Gos
Gos
Bio e natura

Rigenerazione urbana, al GOS di Barletta presentazione del progetto Z.I.P.

giovedì 7 novembre 2019 fino a sabato 9 novembre
Ingresso libero
GOS
Il contesto fisico del laboratorio urbano GOS-DISTILLERIE CULTURALI di Barletta si fa "cerniera" con lo spazio urbano, i cittadini e gli stakeholder, consolidando la sua mission multidisciplinare e inclusiva, grazie alle molteplici attività proposte dal progetto "Z.I.P. Zone Interdisciplinar Projects", redatto dalla storica dell'arte e manager culturale Giusy Caroppo e vincitore del Bando CREATIVE LIVING LAB, intervento promosso e sostenuto dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea e Rigenerazione Urbana del MIBAC e mirato a sensibilizzare i cittadini sui temi della riqualificazione territoriale.

Dopo aver dato l'avvio alle attività di didattica alternativa che hanno coinvolto le scuole di primo e secondo grado del quartiere, si entrerà nel vivo dei temi della rigenerazione urbana a partire da giovedì 7 sino a domenica 10 novembre con l'alternarsi di una serie di iniziative, tra teoria e pratica.

Giovedì 7 e venerdì 8 novembre, a partire dalle ore 17.30, si terranno due incontri, di carattere tecnico ma aperti al pubblico, presso l'AUDITORIUM del GOS-Distillerie Culturali di Barletta.

Giovedì 7 novembre l'appuntamento dal titolo "PASSATO-PRESENTE-FUTURO - l'Ex Distilleria come Cerniera Urbana", coordinato dall'ingegnere e architetto paesaggista Maria Cristina Petralla, avrà l'obiettivo di fare un punto sullo stato dell'arte, sulle previsioni già pianificate e in attuazione, sulle condizioni effettive dell'area, evidenziandone criticità e potenzialità, al fine di mettere insieme gli attori in un clima di reciproca collaborazione. L'attenzione è incentrata specificatamente sulle politiche di rigenerazione della città che insistono sull'area dell'Ex Distilleria. Il tema sarà approfondito alla presenza - oltre che dell'arch. Maria Cristina Petralla e della dott.ssa Giusy Caroppo - degli arch. Paolo Daddato (Presidente Ordine degli Architetti della BAT) e Azzurra Pelle (Consigliere Ordine degli Architetti e delegata per la Commissione Cultura ed Enti Locali); degli ing. Sebastiano Manta (Presidente dell'Ordine degli Ingegneri della BAT) e Francesco Carpagnano (Delegato dello stesso Ordine sugli aspetti urbanistici); dell'arch. Cosimo Santoro (Referente BAT per ANCE, Associazione Nazionale Costruttori Edili e Confindustria); dall'arch. Vincenzo Sinisi (Componente del Direttivo INU Puglia); dall'arch. Daniela Fabiano (Funzionario della Soprintendenza archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le Provincie BAT e Foggia). Prenderanno parola i progettisti dell'area, l'arch. Nicolangelo Dibitonto, l'arch. Michele Sgobba, l'arch. Stefania Patella e l'arch. Silvano Rizzi, oltre all'ing. Ernesto Bernardini, Funzionario Tecnico Comunale e del Dott. Nicola Salvemini, Assessore alle Politiche Sociali. Sarà presente il Sindaco della Città di Barletta Dr. Cosimo Damiano Cannito.
Venerdì 8 Novembre, allo stesso orario, l'attenzione sarà spostata sul tema "IL PROGETTO DOPO IL PROGETTO - Le discipline fondamentali per un programma a lungo termine" con una particolare attenzione alla "multidisciplinarietà", che riversa un fondamentale ruolo, accanto e oltre il progetto di architettura.

A partire dagli intenti del progetto ZIP e dalle funzioni del laboratorio urbano nel contesto del quartiere, alla presenza del capofila dei gestori del GOS, la Soundiff e la sua direttrice, la musicista e manager culturale Rita Lamonaca, prenderanno parola diversi professionisti. La discussione si aprirà con una riflessione sugli aspetti giuridico-amministrativi legati al concetto di "rigenerazione" nella normativa italiana e pugliese con l'avvocato Beppe Macchione (consulente nei processi di pianificazione urbanistica generale ed esecutiva), a cui seguirà l'analisi del concetto di "città collaborativa" secondo il sociologo Vitandrea Marzano (Dirigente dello Staff del Sindaco della Città di Bari con delega al welfare). Si parlerà di economia e gestione dei progetti urbani con l'economista urbano Giovanni Padula (direttore e fondatore di CityO, società di ricerca e consulenza specializzata nella valutazione di progetti di investimento su scala territoriale) e di comunicazione e marketing, con il dott. Lino Castrovilli specialista nel far dialogare, tramite gli spazi digitali, gli Enti Pubblici e le aziende con cittadini e clienti. La giornata si chiuderà con una tavola rotonda conclusiva guidata dall'avv. Beppe Macchione.

