da sx Casavola Modeo e Montaruli
da sx Casavola Modeo e Montaruli
Territorio

Polizia di Stato: tris di assi per la Puglia. Incarichi per Gianni Casavola, Massimo Modeo ed Aurelio Montaruli

Importanti decisioni del Consiglio di Amministrazione del Dipartimento della Pubblica Sicurezza

E' un tris di assi quello giunto per la Puglia nelle odierne decisioni del Consiglio di Amministrazione del Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Tre Dirigenti superiori della Polizia di Stato, tutti pugliesi e di considerevole spessore investigativo, dal ricco palmares di successi e riconoscimenti si sono visti assegnare nuovi importanti incarichi dal Viminale.

Vincenzo Massimo Modeo, sarà il nuovo Questore di Ascoli Piceno. Ha ricoperto fino a qualche giorno fa l'incarico di Dirigente del Compartimento della Polizia Ferroviaria di Milano, che è uno dei più estesi d'Italia per rete ferroviaria sorvegliata. Prima di ricoprire nel 2015 l'incarico di Vicario della Questura di Avellino e nel 2017 Vicario della Questura di Brescia, è stato giovanissimo alla Squadra Mobile della Questura di Napoli dirigendo le sezioni Catturandi, Criminalità Organizzata-Omicidi e Falchi-Antiscippo. Una parentesi alla Questura di Bari, nella Squadra Mobile (oggi diretta da un suo amico di sempre Fabrizio Gargiulo, dirigendo la sezione omicidi e la Sezione Interprovinciale Criminalità Organizzata con competenze nelle province di Bari e Foggia. Altro periodo importante al Servizio Centrale Operativo di Roma, sui è seguita nuovamente la Questura di Bari, e successivamente il Commissariato di P.S. di Andria.

Per Aurelio Montaruli, il Ministero dell'Interno confermandogli l'ottimo lavoro svolto in terra calabrese lo ha incaricato a Dirigente del Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Calabria, con sede a Reggio Calabria, a partire dai primi giorni di febbraio. Il nuovo mandato segue la promozione a Dirigente Superiore avvenuta il 3 novembre dello scorso anno quando era il Vicario del Questore di Catanzaro. Successivamente è stato assegnato all'Ufficio Centrale Ispettivo di Roma per svolgere le funzioni di Ispettore Generale. Anche per lui una lunga carriera ai vertici della Polizia, iniziata nel 1989 come vice Dirigente dell'allora Commissariato di P.S. di Vibo Valentia, che lasciò nel 1992, per essere trasferito, con il ruolo di Dirigente, presso il Commissariato di P.S. di Bitonto. In seguito una breve parentesi a Bari, prima presso il Commissariato Sezionale di P.S. di Bari-Picone e poi ancora come Dirigente dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura barese. Di qui l'incarico di responsabile prima a Barletta e poi al Commissariato Sezionale di P.S. San Paolo di Bari, per essere trasferito, nel 2002, alla Sezione Polizia Stradale di Bari, con le funzioni di vice Dirigente e Direttore del 1° Settore. Dal 2002 al 2006 ha retto l'incarico al Centro Operativo della Direzione Investigativa Antimafia di Bari, prima al Settore Investigazioni Preventive e successivamente al Settore Investigazioni Giudiziarie. Tornato in forza alla Questura di Bari, Montaruli è stato destinato al Commissariato Sezionale Bari Nuova-Carrassi e poi inviato alla D.I.G.O.S. della stessa Questura in qualità di vice Dirigente. Nel 2009, l'arrivo al Commissariato di Polizia di Trani in qualità di Dirigente e, nel luglio 2013 l'ennesimo (e ultimo) ritorno alla Questura di Bari, dove ha assunto l'incarico di capo di Gabinetto.

Gianni Casavola, anch'egli Dirigente superiore si appresta a dirigere la Polizia di Frontiera, la Polaria, dell'aeroporto internazionale "Leonardo da Vinci" di Fiumicino, lo scalo più importante d'Italia. Anche per lui una bella e ricca serie di assegnazioni, prima in Puglia, presso i reparti territoriali della Polizia di Stato, successivamente alla Questura di Bologna ed infine come Comandante della Scuola Agenti della Polizia di Stato di Campobasso. Una lunga parentesi alla Polizia di Frontiera di Bari, scalo marittimo ed aereo - ricordiamo che Bari è il porto extra Schengen più importante di tutta Italia. Solo qui avviene il 30% dei respingimenti che si registrano in Italia- lo ha portato in alcuni Paesi europei per una serie di missioni sotto l'egida dell'Interpol. Delicate indagini e attività dedicate quelle svolte nel contrasto al terrorismo internazionale e dei foreign fighters.

Per i neo promossi Dirigenti superiori gli auguri sinceri della redazione del Viva Network, di continuare a portare in alto e con successo la nostra Puglia nella Polizia di Stato, magari preso nella nostra regione. Ad maiora semper!
  • Polizia di Stato
Altri contenuti a tema
3 Alto impatto, controlli straordinari della Polizia di Stato a Barletta Alto impatto, controlli straordinari della Polizia di Stato a Barletta Attività concentrate nella zona 167
1 Rafforzati i controlli della Polizia di Stato a Barletta Rafforzati i controlli della Polizia di Stato a Barletta Servizi mirati anche nei comuni di Andria, Trani e Canosa con la collaborazione del Reparto Prevenzione Crimine
Il Prefetto Riflesso visita la Questura della Bat Il Prefetto Riflesso visita la Questura della Bat «Piena e sinergica collaborazione nella lotta alle diverse forme di illegalità»
Due andriesi arrestati a Barletta, tra le accuse anche lesioni e resistenza a pubblico ufficiale Due andriesi arrestati a Barletta, tra le accuse anche lesioni e resistenza a pubblico ufficiale L'episodio risale allo scorso 18 luglio
Sicurezza e legalità, il bilancio dei controlli della Polizia di Stato Sicurezza e legalità, il bilancio dei controlli della Polizia di Stato Intensificate le attività nelle ore serali tra i locali della movida
Inaugurata la sezione Bat dell'associazione Donatori Volontari della Polizia di Stato Inaugurata la sezione Bat dell'associazione Donatori Volontari della Polizia di Stato L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto Solidarietà e Sicurezza
Anche per i poliziotti del Commissariato di Barletta arriva il "taser" Anche per i poliziotti del Commissariato di Barletta arriva il "taser" Nuovo strumento operativo in dotazione alla Polizia di Stato della provincia di Barletta-Andria-Trani
Il taser da oggi a disposizione della Polizia anche a Barletta Il taser da oggi a disposizione della Polizia anche a Barletta Il sottosegretario all'interno Molteni: «Bisogna consolidare gli investimenti in sicurezza perché senza sicurezza non c'è ripartenza»
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.