Presidente Cristallo
Presidente Cristallo
Calcio

Barletta Calcio, Cristallo di ASSINPRO: «Aiutiamo la nostra squadra a tornare grande»

«Salvare il Barletta 1922, non è un compito che spetta a qualcuno in particolare, ma è un dovere di tutti»

Elezioni Regionali 2020
«In qualità di Presidente ASS.IN.PRO. - scrive in una nota Ruggiero Cristallo - mi permetto di chiamare a raccolta sia le istituzioni che la classe imprenditoriale della città di Barletta. C'e' davvero bisogno di tutti. Dobbiamo sostenere concretamente la prima squadra della città che pubblicizza il nome di Barletta orgogliosamente e con coraggio in giro per l' intera regione.

In queste ore alcuni coraggiosi imprenditori, che non vogliono far sparire quasi 100 anni di storia, hanno bisogno di sentire la loro città al loro fianco, hanno bisogno di sentire il calore del sostegno vero e concreto di tutti i cittadini di Barletta. I ricordi di tutti questi anni, accompagnati dai tanti sacrifici delle generazioni precedenti che hanno fatto in modo che si parlasse di Barletta in tutta Italia, non possono essere gettati al vento per l'insensibilità della attuale "classe dirigente" (istituzionale e privata). Che tutti facciano il proprio dovere, che tutti sostengano e si stringano attorno ai gloriosi colori della squadra della nostra Città. Serve l' aiuto delle categorie, ma soprattutto serve l'aiuto ed il contributo dell'imprenditoria locale. La politica faccia quanto necessario e faccia soprattutto il suo dovere. A me il compito di risvegliare gli imprenditori e di convincerli a fare davvero qualcosa di concreto.

Salvare il Barletta 1922, non è un compito che spetta a qualcuno in particolare, ma è un dovere di tutti, perché il Barletta 1922 è un bene comune e come tale va protetto, conservato e consegnato alle generazioni che verranno. Il calcio, se è fatto bene, può essere grande veicolo di marketing e di promozione del territorio. Esempi sono comuni come Bisceglie, Francavilla Fontana, Monopoli e probabilmente Cerignola in serie C, Andria e Bitonto in serie D.

Il 'Puttilli', inoltre, grande opportunità per tutti e che darebbe a Barletta, in una stagione calcistica, più spettatori di un 'JovaBeach'. Si facciano suonare le campane delle nostre chiese, facciamo in modo che tutti sappiano, ma soprattutto si faccia in fretta. Un appello al Sindaco quindi perché concretamente dia la sveglia alla Città e perché conduca un proficuo tavolo di lavoro per salvare la nostra squadra».
  • Calcio
Altri contenuti a tema
Orgoglio Bianconero Barletta, l'avv. Antonella Crescente nuovo presidente Orgoglio Bianconero Barletta, l'avv. Antonella Crescente nuovo presidente La sede dell'associazione è stata trasferita al Circolo Amatori Tennis
2 Addio al grande Mariolino Corso: fu l’ultima salvezza in serie B del Barletta Addio al grande Mariolino Corso: fu l’ultima salvezza in serie B del Barletta È scomparso all'età di 78 anni. Allenò il Barletta negli anni 1989-1990 nel campionato di Serie B
2 È morto Mario Corso, allenò il Barletta in Serie B È morto Mario Corso, allenò il Barletta in Serie B Fu campione nella Grande Inter di Herrera: aveva 78 anni
Amarcord biancorosso. 1980-1984: gli anni dell’inviolabile Stadio Comunale Amarcord biancorosso. 1980-1984: gli anni dell’inviolabile Stadio Comunale Nel giorno più buio del calcio italiano nasce il Barletta delle “furie rosse”
1 Covid-19: fermo (senza polemiche) anche il campionato di Eccellenza Covid-19: fermo (senza polemiche) anche il campionato di Eccellenza I giorni dell’emergenza e la dignità del calcio minore
25° turno Eccellenza pugliese: Audace alla ricerca del colpaccio, Barletta 1922 in cerca di stimoli 25° turno Eccellenza pugliese: Audace alla ricerca del colpaccio, Barletta 1922 in cerca di stimoli Due squadre che non hanno quasi più nulla da chiedere al campionato
2 Febbraio 1990: nell’inferno dello Zaccheria, l’Italia conosce Nicola Dibitonto Febbraio 1990: nell’inferno dello Zaccheria, l’Italia conosce Nicola Dibitonto Il giovane portiere barlettano fu indubbiamente protagonista indiscusso di quell’epica pagina di calcio biancorosso
Barletta 1922 e Audace: contro Deghi e San Severo è assolutamente vietato sbagliare Barletta 1922 e Audace: contro Deghi e San Severo è assolutamente vietato sbagliare I prossimi impegni in cui le due squadre barlettane non possono fallire
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.