Scuola infanzia e elementari
Scuola infanzia e elementari
Scuola e Lavoro

Nuovo anno scolastico, gli auguri dell'Amministrazione comunale di Barletta

Il messaggio del sindaco Cannito agli studenti barlettani

Elezioni Regionali 2020
«Tutto comincia fra i banchi di scuola. Lo capirete crescendo quanto sarà stato importante ciò che state apprendendo oggi. E se è vero che di studiare non si smette mai, se si vuole essere cittadini consapevoli, è pur sempre la scuola ad essere la base per tutto!

Per questo, siate impazienti di ricominciare, tornate in classe con un carico di entusiasmo e buoni proponimenti, il resto lo faranno i vostri insegnanti e i libri, saranno gli ingredienti per preparare il vostro futuro, i presupposti per appassionarvi allo studio, alla conoscenza, perché siate curiosi e desiderosi di saperne di più. A voi tutti, bambini, adolescenti e studenti universitari, i più sentiti auguri per l'imminente avvio dell'anno scolastico 2019 - 2020 da parte dell'Amministrazione comunale. Il nostro compito è garantire il vostro diritto allo studio, intervenendo concretamente e non soltanto supportandovi a parole.

E a tal proposito siamo davvero felici di essere riusciti nell'intento di restituire alla città e ai suoi alunni la scuola "Massimo D'Azeglio", che oggi riaprirà dopo tre anni restituendo alla popolazione scolastica 17 aule. Progettare e operare per il benessere della scuola è tra i più importanti investimenti che la pubblica amministrazione deve compiere ed è fra gli obiettivi fondamentali di questa Amministrazione comunale. Abbiamo investito 80.000 euro per banchi, sedie e arredi per la didattica, alcuni dei quali sono già stati consegnati e altri arriveranno nella pausa natalizia; siamo strenuamente impegnati per ottenere il completamento della scuola superiore di via Morelli. Ma ci sarà sempre da fare e migliorare, per questo ascolteremo le vostre richieste e ce ne faremo carico insieme alle istituzioni scolastiche, nella cui piena disponibilità confidiamo per una esemplare collaborazione che consenta alla scuola di esprimere pienamente le proprie potenzialità. Da alunni e studenti, infine, oltre ai diritti, avete anche dei doveri, come quello di dare il buon esempio, fra i vostri coetanei e anche a casa se serve.

Tenete, infine, bene a mente una cosa: più avrete imparato, più padroni sarete delle vostre vite, altrimenti vi dovrete accontentare di quello che vi dicono gli altri, senza essere in grado di esprimere una vostra opinione. Auguri per questo nuovo anno scolastico».
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Ritorno a scuola in presenza, c'è il protocollo di sicurezza firmato da Ministero e sindacati Ritorno a scuola in presenza, c'è il protocollo di sicurezza firmato da Ministero e sindacati Orari scaglionati per ingressi e uscite e percorsi separati. Segnaletica sul distanziamento e sanificazione costante degli spazi
Ritorno a scuola, dubbi e incertezze: martedì protestano i dirigenti scolastici Ritorno a scuola, dubbi e incertezze: martedì protestano i dirigenti scolastici Uil scuola: «Dal ministero nessuna indicazione, scuole lasciate al loro destino»
Ritorno a scuola: Comuni e Province si confrontano con i dirigenti Ritorno a scuola: Comuni e Province si confrontano con i dirigenti In Puglia la scuola riaprirà il 24 settembre, dopo le elezioni regionali
Scuola, in Puglia riprende il 24 settembre: ecco il calendario Scuola, in Puglia riprende il 24 settembre: ecco il calendario Si comincia il 24 settembre e si finisce l'11 giugno, tutti i ponti e le festività. Le scuole possono modificarlo in base alle loro esigenze
Scuola, in Puglia al via il 24 settembre: «Ma servono certezze» Scuola, in Puglia al via il 24 settembre: «Ma servono certezze» «Servono certezze e risorse per evitare enormi disagi nel prossimo anno scolastico»
Rientro a scuola il 14 settembre, Azzolina: «Addio classi pollaio» Rientro a scuola il 14 settembre, Azzolina: «Addio classi pollaio» Il presidente Conte: «Obiettivo contrastare povertà educativa e dispersione scolastica». Azzolina: «Dall'1 luglio tour negli istituti di tutta Italia»
Didattica a distanza e voglia di tornare tra i banchi di scuola Didattica a distanza e voglia di tornare tra i banchi di scuola Il prof Danilo Marano: «La condivisione in presenza è irrinunciabile per la crescita dei ragazzi»
Didattica a distanza, cosa ne pensano gli studenti? Didattica a distanza, cosa ne pensano gli studenti? Presentata inchiesta della Flc Cgil. Ad oggi nessuna certezza sulla ripresa a settembre
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.