Scuola
Scuola
Scuola e Lavoro

Maturità 2022, tornano gli scritti: le decisioni del ministero dell'Istruzione

Parziale ritorno alla normalità anche per la prova finale della scuola

Dopo tre anni torneranno gli scritti all'esame di maturità: il ministero dell'Istruzione ha deciso di reintrodurre le tradizionali prove con carta e penna per l'italiano e per una seconda prova, differentemente da quanto accaduto nel 2020 e nel 2021 a causa della pandemia.

Nei documenti predisposti è previsto il ritorno delle prove scritte, sia nell'esame del primo che del secondo ciclo di istruzione, con alcune specifiche. Naturalmente, anche data la copertura vaccinale sempre più corposa nelle fasce giovanili, le prove scritte si svolgeranno in presenza con mascherina e consueto mantenimento della distanza. Per il solo colloquio, sia nel primo che nel secondo ciclo, è prevista la possibilità della videoconferenza per i candidati impossibilitati a lasciare il loro domicilio per quarantena o possibile positività.

Per l'esame del primo ciclo sono previste due prove scritte, una di italiano e una relativa alle competenze logico-matematiche, e un colloquio, nel corso del quale saranno accertate anche le competenze relative alla lingua inglese, alla seconda lingua comunitaria e all'insegnamento dell'Educazione civica. La votazione finale resta in decimi e si potrà ottenere la lode, con deliberazione all'unanimità della Commissione. L'esame si svolgerà nel periodo compreso tra il termine delle lezioni e il 30 giugno 2022.

Per la maturità ci sarà, invece, una prova scritta di italiano seguita da una seconda prova sulle discipline di indirizzo, predisposta dalle singole commissioni d'Esame e da un colloquio. La sessione d'esame avrà inizio il 22 giugno 2022 con la prima prova scritta di italiano che sarà predisposta su base nazionale. La prova proporrà tracce con tre diverse tipologie: analisi e interpretazione del testo letterario, analisi e produzione di un testo argomentativo, riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità. Il 23 giugno si proseguirà con la seconda prova scritta, diversa per ciascun indirizzo, che avrà per oggetto una sola disciplina tra quelle caratterizzanti il percorso di studi.

La seconda prova sarà predisposta dalle singole commissioni d'esame, per consentire una maggiore aderenza a quanto effettivamente svolto dalla classe e tenendo conto del percorso svolto dagli studenti in questi anni caratterizzati e fortemente ostacolati dalla pandemia. È previsto, poi, il colloquio, che si aprirà con l'analisi di un materiale scelto dalla commissione (un testo, un documento, un problema, un progetto) che sarà sottoposto al candidato. Nel corso del colloquio il candidato dovrà dimostrare di aver acquisito i contenuti e i metodi propri delle singole discipline e di aver maturato le competenze di Educazione civica; analizzerà poi, con una breve relazione o un lavoro multimediale, le esperienze fatte nell'ambito dei Percorsi per le competenze trasversali e l'orientamento. La commissione sarà composta da sei commissari interni e un Presidente esterno.

Entro il 15 maggio 2022 il Consiglio di classe dovrà elaborare il documento con il percorso formativo fatto dagli studenti, gli strumenti di valutazione utilizzati e gli obiettivi raggiunti, ponendo attenzione all'insegnamento trasversale dell'Educazione civica. La valutazione finale resta in centesimi. Il credito scolastico sarà attribuito fino a un massimo di 40 punti (12 per il terzo anno, 13 per il quarto, 15 per il quinto). Le prove scritte peseranno fino a 40 punti, il colloquio fino a 20. Si potrà ottenere la lode, con deliberazione all'unanimità della commissione.
  • Esami di maturità
Altri contenuti a tema
Maturità 2022, le tracce: Pascoli, Segre e Verga Maturità 2022, le tracce: Pascoli, Segre e Verga Gli studenti avranno tempo fino alle ore 14 per completare la prima prova
Maturità, il messaggio agli studenti pugliesi dell'assessore regionale Leo Maturità, il messaggio agli studenti pugliesi dell'assessore regionale Leo «Care ragazze e cari ragazzi, trovate la vostra strada e ricordate che ognuno di voi può essere un genio, basta solo riconoscersi»
Maturità 2022, la "notte prima degli esami" è arrivata Maturità 2022, la "notte prima degli esami" è arrivata Domani la prima prova anche per gli studenti barlettani
Le mascherine agli esami di maturità saranno solo raccomandate Le mascherine agli esami di maturità saranno solo raccomandate Il tema sarà al centro di prossimi incontri anche con le Regioni per provare a preparare al meglio l'apertura del nuovo anno scolastico
Esami di maturità, come si preparano gli studenti di Barletta? Esami di maturità, come si preparano gli studenti di Barletta? Si comincia il 22 giugno, con la prima prova scritta
Maturità 2022, prove e punteggi: ecco cosa c'è da sapere Maturità 2022, prove e punteggi: ecco cosa c'è da sapere Il Ministro Bianchi ha firmato l'ordinanza. La seconda prova vale meno della prima, l'orale anche da remoto
L'augurio ai maturandi dell'assessore all'Istruzione Sebastiano Leo L'augurio ai maturandi dell'assessore all'Istruzione Sebastiano Leo «È un giorno che - anche da adulti - rimarrà sempre nella memoria di chi lo ha vissuto»
Maturità 2021, la lettera dell'Arcivescovo ai ragazzi Maturità 2021, la lettera dell'Arcivescovo ai ragazzi "La maturità segna un traguardo, ma diventa un trampolino di lancio nel grande oceano della vita adulta"
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.