Castello Svevo
Castello Svevo
Turismo

Museo civico del Castello di Barletta, dal 2 giugno la riapertura

La pinacoteca invece riaprirà dopo il disallestimento della mostra su Boldini

Riapre, dopo tre mesi, il museo civico del Castello di Barletta. La riapertura della pinacoteca comunale "De Nittis" a Palazzo Della Marra, invece, è rinviata al completamento delle operazioni di disallestimento della mostra su Boldini e di quelle di riallestimento della collezione De Nittis che dovrà rientrare da Ferrara.

A partire da martedì prossimo, 2 giugno, festa della Repubblica, nel rispetto di quanto previsto dai decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dall'ordinanza regionale del 17 maggio e delle rispettive linee guida regionali, le sale della galleria espositiva del Castello torneranno a essere fruibili con tutte le dovute cautele e con qualche novità, a cominciare dal costo del biglietto. Al fine, infatti, di incentivare l'affluenza di visitatori, il biglietto di ingresso avrà un costo ridotto di 3 euro e sarà necessaria la prenotazione, per contingentare gli ingressi ed evitare assembramenti, via mail o telefonica. Anche gli orari saranno ridotti, dal martedì al venerdì dalle 10 alle 14, il sabato, la domenica e i festivi dalle 10 alle 18. Resta intesa la necessità di essere muniti dei necessari dispositivi di sicurezza. Tali regole e tali disposizioni, deliberate dalla giunta comunale, restano valide fino al 30 giugno, dopo di allora in base al monitoraggio dell'andamento dei contagi da Covid 19 e del flusso dei visitatori, oltre che delle eventuali criticità, potranno essere modificate o integrate con ulteriori misure.

Per informazioni e aggiornamenti, si rimanda alla pagina Facebook Museo civico di Barletta e ai siti istituzionali del comune di Barletta www.comune.barletta.bt.it e dei beni culturali della città www.barlettamusei.it. Per prenotazioni info@setterue.it telefono 0883 578621.
  • Castello di Barletta
Altri contenuti a tema
2 Castello di Barletta, interventi di ripristino alle sedute in pietra Castello di Barletta, interventi di ripristino alle sedute in pietra La determina pubblicata sull'albo pretorio del Comune
Abbandonata a se stessa la collezione Immesi dei pupi siciliani al castello Abbandonata a se stessa la collezione Immesi dei pupi siciliani al castello Una nota del giornalista Nino Vinella: «Come una vergogna da tenere nascosta»
1 “Præfectus Fabrum”, un percorso che ha come protagonista il Castello di Barletta “Præfectus Fabrum”, un percorso che ha come protagonista il Castello di Barletta Inaugurata la mostra a cura di Massimiliano Cafagna e Simona Falcetta
1 Conseguenze del maltempo, chiusi i giardini del castello di Barletta Conseguenze del maltempo, chiusi i giardini del castello di Barletta Il sindaco ha disposto divieto di balneazione a ridosso del Canale H
Castello di Barletta, riapertura al pubblico dal 1° luglio Castello di Barletta, riapertura al pubblico dal 1° luglio Resta sospeso l'ingresso gratuito nella prima domenica del mese
Polo museale di Barletta, «bello e impossibile dopo il lockdown» Polo museale di Barletta, «bello e impossibile dopo il lockdown» Un approfondimento a firma del giornalista Nino Vinella
3 "Praefectus fabrum", una fortezza moderna da Barletta a New York "Praefectus fabrum", una fortezza moderna da Barletta a New York La fortezza di Barletta in una rete culturale internazionale: il progetto dell'architetto Massimiliano Cafagna e della dottoressa in storia dell’arte Simona Falcetta
I silos di Barletta: "Utensili senza storia o simboli di un futuro possibile?" I silos di Barletta: "Utensili senza storia o simboli di un futuro possibile?" Come i silos, il castello di Barletta nasce con quella stessa impressione di "fortezza"
© 2001-2021 BarlettaViva � un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.