Pop Corn

Guida pratica al Natale cinematografico

Ovvero come sopravvivere ai cinepanettoni

E' il momento. Come ogni anno arriva puntuale il Natale, con il freddo, la neve, i pupazzini nel presepe e un Santa Claus generoso e sorridente. E come ogni anno le sale cinematografiche di tutta Italia si colmano di pellicole di tutti i generi e per tutti i gusti, perché - e ormai è una tradizione - durante le fredde tormente festive non c'é nulla di meglio che ripararsi al buio caloroso del cinema. Puntualissima e immancabile è anche la fila al botteghino: almeno un'ora ad attendere per poi arrivare in cassa e non avere ancora la più pallida idea di quale film andare a vedere. Gli amici consigliano il solito cinepanettone di turno, la tua fidanzata insiste per il tipico drammone strappalacrime che ti deprime solo a sentirne il titolo, la cassiera ti raccomanda l'ultimo documentario di uno sconosciuto autore cecoslovacco. E allora, come fare?

Ecco qui per te, confuso spettatore delle festività natalizie, una breve e pratica guida per orientarti (e disorientarti) nella scelta del film adatto a te fra l'ampio ventaglio di scelte che le sale cinematografiche accolgono in questo periodo.



Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni
Genere: Commedia
Regia: Woody Allen

Dopo il frizzante "Basta che funzioni", il maestro Allen torna a girare una commedia tutta londinese sui casuali - e quasi tutti sfortunati - intrecci amorosi di due coppie: Alfie pianta la moglie Helena per scappare con la prorompente Charmaine, mentre la loro figlia Sally vive un periodo di profonda crisi con il marito Roy, scrittore in cerca del grande successo. Se l'ottima qualità della pellicola è garantita dalle firma del regista e dalle impeccabili performance di un cast da fare invidia (Anthony Hopkins, Naomi Watts, Freida Pinto, Josh Brolin), il divertimento si spegne per lasciar spazio ai complicati intrecci psicologici delle coppie, che tradiscono e si ritrovano, insegnando infine che nella vita bisogna sempre attendersi un futuro migliore e coltivare la speranza di trovare l'uomo dei sogni.



Rapunzel - L'intreccio della torre
Genere: Animazione
Regia: Nathan Greno, Byron Howard

Rispescando dalla più classica tradizione favolistica dei Fratelli Grimm, Rapunzel è la trasposizione della famosa storia di Raperonzolo nella moderna chiave Disney: l'eroina non attende la salvezza immobile nella sua torre, ma se ne libera da sola avvinghiata ai suoi lunghissimi capelli biondi. La sua dolce fisionomia la consegna infine al pantheon delle più amate principesse Disney, per una pellicola dai colori vivaci che sicuramente risulta la scelta più azzeccata per un pubblico di giovanissimi, ma che - come accade spesso nella tradizione cinematografica disneyniana - non mancherà di appassionare anche i più grandi.



A Natale mi sposo
Genere: Commedia
Regia: Paolo Costella

Comincia, immancabile e mai smentita, la lunga sequenza di cinepanettoni. Il Natale 2010 si apre con questa commedia di cui sono protagonisti assoluto Massimo Boldi e Vincenzo Salemme, affiancati da Elisabetta Canalis, Nancy Britti, Enzo Salvi e Massimo Ceccherini. Gustavo è un cuoco che lavora in una trattoria "molto" romana, ma sogna di diventare un grande chef internazionale, e grazie al sostegno di alcuni improbabili personaggi, riuscirà a farsi ingaggiare per un banchetto di nozze a Saint Moritz. La ricetta la conoscete: trama lineare, battute prevedibili, atmosfera natalizia e belle donne. Il già ottimo incasso nelle sale italiane smentisce però il tono amaro dei critici.



Natale in Sud Africa
Genere: Commedia
Regia: Neri Parenti

Per continuare la sequela di cinepanettoni, quest'anno De Sica e company si sono trasferiti in Sud Africa in trasferta sull'entusiasmo degli ultimi mondiali di calcio. Ad "impreziosire" la compagnia di Neri Parenti si aggiunge questa volta la bella Belen, forse per irretire una grande fetta del pubblico maschile poco avvezza alle sale cinematografiche. A condire la commedia tutta italiana contribuiscono le calde atmosfere africane e una colonna sonora che inneggia al Waka-Waka.



The Tourist
Genere: Thriller
Regia: Florian Henckel von Donnersmarck

Il Natale cinematografico si fa elegante ed irresistibile, con la talentuosa accoppiata Johnny Depp-Angelina Jolie. Lui, turista americano in viaggio in Italia, incontra casualmente lei, misteriosa donna dal grande fascino, che finirà per coinvolgerlo in una rete di intrighi e inseguimenti. Sullo sfondo una Venezia raffinata, da vera e propria cartolina natalizia.



Megamind in 3D
Genere: Animazione
Regia: Tom McGrath

Megamind è il nome del cattivo dei cattivi, una malvagia creatura aliena che semina terrore sul pianeta, in continua rivalità col supereroe per eccellenza, Metroman, muscoloso e acclamato dalle folle. Un giorno Megamind – per pura casualità – sconfiggerà definitivamente il suo avversario e capirà di aver perso per sempre lo scopo della sua vita. Un'altra pellicola di animazione per tutta la famiglia, dagli stessi creatori di Shrek, Kung Fu Panda e Madagascar.



Le Cronache di Narnia: il viaggio del veliero
Genere: Fantasy
Regia: Michael Apted

Continua la saga ideata dal grande scrittore C.S.Lewis. I fratelli Edmund e Lucy Pevensie, in compagnia del principe Caspian – ora diventato finalmente re -, vengono risucchiati in un misterioso dipinto e come per magia si ritrovano a Narnia, a bordo di un grande veliero. Dovranno affrontare avventure fantastiche per salvare l'amatissima terra di Narnia, fino a ricongiungersi con il loro protettore, il leone Aslan. Effetti speciali di ottima qualità, musiche evocative e paesaggi mozzafiato. L'influenza dei capolavori tolkeniani continua ad essere pesante, ma ormai la saga si sta lentamente ritagliando un posto a sé nell'orizzonte fantasy degli ultimi anni.



La banda dei Babbi Natale
Genere: Commedia
Regia: Paolo Genovese

Grande attesa per l'ultima pellicola del trio comico. Dopo il deludente "Il cosmo sul comò", Aldo Giovanni e Giacomo tornano attori per interpretare una commedia tutta natalizia: bloccati in questura proprio alla vigilia di Natale, i tre cercheranno di commuovere l'ispettrice di polizia – una materna Angela Finocchiaro – raccontando alcuni improbabili episodi della loro vita. Sicuramente è questa la scelta più azzeccata per chi, in un scadente marasma di cinepanettoni, vuole godersi una buona commedia made in Italy.

    © 2001-2018 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.