Scuola e Lavoro

Pubblicità a scuola, «uno schiaffo all'istruzione pubblica»

Commento del segretario generale della Cgil Bat, Luigi Antonucci. La scuola della sesta provincia è in ginocchio

"Quanto è stato più volte negato dal Ministro della Pubblica Istruzione Mariastella Gelmini e cioè che, con la riforma scolastica, avrebbe messo in ginocchio il mondo dell'educazione si sta verificando e l'iniziativa della nuova provincia ne è la prova". È il commento del segretario generale della Cgil Bat, Luigi Antonucci .

"È vergognoso che la scuola pubblica per poter garantire agli studenti il minimo indispensabile e cioè banchi e sedie debba rivolgersi a degli sponsor privati". Non usa mezzi termini il segretario generale della Cgil Bat, Luigi Antonucci, per commentare l'iniziativa della provincia di Barletta - Andria - Trani con la quale si vuole dare la possibilità ai privati di fare la pubblicità sulle suppellettili nelle aule degli istituti superiori del territorio.

"Questo per noi della Cgil – dice Antonucci – vuol dire che, quanto è stato più volte negato dal Ministro della Pubblica Istruzione Mariastella Gelmini e cioè che, con la riforma scolastica, avrebbe messo in ginocchio il mondo dell'educazione pubblica, si sta verificando e l'iniziativa della provincia Bat ne è la prova. Il nuovo ente, inoltre, anziché dare un sostanzioso contributo all'evento dell'estate e cioè al concerto di Elton John, avrebbe potuto conservare qualche soldino per l'apertura del nuovo anno scolastico e garantire ai giovani allievi ambienti decorosi per poter studiare. Questa iniziativa è un vero e proprio schiaffo all'istruzione pubblica".

Le perplessità del numero uno del sindacato si concentrano anche sull'aspetto educativo di questa proposta. "La brillante idea dell'amministrazione provinciale – commenta il segretario generale, Antonucci – consegna ai giovani il messaggio che tutto è commerciabile, pubblicizzabile e quindi tutto è soggetto alle leggi di mercato. Già i nostri ragazzi, a passeggio per strada o davanti al televisore, sono continuamente bombardati da slogan, spot a pagamento e loghi, lasciamo loro un briciolo di civiltà almeno tra i banchi di scuola".
  • Cgil
  • Scuola
  • Luigi Antonucci
Altri contenuti a tema
"La strada non è una giungla": premiati gli studenti di Barletta "La strada non è una giungla": premiati gli studenti di Barletta Il progetto ha permesso agli studenti di sviluppare competenze trasversali, educandoli alla sostenibilità e al rispetto delle regole della strada
Violenza tra pari: tre giorni di riflessione per gli studenti di Barletta Violenza tra pari: tre giorni di riflessione per gli studenti di Barletta Hanno partecipato gli istituti “Moro”, “De Nittis”, “Fieramosca” e “Baldacchini”
Scuola, indetto sciopero nazionale: previste molte adesioni Scuola, indetto sciopero nazionale: previste molte adesioni Possibili disagi anche negli istituti di Barletta
Giornata di sensibilizzazione alla violenza per le scuole secondarie di Barletta Giornata di sensibilizzazione alla violenza per le scuole secondarie di Barletta L’iniziativa è stata promossa dal Settore Servizi Sociali della locale Amministrazione
Sanità service e internalizzazioni, la Fp Cgil Bat manifesta davanti alla sede della Asl Sanità service e internalizzazioni, la Fp Cgil Bat manifesta davanti alla sede della Asl Appuntamento ad Andria il 17 maggio. Ileana Remini: “Gli impegni non possono essere disattesi, servono risposte certe subito”
Scuola: ok per l'inizio il 14 settembre Scuola: ok per l'inizio il 14 settembre La Giunta regionale ha fissato anche il termine delle attività
Polo Universitario di Barletta: ritornano le lezioni in presenza Polo Universitario di Barletta: ritornano le lezioni in presenza Le testimonianze degli iscritti
Pescherecci ormeggiati nel porto di Barletta: «Non conviene uscire in mare» Pescherecci ormeggiati nel porto di Barletta: «Non conviene uscire in mare» Il caro carburante ferma la pesca, interviene Flai Cgil Bat
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.