Gioco d'azzardo
Gioco d'azzardo
Associazioni

La vita giocatela bene: continua la lotta ad azzardo e ludopatie

Meeting la scorsa sera presso la chiesa San Paolo Apostolo di Barletta

Quando religione e principi del buon vivere si incontrano ne nasce un connubio saldo ed efficace in grado di combattere tutti i mali sociali, perfino quelli più resistenti come il gioco d'azzardo. L'Italia resta ancora inevitabilmente il Paese in cui si registra la più alta percentuale di diffusione delle malattie legate al gioco, oltre che la nazione in cui l'azzardo si configura come la terza industria erogatrice, con un'emissione di 8 miliardi di euro annui destinati alle casse statali, ovvero il 12% della spesa familiare. Considerando infine che i giovani giocano in media 20 volte l'anno e spesso si tratta di attività borderline con l'azzardo. Dati che non dovrebbero lasciare nell'indifferenza nessun cittadino; ognuno dovrebbe agire contro un nemico così strisciante.

L'Azione Cattolica della parrocchia San Paolo Apostolo di Barletta ha infatti promosso attività di informazione e formazione volte a contrastare la grande piaga sociale del gioco. La scorsa sera presso l'auditorium della parrocchia San Paolo Apostolo in Barletta si è concluso il meeting rientrante nel progetto diocesano "La vita, giocatevela bene!", incentrato prettamente sul tema della prevenzione al gioco d'azzardo e alle ludopatie, volto a informare e sensibilizzare, alla riflessione sulla problematica, soprattutto le giovani generazioni, punto di partenza della società per lo sviluppo e la predisposizione ad un futuro sociale migliore. Sono intervenuti durante l'evento organizzato dall'Azione Cattolica, Mauro Dell'Olio, educatore e dottore in psicologia e Angela Paparella, presidente diocesana dell'Azione Cattolica di Molfetta.

Abbiamo chiesto proprio a Mauro Dell'Olio quale sia la panoramica di partenza da cui ha preso avvio questo progetto «tutto parte in realtà dal connubio con alcuni docenti del liceo Scientifico di Barletta, tra cui il professor Domenico Rizzi, che ci hanno consentito di entrare nelle classi per effettuare un percorso di informazione approfondita della tematica partendo dai più giovani, sicuramente target più esposto e meno atto a difendersi dai meccanismi di facile coercizione di cui si serve il gioco. Abbiamo chiesto ai ragazzi quanti punti per il gioco incontrassero nel loro percorso da casa a scuola, ci è stato risposto che in realtà le occasioni sono tantissime, per questo bisogna agire per difendere i più giovani e le altre generazioni esposte, dando una continuità al nostro progetto».

Durante la serata si è affrontata la tematica del gioco patologico sia da un punto di vista medico, grazie all'ausilio del dottor Dell'Olio, sia da una prospettiva cristiana e sociale, grazie all'intervento di Angela Paparella, presidente dell'A.C. di Molfetta. Sintomi, rischi e conseguenze sono i termini esatti per la definizione di una malattia vera e propria come quella del GAP [gioco d'azzardo patologico ndr], una vera e propria dipendenza, tra le più rischiose e deleterie.
  • Malattia
  • Gioco d'azzardo
  • Azione Cattolica
Altri contenuti a tema
Quando il gioco d'azzardo diventa patologico, a Barletta apre il Gap Quando il gioco d'azzardo diventa patologico, a Barletta apre il Gap Lunedì l'inaugurazione al primo piano del vecchio ospedale
1 Vince un milione di euro al Superenalotto ma non ha ancora riscosso la vincita Vince un milione di euro al Superenalotto ma non ha ancora riscosso la vincita La giocata fortunata ad un bar in via Parrilli lo scorso 23 giugno
1 Gioco d'azzardo, dati allarmanti anche a Barletta Gioco d'azzardo, dati allarmanti anche a Barletta De Mucci (FI Bat): «250 i milioni di euro giocati dai cittadini della Bat nel primo semestre del 2017»
Giornata Mondiale del Malato, le parole dell'arcivescovo D'Ascenzo Giornata Mondiale del Malato, le parole dell'arcivescovo D'Ascenzo «In tutti gli ospedali, le case di cura e nelle parrocchie sia questa giornata occasione di riflessione e preghiera»
Barletta in "Scatti di Pace", ecco la marcia organizzata dall'ACR Barletta in "Scatti di Pace", ecco la marcia organizzata dall'ACR Appuntamento fissato a sabato 3 febbraio, presso il monastero di San Ruggiero
"Vespri della Pace", iniziativa promossa dall'Azione Cattolica Diocesana "Vespri della Pace", iniziativa promossa dall'Azione Cattolica Diocesana Un momento di riflessione su migranti e rifugiati presso la Parrocchia S. Paolo Apostolo,
Gioco illegale e scommesse clandestine, controlli delle Fiamme Gialle Gioco illegale e scommesse clandestine, controlli delle Fiamme Gialle L’operazione ha registrato l’esecuzione di ben 169 interventi, di cui 28 irregolari (il 17%)
Bimba di Barletta senza vita, sarebbe "encefalite virale" Bimba di Barletta senza vita, sarebbe "encefalite virale" La conferma dal sindaco Cascella: «Niente meningite, nessun rischio per i compagni di scuola»
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.