La città

Quelle prostitute nei pressi del Santuario di Barletta

Il coordinatore dell’Idv di Trinitapoli denuncia il fenomeno al sindaco e al prefetto. Michele Cataletti: «Vogliate porre rimedio a questo degrado civico e morale»

A lanciare l'allarme è il coordinatore cittadino dell'Italia dei valori di Trinitapoli, Michele Cataletti in una lettera indirizzata al primo cittadino della città di Barletta, Nicola Maffei e al Prefetto della provincia di Barletta-Andria-Trani: «Transitando per il vostro territorio, precisamente sulla SS 16 bis all'altezza dello svincolo per il Santuario della Madonna dello Sterpeto, ho notato qualcosa di incredibile, qualcosa che mi ha lasciato veramente esterrefatto...»

Nella seconda lettera indirizzata al Prefetto Mario Sessa, Cataletti continua: «La visione sconcia alla quale ho dovuto assistere percorrendo la SS 16 bis verso Trani è di due prostitute che mettevano in bella mostra il proprio corpo coperto solo da biancheria intima succinta, senza nessun pudore. Uno spettacolo sotto gli occhi di tutti coloro che percorrono quella strada, uomini, donne e bambini, "segnalato" dal cartello stradale "Uscita Santuario Madonna dello Sterpeto". Mi ha disturbato talmente tanto. Pertanto ho sentito la necessità di mettere a conoscenza il sindaco di Barletta al quale ho inviato una mail, con allegate le foto, e alla signoria vostra, sperando che vogliate porre rimedio a questo degrado civico e morale. Secondo le recenti normative introdotte dal Ministro per le pari opportunità Mara Carfagna, prostituirsi in privato non è un reato, ma lo è farlo per strada. Per chi sfrutta la prostituzione o la favorisce si va da un minimo di sei mesi ad un massimo di dodici anni di carcere, con ammende che vanno dai 1500 ai 6000 euro.»
  • Nicola Maffei
  • Prostituzione
  • Prefettura
  • Santuario della Madonna dello Sterpeto
Altri contenuti a tema
Prostituzione in un centro massaggi di Barletta, in carcere il titolare Prostituzione in un centro massaggi di Barletta, in carcere il titolare Sequestro preventivo di 500mila euro da parte delle Fiamme Gialle: ai domiciliari una donna che svolgeva il ruolo di segretaria
1 Stagione estiva, uniformati gli orari di somministrazione alcolici ed emissione sonore Stagione estiva, uniformati gli orari di somministrazione alcolici ed emissione sonore La nota della Prefettura
Festa Patronale 2024, venerdì 5 luglio la presentazione Festa Patronale 2024, venerdì 5 luglio la presentazione Conferenza stampa nella chiesa di San Michele
Don Vincenzo Misuriello presbitero da 25 anni Don Vincenzo Misuriello presbitero da 25 anni Cerimonia domani nel santuario di Maria SS. dello Sterpeto
1 Il Monastero San Ruggero di Barletta accoglierà giovani in situazioni di disagio Il Monastero San Ruggero di Barletta accoglierà giovani in situazioni di disagio Firmato protocollo in prefettura: saranno effettuati progetti di recupero e sostegno
Istituita in prefettura la cabina di coordinamento per gli interventi del PNRR Istituita in prefettura la cabina di coordinamento per gli interventi del PNRR Decreto firmato dal prefetto Silvana D'Agostino
Il prefetto Silvana D'Agostino si presenta alla Bat:  «Agirò con responsabilità e impegno» Il prefetto Silvana D'Agostino si presenta alla Bat: «Agirò con responsabilità e impegno» Già avviate le attività istituzionali
Il Prefetto D'Agostino incontra il console d'Algeria a Napoli Il Prefetto D'Agostino incontra il console d'Algeria a Napoli Diversi gli argomenti discussi
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.