"A", lo yacht a vela più grande del mondo
La città

Passa anche da Barletta lo yacht a vela più grande del mondo

Questa mattina è possibile avvistarlo sulla costa di Trani e Barletta

Un mega yacht dalle dimensioni impressionanti. Dopo essere passato al largo di Trani, questa mattina sarà possibile vederlo anche sulla costa di Barletta. Lo Yacht "A" non è nuovo ai passaggi nei mari italiani, ma qui non si era ancora mai visto.

I tre maestosi alberi sono avvolti dalle vele gigantesche purtroppo chiuse - deve essere uno spettacolo vederle aperte - ma questo gigantesco gioiello del design e della ingegneria nautica desta comunque ammirazione, benché da molti sia stato chiamato il "mostro".

Di proprietà del miliardario russo Andrey Melnichenko, imprenditore nel settore minerario e dei fertilizzanti, "A" si chiama così perché lo yacht comparisse primo in tutti i registri nautici.

Il mega yacht a vela è dotato di piscine, vasche idromassaggio, una camera subacquea per l'osservazione dei fondali, una pista per l'atterraggio degli elicotteri. Un gioiello tecnologico, poiché tutto è controllabile grazie a un touch screen, ed è dotato di una serie di dispositivi per la sicurezza, come le telecamere a circuito chiuso e i vetri indistruttibili.

Il valore stimato di "A" si aggira intorno ai 450 milioni di euro. Lungo quasi 143 metri, lo yacht a vela più grande del mondo è composto da tre grandissimi alberi (il più alto raggiunge i 100 metri di altezza). Le sue maestose vele, costruite e tessute negli Stati Uniti, hanno le dimensioni di un regolare campo di calcio. La lussuosa imbarcazione nasce da un progetto di Philippe Starck ed è stato costruito da Nobiskrug. Può ospitare un totale di 20 persone e a bordo ci sono 54 membri di equipaggio.
  • Mare
Altri contenuti a tema
La Puglia è prima in Italia per qualità delle acque di balneazione La Puglia è prima in Italia per qualità delle acque di balneazione Presentati questa mattina i dati rilevati da SNPA e Arpa Puglia
Il sindaco Cannito ribadisce il no alle ricerche petrolifere sulle coste pugliesi Il sindaco Cannito ribadisce il no alle ricerche petrolifere sulle coste pugliesi Si ritrova in accordo con quanto sostenuto da ANCI Puglia
Come il mare pugliese sta cambiando Come il mare pugliese sta cambiando I problemi con la pesca, l'aumento delle temperature, l'omogeneizzazione del fondale: tutti sintomi di una salute malata del nostro mare
2 Legambiente pubblica le immagini dei fondali marini barlettani Legambiente pubblica le immagini dei fondali marini barlettani Dopo la giornata del 16 maggio, dedicata alla pulizia delle spiagge e dei fondali, sono state pubblicate le foto dei nostri fondali
5 Qualità dell'acqua 2021, risultati eccellenti per la Bat Qualità dell'acqua 2021, risultati eccellenti per la Bat A commentare la notizia il consigliere regionale Filippo Caracciolo
11 aprile, è la Giornata del mare e della cultura marinara 11 aprile, è la Giornata del mare e della cultura marinara Per tutti i cittadini è disponibile da oggi la funzione "avvistamenti” dell’app #PlasticFreeGC, per segnalare in diretta particolari specie marine
Mare e turismo, concessioni marittime estese al 2033 Mare e turismo, concessioni marittime estese al 2033 Ai concessionari garantita continuirà grazie all'estensione quindicennale delle concessioni vigenti
Malore in mare, si salva grazie a due agenti di Barletta e Andria Malore in mare, si salva grazie a due agenti di Barletta e Andria Un uomo di 76 anni ha rischiano di annegare oggi a Trani
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.