Stazione Andria Sud
Stazione Andria Sud
Territorio

Riaprono le stazioni di Andria sud e Corato sud, ma è polemica sugli orari

Il comitato dei viaggiatori chiede ripristino del vecchio orari in particolare sulla tratta per Barletta

Oggi, lunedì 3 aprile riapre finalmente la linea ferroviaria Andria-Corato con un doppio binario. La linea è la stessa dove il 12 luglio del 2016, sul binario che allora era unico, si scontrarono frontalmente due treni causando la morte di 23 persone e il ferimento di altre 57. Numerosi gli interventi che sono stati realizzati negli anni per ripristinare i collegamenti ferroviari. Oltre alla nuova stazione di Andria Sud e al raddoppio dei binari, c'è stata l'eliminazione di nove passaggi a livello con la realizzazione di sottopassi, sovrappassi e strade complanari. Completata positivamente la fase autorizzativa, con il rilascio delle AMIS (Autorizzazioni di Messa in Servizio) da parte di ANSFISA (Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e delle Infrastrutture Stradali e Autostradali), e la fase di switch off, finalmente la tratta può essere riaperta al traffico. Non mancano però le polemiche.

In concomitanza dell'apertura delle nuove stazioni ferroviarie di Andria Sud e Corato sud-ospedale, il comitato viaggiatori di Bari e BAT, chiede la rivisitazione del nuovo orario giornaliero in vigore da lunedì 3 aprile (che si allegano), in quanto, incompatibile con i turni di inizio e fine giornata lavorativa. Chiedono, pertanto, a Ferrotramviaria spa la rivisitazione dello stesso, attraverso il ripristino del vecchio orario adattandolo alla tabella di marcia dei treni; in particolar modo, sulla tratta Andria sud Barletta.

A tal proposito, il Comitato viaggiatori, nato spontaneamente, preannuncia una petizione da inviare agli organi competenti e alla stessa Ferrotramviaria; al fine di ottenere tale modifica ed anche per denunciare disagi e disservizi "quotidiani" che si verificano a causa di anomale "perturbazioni della circolazione ferroviaria" che comportano soppressioni improvvise di treni, nonché confusione e disagi fra i viaggiatori che ricordiamo all'azienda gestore del servizio per conto della regione, essere lavoratori pendolari che sborsano fior di quattrini per sostenere il già esoso costo di abbonamenti e biglietti e non semplici passeggeri in cerca di viaggi di piacere.

Infine, si chiede che il personale viaggiante della stessa, sia più esaustivo nel dare informazioni all'utenza e non si limiti ad enunciazioni evasive e seccate.
  • Ferrovie Bari Nord
Altri contenuti a tema
1 Lavori secondo fronte Bari-Nord in via Vittorio Veneto: ritardi nella conclusione Lavori secondo fronte Bari-Nord in via Vittorio Veneto: ritardi nella conclusione Superata l'iniziale scadenza fissata per la fine del 2023
Disastro ferroviario Bari Nord, 14 assoluzioni e 2 condanne Disastro ferroviario Bari Nord, 14 assoluzioni e 2 condanne Assolta la Ferrotramviaria. Nella strage morirono 23 persone e 51 rimasero ferite
Dal 3 aprile riapre la tratta Andria-Corato, per Barletta c’è ancora da attendere Dal 3 aprile riapre la tratta Andria-Corato, per Barletta c’è ancora da attendere I collegamenti di Ferrotramviaria resteranno via bus: la riattivazione dei treni è prevista entro il 2026
6 Alberi via Vittorio Veneto, otto domande al sindaco Cannito Alberi via Vittorio Veneto, otto domande al sindaco Cannito A rivolgerle il comitato “Alberi per la vita”
2 Alberi rimossi in via Vittorio Veneto, interviene il Collettivo Exit Alberi rimossi in via Vittorio Veneto, interviene il Collettivo Exit “Ecco la modernità dell’amministrazione Cannito”, lavori in corso per il secondo fronte stazione
4 Secondo fronte stazione, un incontro con i cittadini per spiegare gli interventi previsti Secondo fronte stazione, un incontro con i cittadini per spiegare gli interventi previsti L’assemblea si è tenuta presso la Parrocchia Cuore Immacolato di Maria
Ferrotramviaria, spostamento capolinea per la partita del Barletta Ferrotramviaria, spostamento capolinea per la partita del Barletta Sarà temporaneamente effettuato all’intersezione fra via Leonardo Da Vinci e via delle Belle Arti
Obbligo Green Pass sui mezzi Ferrotramviaria dal 6 dicembre Obbligo Green Pass sui mezzi Ferrotramviaria dal 6 dicembre La decisione sarà in vigore fino al 15 gennaio 2022
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.