Giovani open space
Giovani open space
Scuola e Lavoro

Nuovi nodi per il lavoro: strategie per l’occupazione a Barletta

Presentato il “Piano Straordinario per il Lavoro”. Sala gremita al laboratorio urbano GOS

Elezioni Regionali 2020
Nuove strategie, nuove collaborazioni, nuovi nodi per implementare le possibilità occupazionali a Barletta e nella sesta provincia pugliese. Si è svolta ieri sera, presso la sala conferenze del laboratorio urbano GOS, sito nei locali dell'ex distilleria, la presentazione del "Piano Straordinario per il Lavoro". Di cosa si tratta? «La risposta alle nuove richieste di lavoro», l'ha descritto così il consigliere comunale Nicola Ruta, fra i relatori della serata. Alla presentazione, iniziata con un'ingiustificabile ora di ritardo di fronte ad una sala gremita di studenti e cittadini, erano presenti anche il sindaco Nicola Maffei, l'assessore regionale alle politiche sociali Elena Gentile, l'assessore provinciale alle politiche attive del lavoro Pompeo Camero, il consigliere regionale Ruggiero Mennea e il consigliere comunale Cosimo Bruno.

Il Piano Straordinario per il Lavoro rappresenta un progetto unitario, in collaborazione con diversi enti pubblici e realtà territoriali, per promuovere nodi e collaborazioni per la creazione di nuovi posti di lavoro. Il progetto, varato nel gennaio 2011, mette a disposizione ben 340 milioni di euro per le categorie occupazionali più deboli: disoccupati, donne, disabili, giovani neodiplomati e neolaureati, lavoratori ultra cinquantenni.

«Uno strumento efficacissimo unico in Italia ma ancora poco conosciuto nella provincia di Barletta-Andria-Trani» sono le parole del consigliere regionale Ruggiero Mennea, promotore dell'incontro. «Il Piano Straordinario è in grado di rispondere seriamente e concretamente all'emergenza lavorativa con corposi finanziamenti in favore delle aziende e dei lavoratori. Il guaio è che, soprattutto nella Bat, in pochissimi stanno usufruendo della tante agevolazioni, segnale che ancora in pochi conoscono il piano del lavoro. Proprio per questo ho preso a cuore questa causa, impegnandomi a presentare in quante più città e luoghi possibili della nostra provincia uno strumento che, dati alla mano, con oltre venti bandi, può contrastare efficacemente la disoccupazione e il lavoro nero, di cui tanto si parla». E in effetti l'incontro di ieri è stato un modo di avvicinare le proposte del Piano Straordinario ad una larga porzione di cittadinanza, elencando le possibilità, i bandi e le attività promosse dalla Regione Puglia, a disposizione di disoccupati e di chi cerca lavoro: la dote occupazionale, contributo che arriva sino a 20mila euro per ogni dipendente assunto a tempo indeterminato; l'apprendistato professionalizzante, che finanzia la qualificazione professionale; i tirocini formativi che favoriscono la formazione soggetti in condizioni di relativo svantaggio nel mercato del lavoro. Tante risorse poco pubblicizzate, che spesso non raggiungono quelle fasce sociali maggiormente colpite dall'inoccupazione.

Fanno parte della rete dei nodi per il lavoro diversi enti, fra cui:
• Informa Giovani del Comune di Barletta
• Laboratorio urbano GOS
• Agenzia per l'Occupazione e Io Sviluppo NBO
• CSC UIL
• Confartigianato - Sezione Barletta
• AITEF
• C.E.D. di Fiorentino
• Istituto "N. Garrone"
• Istituto ITC "Cassandro"
• CGIL
• UlSP
• Associazione A.PI.C.E.

8 fotoPiano straordinario del lavoro
Piano straordinario del lavoroPiano straordinario del lavoroPiano straordinario del lavoroPiano straordinario del lavoroPiano straordinario del lavoroPiano straordinario del lavoroPiano straordinario del lavoroPiano straordinario del lavoro
  • Lavoro
  • Assessorato politiche del lavoro
  • Giovani Open Space
Altri contenuti a tema
Formazione professionale e tirocini OSS, da domani ripartono in Puglia Formazione professionale e tirocini OSS, da domani ripartono in Puglia L'assessore regionale al lavoro, Sebastiano Leo: «Era l’ultimo tassello che mancava»
Muore sul lavoro a Barletta, Fillea e Cgil Bat: «In attesa di indagini, l’abbraccio alla famiglia» Muore sul lavoro a Barletta, Fillea e Cgil Bat: «In attesa di indagini, l’abbraccio alla famiglia» Sulla tragica vicenda intervengono Biagio D’Alberto e Nico Disabato, segretario generale della Cgil Bat e segretario generale della Fillea Cgil
Sale ricevimenti e strutture turistico-ricettive, Mennea: «Un bonus per i lavoratori stagionali» Sale ricevimenti e strutture turistico-ricettive, Mennea: «Un bonus per i lavoratori stagionali» «Nel momento in cui le sale ricevimenti non possono aprire, non possiamo dimenticarci di quanti ci lavorano»
Cassa integrazione in Deroga in Puglia, Leo: «Ora tocca all'INPS» Cassa integrazione in Deroga in Puglia, Leo: «Ora tocca all'INPS» La Puglia, ha spiegato l'assessore regionale al Lavoro, ha a disposizione 210 milioni di euro, risorse sufficienti per far fronte alle richieste attuali
Misure a sostegno degli studi professionali: incontro tra Regione Puglia e Ordini Misure a sostegno degli studi professionali: incontro tra Regione Puglia e Ordini L'assessore regionale Sebastiano Leo: «Stiamo cercando di intervenire lì dove anche il Governo nazionale ha avuto qualche difficoltà»
Morire di lavoro. Ne vale la pena? Morire di lavoro. Ne vale la pena? A cura dell'esperto Mario Celestino ("Il Lavoro Sicuro")
Sanzioni per due cantieri a Barletta, partiti i controlli straordinari della Task Force Sanzioni per due cantieri a Barletta, partiti i controlli straordinari della Task Force In totale sono stati 30 i cantieri ispezionati nella provincia Barletta-Andria-Trani
Cercasi un posto nel mondo, più pugliesi al Nord che migranti in Puglia Cercasi un posto nel mondo, più pugliesi al Nord che migranti in Puglia L’analisi del Bes 2019 dell'Istat ha registrato un peggioramento della qualità del lavoro e il rischio declino demografico
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.