Tarallini
Tarallini
Territorio

Le imprese dell’artigianato alimentare pugliese resistono alla crisi

I dati di Confartigianato: la Regione conta 249 prodotti agroalimentari tradizionali

Le imprese dell'artigianato alimentare resistono alla crisi, in controtendenza rispetto al resto delle aziende artigiane pugliesi. Mentre queste ultime registrano una flessione dell'1,8 per cento (da 73.302 aziende a 71.947), il numero di aziende nel settore alimentare rimane pressoché invariato. Anzi, durante le festività natalizie, aumentano i volumi di fatturato. Basti pensare che, a dicembre, le vendite al dettaglio di prodotti alimentari risultano del 23,6 per cento superiori alla media.

In Puglia, il settore dell'artigianato alimentare conta 6.528 imprese tra pasticcerie, panifici, pastifici, distillerie, laboratori per la lavorazione di prodotti lattiero-caseari, carni, frutta, ortaggi, pesce, oli, grassi vegetali ed animali. E' quanto emerge da un'indagine del Centro Studi di Confartigianato Imprese Puglia. In particolare, il comparto più consistente è quello che raggruppa pasticcerie, panifici e gelaterie con 3.185 imprese, pari al 48,8 per cento del totale. Seguono i locali che vendono cibi da asporto: ce ne sono 2.241 e rappresentano il 34,3 per cento del dato complessivo. Le ditte che lavorano prodotti lattiero-caseari sono 367, cioè il 5,6 per cento del totale. I pastifici sono 321 e rappresentano il 4,9 per cento. Le aziende che producono oli, grassi vegetali e animali sono 95, mentre quelle che fanno tè, caffè, cacao, condimenti e spezie 63. Sono 51 le distillerie e le birrerie, 46 le imprese che trasformano le granaglie, 63 quelle che lavorano frutta, ortaggi e pesce. Appena 22 quelle che macellano carni. Ci sono, poi, altri 74 produttori alimentari.

Cene e pranzi natalizi, dunque, saranno ancora all'insegna dei prodotti made in Puglia. «I dati elaborati dal nostro Centro Studi regionale – spiega Francesco Sgherza, presidente di Confartigianato Imprese Puglia – dimostrano ancora una volta la forza del settore agroalimentare pugliese, in grado non solo di resistere alla crisi economica, ma anche di registrare un incremento nei numeri. Il periodo natalizio, poi, rappresenta per i pugliesi un appuntamento irrinunciabile con le eccellenze del nostro artigianato alimentare. Questi dati - continua Sgherza - premiano la tradizione pugliese, che vanta ben 249 dei suoi prodotti agroalimentari all'interno del patrimonio culturale nazionale. Si tratta di un vero e proprio tesoro che, come Confartigianato, siamo impegnati a difendere da contraffazioni, frodi e violazioni di legge: pericoli che crescono esponenzialmente in prossimità delle feste. Eppure – conclude il presidente – le nostre imprese del settore sono ancora lontane dall'esprimere tutto il proprio potenziale. In un momento storico in cui è sempre maggiore l'attenzione alla genuinità ed artigianalità degli alimenti, una regione come la nostra non può cullarsi sugli allori, ma deve continuare ad investire al fine di conservare e migliorare il suo primato di qualità».

La Puglia conta 249 prodotti agroalimentari tradizionali, pari al 5,1 per cento del totale nazionale (4.881). L'Italia risulta il primo Paese in Europa per numero di prodotti agroalimentari di qualità. Se ne contano 277 tra quelli Dop (denominazione di origine protetta), Igp (indicazione geografica protetta) e Stg (specialità tradizionale garantita). Segue la Francia (225 prodotti), la Spagna (185) e il Portogallo (133).
  • Artigianato
  • Confartigianato
  • Settore alimentare
Altri contenuti a tema
Saporosa di Puglia al Tutto Food, la burrata di Andria IGP alla fiera internazionale di Milano Saporosa di Puglia al Tutto Food, la burrata di Andria IGP alla fiera internazionale di Milano Dal 6 al 9 maggio l’azienda casearia andriese porta a Milano il gusto e la tradizione dei prodotti caseari pugliesi
1 Mangiare sano sin da piccoli con la guida del Pastaio Maffei Mangiare sano sin da piccoli con la guida del Pastaio Maffei Porte aperte allo stabilimento di Barletta per le visite delle scolaresche
A tavola in sicurezza, un accordo tra Regione Puglia e Carabinieri Forestali A tavola in sicurezza, un accordo tra Regione Puglia e Carabinieri Forestali Più tutele e controlli per i produttori agricoli e agroalimentari e per i consumatori
All'odontotecnico di Barletta Vito Pignatelli il “Premio Confartigianato per la carriera” All'odontotecnico di Barletta Vito Pignatelli il “Premio Confartigianato per la carriera” “Premio Fieramosca” all'odontotecnico Lanfranco Santocchi
Sprechi alimentari, domani un convegno a Barletta Sprechi alimentari, domani un convegno a Barletta Si svolgerà dalle 16.30 a Palazzo della Marra
1 Lino Banfi a Barletta: «Sogno di vedere la gente che mangia e sorride» Lino Banfi a Barletta: «Sogno di vedere la gente che mangia e sorride» Un riconoscimento da Confindustria Bari-Bat come ambasciatore della cultura agroalimentare pugliese
L'eccellenza incontra la tradizione, tutti pazzi per il made in Puglia L'eccellenza incontra la tradizione, tutti pazzi per il made in Puglia La nuova rubrica, per il gusto a portata di click
A Barletta nasce la "borsa lavoro" del food A Barletta nasce la "borsa lavoro" del food Open day e corsi gratuiti di gelato e cucina: ecco come partecipare
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.