Calcio
Calcio
Calcio

Il Barletta domina, soffre e poi regola per 4-1 un buon Canosa

Sesta affermazione consecutiva per i biancorossi

Due sono le certezze maturate al termine dell'incontro fra Canosa e Barletta 1922: la prima é che se il Canosa di mister Gino Zinfollino è questo, non dovrebbe fare fatica a salvarsi, nonostante lo zero in classe dopo sei partite; la seconda, nonché la più importante per i tifosi biancorossi, é che al settimo anno di Eccellenza finalmente possiamo parlare di un Barletta non solo forte, ma cinico quanto basta per ambire finalmente a lasciare una volta per tutte i campionati dilettantistici regionali.

Si perché il 4-1 con il quale, battendo in "trasferta" il Canosa, i ragazzi di mister Farina hanno conquistato il sesto successo iniziale consecutivo in campionato, é punteggio che punisce oltre misura i padroni di casa, autori di un' ottima prova soprattutto nella lunga fase di gara che va dal sollecito doppio vantaggio barlettano fino al gol del 3-1 segnato su rigore da Morra, per poi alzare definitivamente bandiera bianca dopo l'espulsione del ruvido difensore Sané.

L' avvio di gara é di netta marca biancorossa e vede gli uomini di Farina sfiorare il vantaggio dopo appena trenta secondi con Sané, che intervenendo alla disperata su cross dalla destra di Sante Russo colpisce in pieno la traversa della propria porta.

Il vantaggio del Barletta è solo rinviato di qualche minuto e arriva al 7' con Vicedomini, che su calcio di punizione da sinistra, da posizione piuttosto decentrata, beffa l'estremo canosino Taborda, apparso in questa occasione tutt'altro che irreprensibile.

Tre minuti più tardi il Barletta raddoppia: grande apertura sulla sinistra di Cafagna per Lavopa, il quale mette al centro un pallone che Pignataro manda in rete con un precisissimo colpo di testa.

Gara già indirizzata? Tutt'altro. Al 12' infatti l'attaccante canosino Asseliti sorprende una disattenta difesa barlettana e supera Tucci in diagonale, ma il signor Albione di Lecce (molto contestato dai padroni di casa) annulla per un fuorigioco molto dubbio.

Al 30' D'Ascoli centra per Massari, che di testa impegna Tucci in un difficile intervento.
Sul conseguente calcio d'angolo il Canosa va in rete con Sangaré, che approfitta di un maldestro intervento di Gasbarre e batte Tucci.

Il Barletta, piuttosto sbilanciato dalla presenza contemporanea di quattro attaccanti, soffre maledettamente le veloci ripartenze del Canosa, che al 41' va ancora in gol, questa volta con Massari, ma l'arbitro annulla ancora una volta per un fuorigioco che, nonostante le vivaci proteste rossoblu, stavolta sembra esserci.

La difesa biancorossa pare però decisamente in bambola, e al 42' viene letteralmente graziata da Caputo, che spara altissimo a due passi da Tucci. Le squadre vanno così al riposo sul punteggio di 2-1 per il Barletta: davvero un affare, visto il difficile finale di primo tempo.

A inizio ripresa Farina registra meglio la squadra togliendo l'esterno offensivo Russo ed inserendo capitan Pollidori. La gara si mantiene tuttavia piuttosto equilibrata, fino al 59' quando su cross da sinistra di Marangi Gasbarre colpisce il palo. Sugli sviluppi dell'azione Cafagna viene affrontato fallosamente in area con l'arbitro che non può fare altro se non concedere l'evidente rigore che Vito Morra trasforma impeccabilmente spiazzando Taborda, portando il punteggio sul 3-1.

A questo punto gli animi si accendono e al 75' Sanè, già ammonito e già più volte graziato dall'arbitro, viene a contatto con Telera e subisce l'inevitabile cartellino rosso.
È praticamente la parola fine della contesa, che tuttavia sarà certificata dal gol del 4-1 di Lavopa, che su azione da corner scaraventa in rete una corta respinta della difesa canosina.
  • Asd Barletta 1922
Altri contenuti a tema
3 Barletta 1922: tra silenzi e cauto ottimismo è partita la campagna abbonamenti Barletta 1922: tra silenzi e cauto ottimismo è partita la campagna abbonamenti Tra ritorno al Puttilli e prezzi abbordabili i biancorossi si candidano ad un’annata da protagonisti
1 Le richieste del Barletta alla politica e ai candidati sindaci per iniziare la prossima stagione calcistica Le richieste del Barletta alla politica e ai candidati sindaci per iniziare la prossima stagione calcistica «Attendiamo fiduciosi una ufficiale e pubblica risposta entro il prossimo 5 giugno da parte delle autorità politico/amministrative»
Odissea “Puttilli”: l’ASD Barletta 1922 chiama la politica ad un’assunzione di responsabilità Odissea “Puttilli”: l’ASD Barletta 1922 chiama la politica ad un’assunzione di responsabilità Tra squalifiche del campo e questione stadio, inizia in salita l’avventura in Serie D del Barletta
Asta benefica per celebrare il Centenario del Barletta Calcio Asta benefica per celebrare il Centenario del Barletta Calcio Subbuteo Club Barletta dà l'appuntamento a giovedì 19 maggio
Lettera d'amore per il Barletta calcio Lettera d'amore per il Barletta calcio «Il bianco e il rosso sono sempre stati i colori che ho conservato nel cuore»
13 Grazie ragazzi. Grazie Barletta Grazie ragazzi. Grazie Barletta La storia di una società, di un mister, di una curva e di un gruppo di giocatori più forti di tutto e di tutti
Grande stagione per il Barletta: vince anche la Coppa Italia Grande stagione per il Barletta: vince anche la Coppa Italia Vittoria e festeggiamenti a Rieti per la Finale Coppa Italia Eccellenza
Una squadra di Subbuteo dedicata al Barletta 1986/87 in serie B Una squadra di Subbuteo dedicata al Barletta 1986/87 in serie B Al via un'asta benefica per realizzare il progetto in occasione del centenario biancorosso
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.