Via Vanvitelli
Via Vanvitelli
Politica

Via Vanvitelli, lettera ad un parco mai nato

La denuncia del consigliere Grazia Desario

Proprio due giorni fa abbiamo pubblicato sulle nostre pagine un reportage dai giardini "Baden Powell", polmone verde ormai avvizzito dall'incuria e dall'inciviltà. Sempre alla periferia di Barletta c'è un'altra zona in cui domina l'abbandono più assoluto: si tratta di via Vanvitelli, del quale oggi scrive il consigliere comunale Grazia Desario. «Connivenza, Omissioni, Incapacità o Superficialità. A quale di queste quattro "doti" dobbiamo attribuire la perdurante situazione di degrado del mai nato Parco di via Vanvitelli? Ancora oggi assistiamo ad una vergogna che si protrae da ben 3 anni con interrogazioni consiliari e servizi giornalistici, ma che trova sorda questa Amministrazione con in capo il Sindaco Cascella, l'Assessore al ramo Azzurra Pelle, il Dirigente e i vari uffici preposti.

Ci si chiede, se la pervicacia con cui viene "protetta" questa disattenzione sia dovuta alla volontà sadica di fare vivere in condizione di degrado gli abitanti che si affacciano su quest'area, oppure alla volontà di ritardare il più possibile per motivi incomprensibili, spero non amicali, o incapacità gestionale della cosa pubblica. Pensare che questo programma di recupero urbano avrebbe dovuto avere come maggior scopo quello di riqualificare, di dare dignità e vivibilità a questi quartieri emarginati, invece ci si è limitati, come al solito, alla sola edificazione di fabbricati. Infatti non un euro è stato inserito nel piano triennale delle opere pubbliche per il completamento e l'arredo delle aree già consegnate e collaudate. Nel protrarsi di questi anni, l'Amministrazione ha continuato a snobbare i continui solleciti dei cittadini che, impazienti, attendono risposte certe sui tempi previsti per concludere i lavori, precisando che non intendono accontentarsi di interventi di pulizia di un quartiere ormai deturpato e in continuo stato di abbandono.

Quante ordinanze di pulizia, mai rispettate, devono essere sostenute a spese della collettività, vedi ad esempio quella del giugno 2016 eseguite dalla Bar.S.A. dell'importo di 5.000 euro? A questo proposito, è stata emessa una ordinanza dirigenziale del 24/06/ 2016 attraverso la quale si disponeva alla Bar.S.A. di effettuare un intervento di pulizia dopo il disatteso impegno da parte del Sig. Ugo Dibari e della società So.me.ta. Nella stessa ordinanza dirigenziale si dichiara che l'Amministrazione avrebbe agito in danno degli inadempienti e auspico, dichiara la consigliera Grazia Desario, che sia già stata inoltrata tale richiesta e che la spesa non ricada sulla collettività.

Ci ritroviamo, come un fermo immagine, nella stessa situazione del 2016, che ha dell'incredibile. Le erbacce hanno ripreso nuovamente il sopravvento».
  • Verde pubblico
  • Degrado
  • via Vanvitelli
  • Grazia Desario
Altri contenuti a tema
3 Giardini "Baden Powell" o monumento all'incuria? Giardini "Baden Powell" o monumento all'incuria? Una Pasquetta triste alla periferia di Barletta
2 Desario: «La Giunta delle medaglie al petto» Desario: «La Giunta delle medaglie al petto» «Delibera frettolosa con la speranza che passasse tutto inosservato»
18 Ancora degrado a piazza Principe Umberto, l'intervento di Grazia Desario Ancora degrado a piazza Principe Umberto, l'intervento di Grazia Desario Nella nota della consigliera comunale, una lettera di un cittadino indignato
9 "Chi sporca è sporco", inciviltà in via Scommegna "Chi sporca è sporco", inciviltà in via Scommegna La denuncia del coordinatore di Rivoluzione Cristiana Carlo Leone
Via don Luigi Filannino, la valle dei "ricordini" Via don Luigi Filannino, la valle dei "ricordini" «Il viale è impraticabile», la denuncia di Carlo Leone
1 Regolamento del verde urbano, soddisfatta Legambiente Barletta Regolamento del verde urbano, soddisfatta Legambiente Barletta «Finalmente ci saranno diritti e doveri sul verde pubblico e privato»
Verde urbano a Barletta, arriva il regolamento comunale Verde urbano a Barletta, arriva il regolamento comunale L'approvazione in consiglio comunale, il commento del sindaco Cascella
6 Casa canonica del Buon Pastore, «dovrebbe diventare una palestra» Casa canonica del Buon Pastore, «dovrebbe diventare una palestra» L'arringa del consigliere Grazia Desario prima della discussione in consiglio
© 2001-2017 BarlettaViva è un portale gestito da Sviluppo Massivo sas. Partita iva 06237280729. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati. Viva è un marchio registrato di GoCity.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.