Visita all'orto botanico
Visita all'orto botanico
Eventi

Per la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelli

Legambiente promuove l’iniziativa “Orti in festa”

Frutteti, querceti, macchia mediterranea, anche un piccolo laghetto artificiale: per la prima volta dalla sua costruzione l'orto botanico di Barletta ha aperto i suoi cancelli in occasione di una manifestazione di Legambiente dedicata proprio agli orti urbani di tutt'Italia dal titolo "Orti in festa". Nella mattinata di ieri i rappresentanti di Legambiente Barletta hanno curato una breve visita guidata in occasione di questa «apertura straordinaria»: si tratta infatti di un evento isolato, in cui per la prima volta è stato possibile aprire al pubblico questo luogo, spesso oggetto di un decadente oblio nella memoria collettiva, sommerso da altre priorità.

Grazie a questa iniziativa di Legambiente, inquadrata nel più ampio calendario nazionale del progetto "Orti in festa", è stato possibile visitare le quattro zone di cui è composto l'orto, tra piantagioni tipiche della macchia mediterranea e strutture già pronte a ospitare un museo e piccole attività commerciali, proprio come era nell'idea iniziale dei progettisti. Alla presentazione dell'evento, che si concretizzerà nella giornata di oggi con l'apertura della struttura al pubblico nella mattina e laboratori didattici per i più piccoli nel pomeriggio, era presenti il presidente di Legambiente Barletta Giuseppe Cilli, l'Assessore all'Ambiente Irene Pisicchio e la Responsabile nazionale dell'Ufficio Agricoltura di Legambiente Daniela Sciarra.

«Questa iniziativa può essere un momento di aggregazione sociale e culturale per dare nuova vita a questi luoghi – ha commentato l'assessore Irene Pisicchio - l'apertura ai bambini e alla cittadinanza sarà l'occasione per far scoprire l'orto come momento amatoriale di coltivazione e di approfondimento delle tematiche dell'ambiente». «Riconoscere la rilevanza dell'ambiente e della bellezza urbana come valore sociale ed economico: questo è l'obiettivo che possiamo condividere oggi con l'apertura straordinaria dell'orto di Barletta, che mostra la necessità di essere aperto e valorizzato». È quanto ha spiegato Daniela Sciarra, che ha presentato il valore dell'iniziativa di Legambiente sul territorio nazionale. «Finalmente la città di Barletta – ha affermato Giuseppe Cilli - può conoscere l'orto botanico che per troppo tempo è rimasto un oggetto misterioso. Ritengo che manifestazioni come queste aiutino i cittadini ad avvicinarsi all'ambiente e ad approfondire tematiche che troppo spesso vengono trascurate».

La storia dell'orto botanico ha viaggiato e continua a viaggiare di pari passo con la storia di BarlettaViva: ne abbiamo raccontato le vicissitudini quando ancora i lavori attendevano una definitiva conclusione, quando i primi graffiti imbrattarono le pareti esterne della neonata struttura, quando gli stessi graffiti sono diventati incitamento all'anarchia e poi triviali sconcezze a opera di qualche vandalo senza pudore, quando le grate sono state forzate e hanno permesso l'accesso a "ospiti indesiderati", quando non si è riusciti ad affidare in gestione la struttura, attraverso lentezze burocratiche che hanno portato questo «monumento all'inerzia» nell'abbandono e nel dimenticatoio collettivo. Eppure l'orto botanico, come qualsiasi opera di bellezza urbana, potrebbe essere un'oasi verde a disposizione di tutti, per creare lavoro e professionalità, luogo didattico e di creazione di valore per l'intera cittadinanza.

L'occasione preziosa che è stata concessa in questo weekend è da apprezzare e valorizzare: adesso si auspicano soluzioni a lungo termine che mettano definitivamente pace nella lunga diatriba della gestione e permettano di aprire quei cancelli in maniera stabile. Il prossimo appuntamento sarà nel tanto atteso giorno dell'inaugurazione, speriamo il più imminente possibile.
17 fotoPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelli
Per la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelliPer la prima volta l’orto botanico di Barletta apre i suoi cancelli
  • Natura
  • Apertura straordinaria
  • Orto botanico
  • Legambiente
Altri contenuti a tema
In ricordo dell'on.Vittoria Titomanlio, un incontro martedì 19 luglio In ricordo dell'on.Vittoria Titomanlio, un incontro martedì 19 luglio Si terrà ai giardini Baden Powell in Via Leonardo da Vinci
Legambiente Barletta denuncia il furto degli attrezzi usati nei giardini Baden Powell Legambiente Barletta denuncia il furto degli attrezzi usati nei giardini Baden Powell «Noi non lo meritavamo, ma ciò che avete fatto a questi meravigliosi ragazzi speciali, non ve lo perdoneremo mai»
Goletta verde a Barletta, in corso monitoraggio della acque di balneazione Goletta verde a Barletta, in corso monitoraggio della acque di balneazione L'associazione ringrazia Antonio Binetti e Massimiliano Vaccariello per il loro contributo
Panchina in memoria di Giulio Regeni ai Giardini Baden Powell Panchina in memoria di Giulio Regeni ai Giardini Baden Powell L’iniziativa fa parte del progetto "La Piazzetta del Volontariato"
2 Legambiente interviene sul Jova Beach Party 2022 Legambiente interviene sul Jova Beach Party 2022 «Condanniamo fermamente il luogo in cui si svolgerà»
Legambiente: quali sono i rischi del Jova Beach Party 2022? Legambiente: quali sono i rischi del Jova Beach Party 2022? «La nostra posizione non è negativa a priori, il nostro intento è promuovere un confronto sul tema»
Passeggiata lungo l'Ofanto, «conoscere di più per prendercene cura» Passeggiata lungo l'Ofanto, «conoscere di più per prendercene cura» Successo per l'iniziativa di Legambiente per la Giornata mondiale delle zone umide
Giornata mondiale delle zone umide, l'iniziativa di Bar.S.A. e Legambiente Giornata mondiale delle zone umide, l'iniziativa di Bar.S.A. e Legambiente È in programma una passeggiata di 4km fino a raggiungere la foce del fiume Ofanto
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.