Negli stessi giorni, sino al 10 novembre, altri due appuntamenti animeranno gli spazi del GOS LA CITTÀ FELICE /ARTE, ORTI E ARNIE TRASFORMANO LA CITTÀ a cura di Cristina Pistoletto e RIGENERART/CON LE MANI a cura di Stefano Faccini. A condurre i laboratori del verde LA CITTÀ FELICE /ARTE, ORTI E ARNIE TRASFORMANO LA CITTÀ sarà Cristina Pistoletto - artista torinese, esperta di eco-sostenibilità e rigenerazione del verde - che nel 2014 ha ideato il progetto Respons(ability), dedicato al tema dell'economia sostenibile, con workshop incentrati su marketing e sociologia urbani, spesso dedicati alla consuetudine di allestire orti e arnie in città, specie nel nord Italia. Il laboratorio, organizzato negli spazi all'aperto de GOS mirerà a favorire il ritorno della Natura nella città e nel "cemento" e a incentivare il rispetto per il Verde Urbano. Insieme a collaboratori esperti e a volontari, Cristina Pistoletto offrirà l'esperienza degli "Orti Urbani", progetto ormai di diffusione nazionale ma poco noto al sud che si rivolge a tutti coloro che si sentono vocati all' "arte del coltivare", specie dedicandosi a prodotti di uso comune con metodologie scientifiche e a riqualificare aiuole abbandonate. La teoria potrà, così, sposarsi alla pratica, usufruendo della possibilità di attivare laboratori negli spazi verdi brulli del GOS, in particolare in una sorta di "aiuola- scuola" cosicchè gli embrionali orti urbani potranno diventare un progetto pilota da replicare.

Nelle stesse giornate, ma sino al 10 novembre, si terranno i laboratori artistici RIGENERART/CON LE MANI, coordinati da Stefano Faccini, scultore e presidente dell'Associazione Eclettica, durante i quali - insieme ad associazioni del territorio che vorranno partecipare al network - si lavorerà intorno ai temi di Arte e Design, con laboratori della manualità legati prevalentemente alla pratica del riciclo: ogni partecipante sarà invitato a trasformare la propria idea in un oggetto d'arredo, utilizzando rifiuti e materiali di scarto, con la guida degli esperti.

Le attività dei due laboratori si svolgeranno in contemporanea in spazi aperti e nelle aule, giovedì 7 novembre (dalle ore 15.00 alle ore 18.00, esclusivamente per il laboratorio degli orti urbani), venerdì 8 (dalle ore 9.00 alle 16.00), sabato 9 (dalle ore 9.00 alle 16.00), i laboratori di design con l'uso di materiali di recupero proseguiranno anche il 10 novembre (dalle ore 9.00 alle 16.00).
  • Giovani Open Space
Prossimi eventi a Barletta
Con il Rotary Barletta "Dialoghi intorno all’Economia Circolare" ven 22 novembre Con il Rotary Barletta "Dialoghi intorno all’Economia Circolare" 20.30. Brigantino 2
Concorso scuola, un corso per prepararsi alla prova sab 23 novembre Concorso scuola, un corso per prepararsi alla prova 15:30
Presentazione della Grande orchestra di fiati lirico sinfonica “La Disfida di Barletta” sab 23 novembre Presentazione della Grande orchestra di fiati lirico sinfonica “La Disfida di Barletta” 20:30. Santo Sepolcro
Biblioteca di Comunità Agorà, a Barletta l'inaugurazione sab 23 novembre Biblioteca di Comunità Agorà, a Barletta l'inaugurazione 18:00. via Ospedale dei Pellegrini 56
Altri contenuti a tema
“Creative Tools”, a cura di due associazioni di Barletta, vince “Per chi Crea” “Creative Tools”, a cura di due associazioni di Barletta, vince “Per chi Crea” 2289 le candidatuire presentate per il bando SIAE – Mibac
Neurodiversità, un percorso formativo al Gos di Barletta Neurodiversità, un percorso formativo al Gos di Barletta Oggi il primo incontro promosso dalla Fondazione Pugliese per le Neurodiversità
Bando su cultura e spettacolo, il roadshow fa tappa a Barletta Bando su cultura e spettacolo, il roadshow fa tappa a Barletta Domani la presentazione dell'avviso lanciato dalla Regione Puglia
1 Dopo l'abbandono torna a rivivere il GOS di Barletta Dopo l'abbandono torna a rivivere il GOS di Barletta Cambia la gestione per il laboratorio urbano: ora si chiamerà "Distillerie culturali"
Riapre dopo due anni il Gos - Giovani Open Space di Barletta Riapre dopo due anni il Gos - Giovani Open Space di Barletta Nuova gestione per il laboratorio urbano barlettano
Potenziata la rete dei laboratori urbani, coinvolta anche Barletta Potenziata la rete dei laboratori urbani, coinvolta anche Barletta Oltre due milioni di euro per 16 strutture sparse per la Puglia
Il Laboratorio Urbano GOS di Barletta tra i 15 finalisti del bando Culturability Il Laboratorio Urbano GOS di Barletta tra i 15 finalisti del bando Culturability Selezionati i vincitori scelti fra 341 progetti arrivati da tutta Italia
Fino al 24 gennaio le domande per la gestione del GOS Fino al 24 gennaio le domande per la gestione del GOS Un avviso per la concessione quinquennale del laboratorio urbano di Barletta
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.