Garrone Scuola Superiore
Garrone Scuola Superiore
Scuola e Lavoro

Stop alla carenza di aule del "Garrone" di Barletta

Intervento della provincia Bat per far fronte all'aumento degli iscritti. Concesse cinque aule dell'ITG "Nervi"

La sinergia tra Provincia di Barletta - Andria - Trani ed i Dirigenti scolastici degli istituti barlettani ha finalmente posto la parola fine al problema di carenza di aule al "Garrone" di Barletta. Un problema che, come noto, stava costringendo gli studenti dell'istituto barlettano a sostenere i doppi turni in queste prime settimane del nuovo anno scolastico.

I fatti: dai primi mesi dell'anno, dopo un'attenta analisi dei dati relativi alle pre-iscrizioni, il Settore Politiche Del Lavoro, Formazione Professionale, Pubblica Istruzione e Ita della Provincia, intuendo una difficile allocazione per gli studenti del "Garrone", sollecitava i diversi istituti scolastici cittadini e chiedeva la disponibilità di alcune aule da concedere al "Garrone". Il tutto mentre gli uffici provinciali avevano interessato dell'argomento lo stesso Comune di Barletta, sondando un'eventuale disponibilità di spazi in altre strutture scolastiche della Città.

Dopo alcune inevitabili difficoltà, in cui gli studenti del "Garrone" cominciano a sostenere i doppi turni per far fronte alla carenza di aule, grazie al coordinamento della Provincia la situazione si ristabilisce. Cinque aule dell'Itg "Nervi", inizialmente concesse al Liceo "Cafiero" e non più necessarie, rientrano nella disponibilità del "Garrone". Così, giovedì 27 settembre i Presidi delle due scuole ("Garrone" e "Nervi") sottoscrivono una convenzione con la Provincia ponendo fine ai doppi turni e riportando la situazione alla piena normalità. «Grazie alla totale disponibilità dei Dirigenti scolastici degli istituti barlettani ed all'interessamento degli uffici della Provincia, poniamo finalmente la parola fine ai disguidi di questi primi giorni di scuola presso il "Garrone" di Barletta - ha comunicato l'Assessore al Patrimonio della Provincia di Barletta - Andria - Trani, Dario Damiani -. I nostri uffici si erano accorti immediatamente della carenza di aule nell'istituto, attivandosi prontamente per la soluzione del problema prima dell'inizio delle attività scolastiche. Abbiamo comunque dovuto attendere l'inizio delle lezioni, per individuare le aule disponibili e consentire agli studenti di svolgere le lezioni in assoluta serenità».

Dello stesso tenore l'Assessore provinciale alle Politiche Sociali, per la Famiglia e Pari Opportunità, Carmelinda Lombardi. «Non potevamo rimanere inermi rispetto al problema di aule al "Garrone" di Barletta, uno degli istituti con maggior numero di studenti diversamente abili della Provincia - ha spiegato l'Assessore Lombardi -. Sostenere i doppi turni è un disguido non di poco conto, specialmente per quei ragazzi con particolari difficoltà e per le loro famiglie. Per questo ringrazio gli uffici della nostra Provincia ed i Dirigenti scolastici, che hanno saputo concordare la miglior soluzione per gli studenti. E' in momenti come questi - ha poi concluso l'Assessore Lombardi - che si dimostra la reale importanza di un ente come la Provincia, che risponde in maniera efficiente alle istanze dei propri cittadini».
  • Scuola
  • I.I.S.S. "N. Garrone"
Altri contenuti a tema
Nuovo parametro per le scuole, ecco perché a Barletta resteranno aperte Nuovo parametro per le scuole, ecco perché a Barletta resteranno aperte L'analisi dei dati sui contagi in base alle nuove linee guida proposte dal Comitato tecnico scientifico al Governo
Emiliano al Governo: «Se vogliamo la scuola in presenza dobbiamo vaccinarla» Emiliano al Governo: «Se vogliamo la scuola in presenza dobbiamo vaccinarla» «Nel giro di 20 giorni al massimo, se ci impegniamo, potremmo vaccinare tutto il personale della scuola»
Scuola, gli psicologi pugliesi: «Famiglie nel caos» Scuola, gli psicologi pugliesi: «Famiglie nel caos» Vincenzo Gesualdo commenta la nuova ordinanza del governatore Emiliano dopo il ricorso al Tar del Codacons
1 Scuola in Puglia, ecco cosa prevede la nuova ordinanza firmata ieri notte Scuola in Puglia, ecco cosa prevede la nuova ordinanza firmata ieri notte Resta la DDI al 100% ma sparisce la percentuale del 50% di alunni in presenza per ragioni non diversamente affrontabili
4 Scuola, in arrivo nuova ordinanza: Emiliano reagisce alla decisione del Tar Scuola, in arrivo nuova ordinanza: Emiliano reagisce alla decisione del Tar «Dobbiamo tutelare la salute degli insegnanti e del personale scolastico»
In Puglia si torna a scuola, il Tar sospende l'ordinanza di Emiliano In Puglia si torna a scuola, il Tar sospende l'ordinanza di Emiliano Si dovrebbe tornare in classe domani seguendo quanto stabilito dal Dpcm
Studenti a casa fino al 5 marzo, arriva l'ordinanza di Emiliano Studenti a casa fino al 5 marzo, arriva l'ordinanza di Emiliano Da lunedì didattica digitale integrata per tutte le scuole in Puglia
Scuola in Puglia, ritorno alla didattica a distanza per tutti Scuola in Puglia, ritorno alla didattica a distanza per tutti Si attende a momenti la nuova ordinanza regionale: alla base un "peggioramento del livello generale del rischio di contagio"
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.