handicap e genitori con passeggini
Il contenitore culturale non è per tutti Il contenitore culturale non è per tutti Barriere architettoniche alla Sala della chiesa di S. Antonio
Un passo in avanti verso l'eliminazione delle barriere architettoniche Un passo in avanti verso l'eliminazione delle barriere architettoniche Sottoscritto un protocollo d'intesa col Comune di Barletta
Il Castello inaccessibile è illegale Il Castello inaccessibile è illegale Il “vincolo” contro le barriere architettoniche sia “opportunità”
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.