Cocktail
Cocktail
La città

Movida a Barletta, APE: «Abbiamo segnalato le zone a rischio assembramento»

«Domandiamo che la somministrazione degli alcoolici, attraverso i 24 ore, venga regolamentata e dunque limitata»

«Sono giorni assai impegnativi per noi esercenti. Lavoriamo senza sosta affinché i nostri locali rispettino tutte le norme varate per la nostra sicurezza e quella dei clienti che hanno deciso di affidarsi a noi. Per il nostro impegno, per il coraggio di riaprire le attività e il desiderio di rendere questa estate quanto più vicina alla normalità, siamo qui a domandare un ulteriore aiuto da parte delle istituzioni, perché da soli non possiamo farcela – sono queste le parole di Antonio Quarto, presidente APE e Tito Derossi vicepresidente APE».

«La parola movida non può continuare ad essere associata solo agli ultimi spiacevoli eventi che hanno segnato le pagine della nostra cronaca cittadina e nazionale - proseguono. Dietro quella parola si nasconde molto altro: camerieri, cuochi e barman che hanno deciso di far questo come mestiere e non è giusto che per colpa di alcuni cittadini, poco avvezzi alle regole anti-covid, siano i primi, insieme alle loro famiglie, a pagarne le conseguenze. Siamo qui, pertanto, a chiedere maggiori controlli soprattutto nel centro storico. Non solo, domandiamo che la somministrazione degli alcoolici, attraverso i 24 ore, venga regolamentata e dunque limitata, al fine di evitare affollamenti sia all'interno che all'esterno delle suddette strutture».

«La nostra associazione – concludono Antonio Quarto e Tito Derossi - sarà sempre pronta a fare la sua parte. In questa ottica, abbiamo voluto segnalare agli organi preposti le aree maggiormente a rischio di assembramento, così che si possa agire tempestivamente ed evitare azioni pericolose».
  • Movida
Altri contenuti a tema
2 Il bello e le “bestie” del centro storico di Barletta Il bello e le “bestie” del centro storico di Barletta Il breve passo tra la narrazione delle bellezze della città e il suo volto peggiore
Lettera al sindaco di Barletta, «ieri mi sono vergognata profondamente della mia città» Lettera al sindaco di Barletta, «ieri mi sono vergognata profondamente della mia città» L'appello di una cittadina barlettana che lavora a Milano dopo una serata di movida
1 Movida, vietato l'asporto di bevande in contenitori di vetro a Barletta Movida, vietato l'asporto di bevande in contenitori di vetro a Barletta L’ordinanza è in vigore da oggi
4 Barletta, la movida e gli eccessi post Covid Barletta, la movida e gli eccessi post Covid Quando dal “so' ragazzi” alla violenza è un attimo
1 Assembramenti, a Barletta la movida si spegne all’una nel weekend Assembramenti, a Barletta la movida si spegne all’una nel weekend Sarà anticipata anche la cessazione delle emissioni sonore. Per i trasgressori è prevista la sospensione dell'attività fino a 30 giorni
1 Ronzulli-Mennea, è ancora bagarre sulla movida a Barletta Ronzulli-Mennea, è ancora bagarre sulla movida a Barletta La senatrice controreplica: «Dovrebbe schierarsi dalla stessa parte, quella dei gestori e dei barlettani perbene»
4 Folle di «imbecilli» a Barletta? Mennea contro Ronzulli: «Solo protagonismo» Folle di «imbecilli» a Barletta? Mennea contro Ronzulli: «Solo protagonismo» «Avrebbe potuto chiedere al vicesindaco Marcello Lanotte come mai l’amministrazione comunale non riesce a disciplinare il traffico pedonale»
2 Cannito risponde alla senatrice Ronzulli: «Movida non solo a Barletta» Cannito risponde alla senatrice Ronzulli: «Movida non solo a Barletta» «Qualsiasi provvedimento che si voglia prendere non può avere successo senza la collaborazione dei cittadini»
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.