incontro progetto Rodari
incontro progetto Rodari
Associazioni

“100 Gianni Rodari”: parte il progetto dell'associazione Mirabilia di Barletta

Le iniziative sono volte a formare una nuova generazione di appassionati lettori, tramite i libri divertenti e profondi dell'autore

Elezioni Regionali 2020
Ricorre quest'anno il centenario della nascita di Gianni Rodari - vincitore nel 1970 del Premio Hans Christian Andersen - un anniversario davvero speciale con protagonista assoluta la fantasia. Sarà una bellissima occasione per tutti per riscoprire non solo quanto Rodari sia stato un grande scrittore, ma soprattutto quanto siano ancora necessarie le sue parole: scritti divertenti, intelligenti, lungimiranti e sempre attuali.

Sarà un anno pieno di ricordi, iniziative, un omaggio alla creatività di uno dei più importanti autori della letteratura per l'infanzia, maestro, poeta, giornalista, militante, lettore, amante della musica, viaggiatore, anima sensibile, divulgatore pedagogico ed eredità nobile. Ha dato agli insegnanti il contributo fecondo di un modo diverso di lavorare con i bambini, di capirli, di accogliere i loro messaggi; ha lasciato per loro il geniale contributo della "Grammatica della fantasia". Ha lasciato a tutti il dono della sua fantasia, del suo umorismo, del suo incrollabile ottimismo. Manca moltissimo Gianni Rodari, con la sua capacità di trovare creativo anche l'errore, di mettersi in gioco coi bambini esortandoli, attraverso i suoi scritti, ad imparare a fare ' le cose difficili' , a darci tutti da fare per migliorare il mondo. "L'importante – diceva - è non lasciarsi ingabbiare dal pensiero dominante, dal trantran, ma ricorrere al pensiero divergente, cercare sempre soluzioni nuove"... "Rimane la necessità, il dovere, di comunicare ai bambini non solo il piacere della vita, ma la " passione " della vita; di educarli non solo a dire la verità ma ad avere la passione della verità. Vederli felici non ci può bastare. Dobbiamo vederli "appassionati" a ciò che fanno, a ciò che dicono, a ciò che vedono". AGORA', la Biblioteca di Comunità a cura dell'Associazione Mirabilia, ha aderito al progetto nazionale "100 Gianni Rodari" e deciso di rendergli un tributo particolare: una festa lunga un anno piena di iniziative, un omaggio alla creatività con protagonista assoluta la fantasia.

Il ricco programma di incontri, che si terranno in orario scolastico ed extrascolastico presso la Biblioteca di Comunità AGORA', in via Ospedale dei Pellegrini, 56 a Barletta, prevede attività basate sulle storie e le filastrocche più famose del grande scrittore, rivolte ai bambini della scuola dell'infanzia e scuola primaria: letture animate, laboratori creativi, laboratori di scrittura, spettacoli teatrali, per far conoscere, o riscoprire, alcune fra le sue opere più significative, storie sempre attuali, storie moderne incarnate in una forma 'classica': universale, eterna, perfetta . Numerose sono già le scolaresche che hanno aderito al progetto. L'iniziativa vuole essere anche un'esortazione importante: a moltiplicare per 100 la circolazione delle sue storie, a celebrare e diffondere i contenuti rivoluzionari della sua poetica, a formare una nuova generazione di piccoli, appassionati lettori tramite i suoi libri divertenti e profondi: 'Favole al telefono', 'Filastrocche in cielo e in terra', 'Fiabe lunghe un sorriso', 'Il libro degli errori', 'Le avventure di Cipollino', 'C'era due volte il Barone Lamberto' e tante altre!

Sarà possibile anche visitare la mostra "Il Favoloso Gianni", a lui dedicata e allestita presso la biblioteca AGORA': 21 migliori illustratori italiani di rilevanza internazionale che hanno illustrato Rodari, tra i quali spiccano Bruno Munari, Emanuele Luzzati, Francesco Altan, Leo Guida, Raul Verdini, Fabian Negrin, Franco Matticchio, Chiara Carrer, Chiara Rapaccini, Alessandro Sanna, Simona Mulazzani, fino ai più recenti Manuele Fior, Beatrice Alemagna, Gaia Stella e Olimpia Zagnoli. Si potrà visitare anche la mostra bibliografica di tutta la sua opera completa, arricchita da rare pubblicazioni risalenti agli anni '60. E' possibile prenotare le attività al numero 333.8975155 dell'Associazione.
  • lettura
Altri contenuti a tema
"La luna e i falò" di Cesare Pavese: Il ritorno alle radici "La luna e i falò" di Cesare Pavese: Il ritorno alle radici Da leggere ascoltando necessariamente Francesco de Gregori
"Cinque lezioni leggere sull'emozione di apprendere": al centro il diritto all'errore "Cinque lezioni leggere sull'emozione di apprendere": al centro il diritto all'errore La dott.ssa Daniela Lucangeli ribadisce quanto siano importanti l'incoraggiamento e il contagio emotivo
“La Moldava” di Bedrich Smetana: Come sulle montagne russe “La Moldava” di Bedrich Smetana: Come sulle montagne russe La melodia si fa danzante e immagino sempre delle dame impegnate in un ballo con i loro compagni in una maestosa corte
"Io prima di te" di Jojo Moyes: Non un romanzetto strappalacrime "Io prima di te" di Jojo Moyes: Non un romanzetto strappalacrime Qui si parla di vita vissuta per un futuro migliore
"Il romanzo di Excalibur" di Bernard Cornwell: tra storia e mitologia "Il romanzo di Excalibur" di Bernard Cornwell: tra storia e mitologia Intrighi politici, guerra e amicizia, nonché punti di incontro tra mondi diversi, oltre alla ipocrisia del mondo religioso e politico
"Viva la Vida" di  Pino Cacucci: Una doppia finestra sulla vita di Frida Kahlo "Viva la Vida" di  Pino Cacucci: Una doppia finestra sulla vita di Frida Kahlo Amo la sua voglia di vivere nonostante tutto, la sua passione politica fatta di ideali e non di egoismi
Coronavirus, l'antidoto della lettura: online i racconti del Premio Città di Barletta Coronavirus, l'antidoto della lettura: online i racconti del Premio Città di Barletta L'iniziativa dell'associazione La Penna Blu
La lettura protagonista di un incontro presso la scuola "Rodari" La lettura protagonista di un incontro presso la scuola "Rodari" Appuntamento previsto per le ore 15:30
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.